closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 30.07.2019

A Somma Vesuviana i funerali di Cerciello Rega. Il generale dell’Arma Nistri tenta di smorzare le polemiche sulla foto del californiano bendato in una caserma dopo il fermo ma i magistrati di Md e Area: violati i principi costituzionali. E sull’inchiesta ancora molti punti oscuri

Politica

Le lacrime al funerale del carabiniere Mario. Sfilata dei vicepremier

Adriana Pollice

A Somma Vesuviana la città si ferma, anche a Roma segni di lutto. Ma la polemica infuria, il ministro Salvini aizza l’odio dai social. Magistrati contro il Viminale: basta propaganda grottesca, siamo uno stato di diritto. La foto del giovane Hjorth ammanettato e bendato fa scatenare i media statunitensi contro l’Italia

Autonomia, il gioco dell’oca. Ora Di Maio riscrive le bozze

Roberto Ciccarelli

Contrattacco M5S sulla «secessione dei ricchi»: via le competenze più care ai governatori leghisti. Il ministro degli affari regionali Erika Stefani (Lega): «Non c'è nessun nuovo testo, Cinque Stelle sleali». Il governatore del Veneto Zaia: «Se il governo non decide, arriverà qualcuno e lo farà»

Italia

Alla resa dei conti: assemblea dei Notav 5S sotto choc

Maurizio Pagliassotti

Domani incontro a Bussoleno, con un occhio a Torino e alla traballante maggioranza di Appendino. Tra gli attivisti pentastellati disagio per la lettera del ministero delle infrastrutture con cui si conferma il sì italiano alla Torino-Lione

La protesta di Mosca arriva dalla provincia

Yurii Colombo

La metà degli oltre 1.300 fermati di sabato non sono residenti della capitale, ma da fuori portano l'esperienza delle lotte di periferia. La sinistra, però, sulle manifestazioni si divide

America, un anno all’insegna di Primo Levi

Fadil Moslemani

Molte le iniziative, letture e convegni sullo scrittore piemontese. Che controbilanciano la freddezza con cui fu accolta la traduzione in inglese di «Se questo è un uomo» (nel 1959)

Quello pseudonimo al crocevia di una vita

Guido Caldiron

Per Neri Pozza, "Quando Primo Levi diventò il signor Malabaila" di Carlo Zanda (pp. 288, euro 13,50). Uno splendido volume che ricostruisce come nell’estate del 1966 i responsabili di Einaudi chiesero a Levi di firmare con uno pseudonimo i racconti "di fantascienza" riuniti in "Storie naturali". Ricorda Ernesto Ferrero, «non avevamo capito allora quel che è diventato chiaro in seguito: che non ci sono due Levi, il memorialista e il libero narratore, ma uno soltanto, in cui tutto si tiene»

La lega A dice sì a trattativa con Mediapro

Stefano Crippa

Calcio e diritti tv: sul piatto 1 miliardo e 150 milioni offerti dal gruppo audiovisivo spagnolo per un canale in esclusiva dal 2021. Ieri i calendari: subito al secondo turno Juve Napoli e Lazio Roma