closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
Lavoro

Elica delocalizza, Marche in declino

La ditta di cappe simbolo della decadenza di Fabriano. Il proprietario Casoli, ex senatore di Forza Italia, vuole spostare la produzione in Polonia e licenziare su 409 su 560 lavoratori su tre siti. Voci di vendita imminente

I marchigiani, si sa, non amano le sorprese. E a Fabriano, in provincia di Ancona, in effetti la storia di Elica, azienda leader mondiale nella produzione di cappe da cucina, va avanti secondo i piani. Il problema è che in questo caso i piani riguardano il taglio di 409 lavoratori su 560: un progetto che, da quando è stato annunciato all’inizio della primavera, non ha subito alcun cambiamento, tanto meno un’inversione di tendenza. Gli operai hanno picchettato la fabbrica sin da subito, si sono riversati per le strade, hanno bloccato la Statale, continuano a organizzare proteste e manifestazioni. Ma il...

Per continuare a leggere,
crea un account gratuito

Registrati

Hai già un account? Accedi