closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 30.05.2021

Gelata per i 233 lavoratori dei 15 Disney Store italiani. Fine della fiaba: la multinazionale intende chiudere i punti vendita per orientarsi sull’e-commerce. Stessa sorte per i negozi del resto d’Europa. Ieri la protesta a Roma in piazza Montecitorio e in altre città 

Lavoro

Disney, una fiaba senza lieto fine. Chiudono gli store

Riccardo Chiari

"Da Topolino a Malefica". Lo sciopero e la protesta in piazza dei 233 addetti italiani della multinazionale, che ha deciso di chiudere tutti i punti vendita europei fra cui i 15 italiani, liquidando la proprie società per dedicarsi al solo e-commerce. I sindacati confederali del commercio al loro fianco: "In tempi di pandemia è una pugnalata alle spalle".

INTERVISTA

Emiliano Brancaccio: «Il blocco dei licenziamenti ha bloccato ben poco»

Roberto Ciccarelli

Parla l'economista Emiliano Brancaccio: «L’occupazione è crollata comunque, ma chi vuole i licenziamenti fa una battaglia contro ogni vincolo legislativo e a favore dell’ideologia del "libero mercato". Il recovery? Un'operazione come quelle raccontate da Guy Debord: pura società dello spettacolo. Nel mezzo di una zuccherosa falsa rappresentazione del reale capiamo i fatti e agiamo di conseguenza»

Politica

«Prima i regolamenti». Letta si tiene il Rosatellum

Andrea Fabozzi

Per il segretario del Pd non è il momento di parlare di legge elettorale. Quella attuale «può far vincere Salvini e Meloni anche senza Forza Italia». Ma tra collegi uninominali e liste bloccate consente di nominare anche il prossimo (mini) parlamento

Commenti

La redistribuzione e i fantasmi della politica

Salvatore Cingari

Alla base del rifiuto generalizzato di giornali e politica di sposare la tassa sui patrimoni c’è anche l’idea che non sia giusto che l’individuo si faccia carico dei problemi della collettività

Italia

Freni bloccati, rimpallo di accuse tra gli indagati

Mauro Ravarino

Il caposervizio Gabriele Tadini ammette l’uso dei forchettoni, anche in altre occasioni, ma dice di avere informato i superiori. «Non ne sapevo nulla», è la posizione del direttore di esercizio, Enrico Perocchio. «Non ero io a occuparmi della sicurezza», anche il gestore della funivia di Stresa-Mottarone, Luigi Nerini, nega ogni responsabilità davanti alla gip

Cultura

Il cielo stellato e sconosciuto

Luca Tancredi Barone

Appena pubblicati i risultati di uno studio internazionale e incrociato sulla «mappa dell’energia oscura». I dati raccolti si basano su 226 milioni di galassie, ma si stima che ne esistano 2mila miliardi. Le verifiche si sono svolte nell’Osservatorio Interamericano di Cerro Tololo, in Cile. Coinvolte più di 25 istituzioni di 7 paesi, la ricerca verte su 758 notti di osservazione. Marco Gatti (Università della Pennsylvania): «Ho visto la cartografia completa, mi ha tolto il respiro»

L’ossessione per la folla

Gabriele Balbi, Paolo Bory

Se un secolo fa le folle erano pericolose e delinquevano perché mettevano a repentaglio l’ordine e lo status quo sociale, le folle di oggi sono condannate in quanto folle e quindi non per i loro obiettivi espliciti, ma per il loro effetto epidemiologico

L'Ultima

Joseph Almudéver, l’ultimo volontario

Pasquale D'Aiello

Addio al combattente che si arruolò nelle «Brigate Internazionali» durante la guerra civile spagnola. Comunista fino alla fine dei suoi giorni, muore all’età di 101 anni

Alias Domenica

Eco, interpreti e riso in punto di morte

Roberto Gilodi

Ventiquattro studiosi, internazionali e italiani, analizzano le diverse «facce» del semiologo: il quale replica, in breve, a ciascun intervento: tradotto da La nave di Teseo, La filosofia di Umberto Eco

Richard Ford, tra il presente e il dolore

Francesca Borrelli

Nove racconti sospesi in una esitazione temporale, tra lunghe divagazioni nel passato e bruschi richiami al qui e ora: «Scusate il disturbo», da Feltrinelli

Donne pittrici, la trincea dell’Académie

Cesare de Seta

Vigée-Lebrun, Labille-Guiard, Capet, Villers, Haudebourt-Lescot... La dialettica di genere nei pennelli francesi fra Lumi e Restaurazione. Tra Salons, salotti e atelier, una radicale mutazione del gusto come pratica socio-culturale

Celant, un’eredità fra Archivio e Ambiente

Stefania Zuliani

Da "Arte Povera - Im spazio", 1967, a "Post Zang Tumb Tuuum", 2018, il volume (completato dagli eredi) si offre come un utilissimo regesto, una raccolta di testi e, soprattutto, di laconiche immagini: fra scrupolosa storiografia del presente e scrittura espositiva come momento critico autonomo

Carteggio Gadda-Bonsanti, biografia involontaria

Giuseppe Marcenaro

Alessandro Bonsanti, sin dai tempi di «Solaria», fu amico e interlocutore decisivo dell’autore del Pasticciaccio: come documentano le lettere pubblicate dal Gabinetto Vieusseux e da Olschki

Lacrime barocche, un’estasi melodica

Pasquale Di Palmo

Da Guido Reni a Bach passando per Baltasar Gracián e la mistica spagnola: torna, da Medusa, il trattato L’eloquenza delle lacrime di Jean-Loup Charvet, storico e contraltista morto a 37 anni nel ’98

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.