closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 29.09.2013

E crisi di governo. Al buio. Berlusconi da Arcore ordina ai suoi ministri di dimettersi e dopo sei mesi manda in soffitta l’illusione delle larghe intese. Letta e Napolitano concordano la linea e si rivolgono al parlamento per un’altra difficile maggioranza. Grillo: «Subito al voto». Ma c’è l’incognita dei dissidenti

Politica

Il richiamo della foresta

Andrea Fabozzi

Berlusconi ordina la ritirata ai suoi ministri. Loro, recalcitranti, si adeguano. Letta non cambia strategia: chiederà di confermare la fiducia a un governo che non c’è più. Napolitano approva

CARCERI

Amnistia, Napolitano ci prova

Andrea Fabozzi

In visita a Poggioreale, il Capo dello stato annuncia un cambio di linea: adesso è pronto a fare un passo formale verso il parlamento. Ha pronto un messaggio sull'emergenza detenuti, aspetta di poter essere ascoltato

Editoriale

L’amnistia ce la impone l’Europa

Stefano Anastasia e Luigi Manconi

Un nuovo provvedimento di amnistia e di indulto corrisponde a un obbligo giuridico nei confronti della Corte europea dei diritti dell’uomo, ma anche a un imperativo morale e umano

Siria, svolta storica all’Onu

Tommaso Di Francesco

Perché in dieci giorni siamo passati dai bombardieri americani e la ripresa della Guerra fredda tra Mosca e Washington allo spegnersi dei venti di guerra?

L'Ultima

I farmacisti del crimine

Anna Maria Merlo

Il mercato dei medicinali falsi è in crescita, un business che supera di gran lunga quello della droga. Rapporto-inchiesta sulle mafie trasnazionali che lo gestiscono