closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 28.12.2014

Voltati di spalle contro Bill De Blasio. Ai funerali di uno dei due agenti uccisi da un folle, i poliziotti di New York mettono di nuovo in scena la clamorosa protesta contro il sindaco, colpevole di aver condannato le violenze sui cittadini afroamercani. Presente il vicepresidente Biden, che esalta «la miglior polizia del mondo»

PARLAMENTO

La corsa tra riforme e Colle

Andrea Fabozzi

La road map di gennaio di Renzi. La Costituzione prevede massimo 15 giorni tra le dimissioni del presidente della Repubblica e la prima seduta delle camere per eleggere il successore. In caso di addio annunciato ne sono bastati anche dieci. Ma stavolta il premier avrà bisogno di tutto il tempo per chiudere con Italicum e (difficilmente) il bicameralismo prima delle danze per il Quirinale

Italia

Le ruspe alla Bigattiera

Luca Randazzo

Più di cento persone cercano di non farsi sgomberare, nel campo che fu allestito dall'amministrazione comunale come "residenza temporanea" dei profughi dalla ex Jugoslavia.

L’odissea del Rebeldìa

Nilo Di Modica

Sgomberato palazzo Boyl, che era diventato la casa del Municipio dei beni comuni dopo l'occupazione che lo aveva strappato a sei anni di abbandono per i lavori mai iniziati di una immobiliare poi fallita, e debitrice del Comune per 220mila euro. Tace palazzo Gambacorti, sempre più avvolto nell'ossessione securitaria.

La Torre dell’intolleranza

Riccardo Chiari

Nella città delle tre università non si contano più gli sgomberi delle esperienze autorganizzate, Rebeldìa in testa. Mentre l'ansia securitaria del centrosinistra porta palazzo Gambacorti a progettare un autentico pogrom di gran parte delle comunità rom, compresi residenti in città fin dagli anni '90.

Internazionale

Assad apre alle opposizioni, la Ue apre ad Assad

Chiara Cruciati

Damasco accetta la proposta russa di un incontro a Mosca con i ribelli moderati. Bruxelles discute del piano Onu di cessate il fuoco locali e rivede la strategia siriana. L'Isis fagocita i gruppi anti-Damasco: vicino alla rottura con al-Nusra

A Kobane un funerale al giorno, ma i kurdi avanzano

Chiara Cruciati

Le voci degli attivisti: «L'Isis attacca ancora, ma i kurdi sono vicini alla vittoria. Famiglie rifugiate a Suruc sono tornate a vivere in città». Ma da combattere c'è anche l'ostruzionismo turco

Risoluzione palestinese domani al Consiglio di Sicurezza

Michele Giorgio

Si tratta di un testo diverso, emendato in otto punti, rispetto alla bozza di risoluzione circolata al Palazzo di Vetro la scorsa settimana. Alcune delle modifiche precisano in modo più netto che solo la parte orientale di Gerusalemme, occupata e annessa da Israele, sarà la capitale dello Stato al quale i palestinesi aspirano.

L'Ultima

Guida Pericolosa

Michele Giorgio

Due saudite rischiano una condanna senza precedenti per avere infranto il divieto di guida per le donne. Saranno processate davanti a una corte anti-terrorismo. Il regno dei Saud, ai primi posti per violazioni dei diritti umani e politici, gode dell'impunità grazie al silenzio-assenso di Europa e Usa.

L’invenzione di un tipo umano: il terrorista

Adriano Prosperi

Nella storia dei gap di Santo Peli, tentativi e fallimenti nelle azioni di piccoli gruppi, presto disintegrati da errori e tradimenti; ma si contarono anche gesti eroici, soprattutto fra le donne

Nei soldi un prezzo per la solitudine

Tommaso Pincio

Nella sua rassegna della recente, George Packer dimostra come all’origine del dissesto ci siano soldi facili e una vorticosa sparizione di ogni idealismo politico

La vita è forma e si genera vivendo

Andrea Cavalletti

Da vent’anni Giorgio Agamben ha esibito, e poi sciolto, le relazioni fondamentali dell’ontologia politica. Qui, dove vita e forma, zoè e bios, essere e modi d’essere sono tutt’uno, l’opera coincide con l’inoperosità

Agamben, la vita è forma e si genera vivendo

di Andrea Cavalletti

Da vent’anni l’autore di «Homo sacer» ha esibito, e poi sciolto, le relazioni fondamentali dell’ontologia politica. Qui, dove vita e forma, zoè e bios, essere e modi d’essere sono tutt’uno, l’opera coincide con l’inoperosità