closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 31.07.2016

Il Comitato del No al referendum scrive a Mattarella: intervenga contro lo squilibrio informativo in televisione. Le ragioni del Sì occupano ogni spazio, e la situazione può persino peggiorare. La Cassazione verso la decisione sui quesiti: ma per rinviare il voto a dopo la legge di Stabilità a Renzi serve la copertura del Quirinale

Politica

Presidente, occhio alle tv

Andrea Fabozzi

Il comitato del No coinvolge Mattarella. Pace e Zagrebelsky scrivono al capo dello stato: fin qui confronto truccato e squilibrato. La preoccupazione dei costituzionalisti è per la data di convocazione del referendum. La Cassazione può dire l’ultima parola già giovedì prossimo. Dopo di che Renzi potrebbe tranquillamente fissare le urne prima della legge di stabilità. Ma può rinviare, puntando a recuperare, il consenso, solo con l’avallo del Quirinale

L’immondizia sommerge Raggi

Giuliano Santoro

Caos rifuti, la città è aggravata. Nell’occhio del ciclone l’assessora Paola Muraro, già consulente dell’Ama e un impianto di smaltimento al centro di un’inchiesta. Opposizioni sulle barricate, ma la giunta pentastellata è blindatissima

Turchia

Il Sultano sfida il mondo: «Fatevi gli affari vostri»

Simone Pieranni

17 giornalisti arrestati sui 21 accusati di far parte della «rete» di Gulen. Erdogan ora punta la sua macchina repressiva contro i kurdi: uccisi 35 esponenti del Pkk. I media governativi: operazione dell’esercito dopo un tentativo di assalto a una base militare

Visioni

Anna dei miracoli

Gianfranco Capitta

Attrice e donna straordinaria, ha incollato gli italiani alla tv con la potenza creativa del suo teatro e dei suoi personaggi. Addio a Anna Marchesini

Alias Domenica

Burroughs nei dettagli

Andrea Colombo

Barry Miles ricostruisce la vita del maestro della controcultura con una minuzia folle ma funzionale. «Io sono Burroughs», Il Saggiatore

White, un Dorian Gray al dritto e al rovescio

Stefano Gallerani

Un giovane francese, modello tra i più ricercati del fashion-system: il suo eccesso, in lotta contro la morte, sembra chiamare il proprio castigo, ma poi lo schema wildiano si ribalta, in favore dell’«effimero»