closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 29.11.2013

Forza Italia sale al Quirinale e chiede al capo dello Stato di certificare la fine delle larghe intese con l’apertura della crisi. Napolitano, dopo il lasciapassare alla legge di stabilità, concede un ulteriore «passaggio parlamentare», replica del governo del Presidente. Sul piatto la carta della legge elettorale

Politica

Il Colle offre un passaggio

Andrea Fabozzi

Forza Italia chiede l’apertura di una crisi formale. Napolitano concede: premier alle camere per segnare la discontinuità. Si tratta per non affossare le riforme. E tentare con la legge elettorale

Renzi, «finish» solo nel 2015

Daniela Preziosi

Alfano: nuovo patto di governo. Franceschini: alle urne fra un anno. Oggi su Sky il confronto fra i candidati. Ma per il sindaco l’arma del pressing su Letta è sempre più spuntata. Liste delle primarie, il rottamatore vuole solo i suoi, malumore fra correnti. E Cuperlo lascia le sue ’anime’ a litigare fra loro

Il ventennio della Berlusconomics

Tonino Perna

Nell’Italia degli anni ’90 arriva una nuova borghesia e soffia forte il vento antico dell’antistatalismo. Sale il debito, dilaga l’illegalità diffusa e capillare. Versione berlusconiana del neoliberismo reaganiano

Scuola

Atenei del Mezzogiorno in ginocchio

Roberto Ciccarelli

Continua la «guerra dei punti» che discrimina le università del Sud. I rettori ieri alla ministra Carrozza: «Superare le disparità». Lezioni sospese a Foggia, Bari, Lecce, Napoli e in Molise. Studenti, precari, e dirigenti in mobilitazione

Imu, i sindaci vanno alla guerra

Luca Fazio

Scontro sulla seconda rata: il decreto che la cancella fa litigare l’esecutivo e i Comuni. Pisapia e Merola chiamano alla «rivolta». Nelle città in cui l’aliquota è cresciuta finirà in parte a carico dei contribuenti

Dai coloni una colata di odio e cemento

Michele Giorgio

Netanyahu con gli ultraortodossi. Oggi giornata dell’Onu «per la Palestina». Aggressioni quotidiane contro i palestinesi. Al via 829 nuovi alloggi a nord di Gerusalemme, nelle colonie di Givat Zeev, Nofei Prat, Shilo, Givat Salit e Nokdim. L’Anp ormai umiliata

L'Ultima

La marcia lunga trenta anni

Anna Maria Merlo

il 3 dicembre ’83 arrivò a Parigi la «Marcia per l’eguaglianza e contro il razzismo» di centomila giovani, partiti in 12 da Marsiglia. Era la seconda generazione dell’immigrazione maghrebina. Anniversario di scontro e sull’attualità di quella protesta esce il film La Marche del regista belga Nabil Ben Yadir