closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 28.06.2015

L'Eurogruppo isola la Grecia e chiede a Tsipras la firma di un testo nel quale sia lui ad assumersi la responsabilità della rottura. Dopo l’annuncio del referendum file ai bancomat, ma senza panico. Prevale l’indignazione contro i creditori

Eurogruppo a 18, Grecia esclusa

Anna Maria Merlo

I creditori rifiutano la richiesta presentata da Atene di un allungamento di qualche settimana del programma di aiuti, per poter rimborsare l'Fmi martedi' e far fronte al referendum del 5 luglio. "Il piano B diventa A": in agenda, ormai, il default della Grecia. Sospeso il versamento dell'ultima tranche del programma di "aiuti". Varoufakis rifiuta di firmare un testo che accolla la colpa della rottura ad Atene. La Bce in prima linea di fronte al rischio di un bank run. Per Dijsselbloem ormai "i negoziati sono finiti" e l'unico problema è "salvare la stabilità dell'eurozona"

Europa

Grecia, le idee confuse di Berlino e Washington

Gabriele Pastrello

L’impazzimento forse neppure conscio, e quindi pericolosissimo, di questi gruppi dirigenti europei è tutto racchiuso nelle parole di Dijsselbloem: «Dobbiamo salvaguardare la stabilità dell’eurozona». Come pensa di salvaguardare la stabilità europea? Precipitando Grecia e Europa nel caos di quelle acque inesplorate che Draghi inascoltato ha evocato tempo fa? Se c’è qualcosa che minaccia la stabilità è il default greco.

MILANO PRIDE

Milano Pride, un «Sì» per tutti

Marta Santamato Cosentino

Più di centomila persone sfilano alla parata dell’orgoglio lgbtq. Il sindaco Pisapia: «Lanciamo un grido col sorriso, ma senza risposte diventerà sdegno»

DOPO LA STRAGE

Tunisia tra le braccia del califfo

Chiara Cruciati

Il premier Essid adotta il pugno di ferro: 80 moschee chiuse, siti archeologici blindati e turisti guardati a vista. Il paese che esporta più combattenti verso la guerra in Mesopotamia prova a rassicurare il mondo dei vacanzieri per salvare il 7% del suo Pil. Dal 1° luglio uomini armati sulle spiagge e negli hotel

Europa

Francia: allarme attentati al massimo

Anna Maria Merlo

Paura di "repliche" come nel gennaio scorso. Il governo si giustifica sull'antiterrorismo, di fronte agli attacchi della destra. Yacine Salhi non parla. L'inchiesta alla ricerca di eventuali complici: l'uomo ha inviato un sms in Canada con la foto della testa della vittima. Le difficoltà dei servizi per controllare tutte le persone schedate: 3mila nel file "S", 600 considerati casi "molto seri". 500 francesi combattono in Siria, 110 sono stati uccisi

Freedom Flotilla: #NextPortGaza

Michele Giorgio

Sono in viaggio le quattro imbarcazioni del nuovo convoglio che intende rompere il blocco navale attuato da Israele. Tra i 50 passeggeri di 17 Paesi un ex presidente tunisino, europarlamentari, una suora, un deputato arabo israeliano e anche un italiano, Claudio Tamagnini dell'Ism. Per il governo Netanyahu sono «amici del terrorismo» da fermare subito

PASSIONI E IRONIE DI UN EDITOR

Massimo Bacigalupo

«LA MUSA» DI JOHNATAN GALASSI, DA GUANDA, CI PORTA NELLA STANZA DEI BOTTONI DELLA GRANDE EDITORIA AMERICANA, TRA POUND E LAUGHLIN

La natura umana di là dalle frontiere

Nicoletta Pesaro

Tra la Cina dell’89, il boom economico e l’approdo amaro in America, i destini incrociati di quattro giovani, dopo un delitto accidentale: «Più gentile della solitudine» di Yiyun Li

Successo cercasi per dramma incestuoso

Giorgio Mariani

Amareggiato dal fallimento di Moby Dick, Melville tentò con "Pierre o le ambiguità" la strada sentimentale, affidandosi a un protagonista disorientato dalla ambivalenza di ogni suo gesto e di tutti i valori in cui crede