closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 28.10.2014

«Non tratto con i sindacati, quel tempo è finito». Renzi in tv liquida la straordinaria manifestazione di Roma mentre i suoi ministri ricevono i segretari di Cgil, Cisl e Uil: li fanno parlare ma non rispondono alle loro richieste. Camusso: «Incontro surreale». Si preparano le mobilitazioni delle categorie, poi sarà sciopero generale

Economia

Manovra ad personam

Massimo Franchi

«Surreale» incontro tra governo e sindacati. I quattro ministri presenti non hanno il mandato al confronto. Senza il via libera del capo non possono nemmeno dire se ci sarà un nuovo faccia a faccia In serata Renzi attacca Camusso: «Il governo non tratta con i sindacati». Cgil, Cisl e Uil criticano ma per farsi ascoltare potranno inviare solo mail

JOBS ACT

Pd, la (futura) fiducia fatale

Daniela Preziosi

Pd, torna lo spettro della scissione. Che non preoccupa Renzi: «Una cosa alla nostra sinistra c’è già, ha preso il 4,3. Noi il 40». Le minoranze dem si giocano tutto nel voto sul jobs act. Se Renzi vuole la guerra, riproporrà il testo del senato. Ma se vuole spaccarle, accetterà qualche emendamento light. Vendola: la piazza Cgil chiede rappresentanza. Civati: mi do un mese poi decido. Riformisti inchiodati al partito

Politica

Falcomatà vola sullo Stretto

Silvio Messinetti

Il Pd in versione alleanza di centrosinistra asfalta Alfano e le destre. Giuseppe Falcomatà vince al primo turno, crolla Scopelliti, 5 Stelle all’1,8%. E le sinistre, divise, sono quasi ininfluenti

Campania, caos primarie

Adriana Pollice

Partito diviso persino sulla data. Per le regionali i renziani non riescono a schiodare De Luca e Cozzolini, i due candidati già in campo. E pensano di regalare il posto al Ncd

Grillo, autogol stellare sulla morale mafiosa

Red. Pol.

Le frasi a effetto del capo M5S provocano la reazione di politici, magistrati e familiari delle vittime. E imbarazzano il Movimento 5 Stelle, dove c'è chi se la prende con i giornalisti

STATO-MAFIA

Il giorno di Napolitano

Leo Lancari

Oggi il capo dello Stato testimonierà nel processo sulla trattativa con Cosa nostra. E sui rischi di un attentato contro di lui

Italia

L’insegnamento di Beccaria, passato e futuro del garantismo

Patrizio Gonnella, Marco Ruotolo

C’è un futuro per il garantismo penale? È solo consistente nel non far evaporare gli insegnamenti di Beccaria? Come possiamo tradurre nella post-modernità quelle domande sul perché, chi e come punire che hanno finora trovato risposte banali e ripetitive su scala globale? Di passato e futuro del garantismo si discuterà il 29 e 30 di ottobre alla Università Roma Tre (Dipartimento di Giurisprudenza) in occasione dei 250 anni dalla pubblicazione di «Dei delitti e delle pene». Di fronte all’ansia politica che vuole rassicurare simbolicamente l’opinione pubblica attraverso nuovi delitti e nuove pene va riaperto un dibattito intorno ai limiti del potere di punire.

Europa

Rémi, ucciso da un’esplosione negli scontri alla diga di Sivens

Anna Maria Merlo

I militanti anti-diga accusano la polizia per la morte di un ragazzo. Oggi i risultati dell'autopsia: il corpo di Rémi porta tracce di un'esplosione alla schiena. La protesta contro la diga, giudicata poco utile anche da un rapporto di esperti, dura da mesi. La presenza dei violenti alle manifestazioni

Internazionale

Netanyahu: «Continueremo a costruire a Gerusalemme»

Michele Giorgio

Il premier israeliano non si ferma davanti alle critiche internazionali e dell'Anp. Il suo governo progetta altre mille case per coloni nella zona palestinese della città santa occupata nel 1967. L'Egitto rinvia la ripresa del negoziato indiretto Hamas-Israele su Gaza

Cultura

La lunga marcia dei costituenti

Sandro Mezzadra

Una via di uscita dalla «decostituzionalizzazione» degli assetti istituzionali è lastricata di insidie. Per questo le esperienze che contrastano un modello di società basato sul libero mercato possono fornire gli elementi in grado di dar vita a innovativi processi giuridici sia a livello nazionale che sovranazionale. Un percorso di lettura a partire dal volume «Il tempo delle costituzioni»

«Le vite degli altri» in Inghilterra

Leonardo Clausi

Escono i dossier degli 007 inglesi sugli intellettuali di sinistra, da Hobsbawm a Doris Lessing. Ore e ore di telefonate e di lettere spiate, fra strategie politiche e momenti privatissimi

La guerriglia va al museo

Giovanni Garroni

«Disobedient object», la messa in scena dello scontro sociale al Victoria & Albert Museum

Modernità digitale, una doppia sfida di sinistra

Sergio Bellucci

Quello che alla Leopolda Renzi non dice e che la sinistra di oggi non riesce a vedere, è che i processi più importanti attivati dalle tecnologie digitali sono caratteristici della cultura della sinistra

Rubriche

Gettone

Alberto Leiss

Sarebbe un francesismo che può derivare da jet, getto o tiro dei dadi che evoca il gioco d’azzardo. Oppure jeter, nel senso di fondere

Meglio la scossa che niente

Sarantis Thanopulos

Soli con i propri pensieri, l'esperimento nell’ambito della più grande mutazione antropologica della nostra epoca