closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 28.06.2014

Fiscal compact e rientro dal deficit non si toccano. Angela Merkel concede solo tempi supplementari per i soliti compiti a casa. A decidere se stringere o allentare l’austerità non saranno i singoli stati ma la Commissione guidata dal nuovo presidente, per la prima volta votato a maggioranza

Europa

Un dinosauro d’Europa per gestire la svolta delle parole

Anna Maria Merlo

Il lussemburghese Jean-Claude Juncker scelto dai leader europei con 26 voti a favore e 2 contrari alla presidenza della Commissione. Conferma all'europarlamento il 16 luglio. L'asse Italia-Francia ha condizionato il voto per Juncker a un impegno sul rilancio economico. Renzi "molto soddisfatto" per la svolta: crescita e occupazione sono al primo posto. Ma il diavolo sta nei dettagli, che verranno definiti nei prossimi mesi, sotto presidenza italiana

Juncker, social-cristiano di lungo corso

A.M.M.

Il Consiglio europeo sceglie l'ex primo ministro lussemburghese, in politica da 32 anni. Gran Bretagna e Ungheria votano contro. Ha fama di mediatore, dovrà gestire una Ue sempre più divisa e senza un vero progetto comune

INTERVISTA A BERTINOTTI

Bertinotti: «L’ordine nuovo di Renzi. Autoritario, non di sinistra»

Daniela Preziosi

«Il centrosinistra è storia chiusa. E quella di Sel non è neanche una scissione. Il premier è un Giano bifronte: populista dall’alto e insieme bonapartista». «Le mie colpe? Tre occasioni perse». «Ho votato Ingroia e con più vicinanza la lista Tsipras, ma non credo in queste strade». «Vendola e Migliore? Non sono il loro maestro, abbiamo condiviso la stessa comunità»

Pubblico impiego, pronta la protesta

Roberto Ciccarelli

Da lunedì 7 luglio, la mobilitazione della Cgil. Sit-in davanti alle prefetture. Mobilità obbligata, nessuna soluzione per i precari e demansionamento degli impiegati

“Se ti scappa la pipì fattela addosso”

Giorgio Salvetti

La Filtcem Cgil denuncia l'incredibile caso dell'azienda di cosmetici Gipicco's dove ai lavoratori sarebbe vietato anche andare in bagno. Ieri sciopero di sei ore e blocco stradale

«Non investite nelle colonie israeliane»

Michele Giorgio

Cinque Paesi europei, tra i quali l'Italia, "avvisano" le loro aziende che avviare attività finanziarie e investimenti nelle colonie israeliane potrebbe avere conseguenze legali. «Se continuerà l'espansione delle colonie, altre nazioni Ue emetteranno simili avvisi», ha spiegato il rappresentante dell'Ue in Israele Lars Faaborg-Andersen.

Missile israeliano uccide due palestinesi

Michele Giorgio

Per il portavoce militare avevano lanciato razzi contro Ashqelon. Altri arresti in Cisgiordania dove proseguono le ricerche dei tre ragazzi ebrei scomparsi il 12 giugno

Reportage

La doppia festa della capitale d’Europa

Angelo Mastrandrea

Bruxelles si fa il tifo per la nazionale e per le squadre dei paesi di provenienza. I «red devils» sono amati da tutti perché ognuno riesce a riconoscersi in una squadra che è lo specchio del Belgio di oggi. E la festa si mescola a quella degli algerini delle banlieue. Nel quartiere europeo si vive come in una «bolla», tra happy hour in piazza e atmosfere ovattate. I nuovi italiani hanno poco a che vedere con la vecchia immigrazione e a poche strade di distanza la little Africa di Matonge ricorda il passato coloniale

Carla Lonzi e la potenza delle relazioni

Laura Fortini

Un saggio di Maria Luisa Boccia invita a fare i conti con l’eredità della teorica femminista e il possibile uso della sua elaborazione per «inventare» nuove forme della politica. Le pratiche femministe in una realtà dove è frequente l’olocausto della propria vita sull’altare del profitto

I comuni, tra autonomia e sottomissione all’impero

Marina Montesano

Un sentiero di lettura sul ruolo e la peculiarità dei comuni italiani tra il X e il XIV secolo. «A consiglio» di Lorenzo Tanzini e «Le guerre del Barbarossa» di Paolo Grillo, entrambi pubblicati da Laterza

L’amicizia è il sentimento di appartenenza

Sarantis Thanopulos

L’amicizia è l’incontro tra il medesimo e la diversità, il luogo in cui la tensione tra la condivisione e la rivalità trasforma l’estraneità in territorio di espansione della nostra esperienza. Gli amici trascendono l’appartenenza a un paese, a un popolo, a una tifoseria: non portano bandiere, non cantano inni nazionali, sono compagni nell’esilio che ci rivela il mondo

RESILIENZA PALESTINESE

A scuola di circo, Gaza giocola col fuoco

Chiara Cruciati

La scuola di circo della Striscia di Gaza è il sogno di decine di bambini che da tre anni seguono corsi di clowneria, acrobatica e giocoleria al centro di Beit Lahiya, vicino al confine nord. Un sogno che presto potrebbe essere realtà, grazie all’impegno degli animatori palestinesi e del sostegno italiano

Alias

Un tappeto magico salverà i bambini della Striscia

Chiara Cruciati

Majed e Ghassan hanno iniziato portando sorrisi negli ospedali pediatrici. Ora curano i traumi che i piccoli subiscono vivendo sotto assedio con l’arte circense. Clowneria, giocoleria e acrobatica per affrontare meglio la dura realtà, senza dimenticarla

1914-2014

Grande Guerra, un cinico centenario europeo a Sarajevo

Andrea Oskari Rossini

Lo scrittore Zlatko Dizdarevic attacca le celebrazioni in programma oggi nella capitale bosniaca, a un secolo dall’attentato a Francesco Ferdinando: «Il paese è distrutto e i politici europei verranno qui sorridenti, a ricordare l’amore dell’Europa per Sarajevo, i princìpi europei. Ma se c’è un luogo dove i princìpi europei vengono abbandonati è questo»

Uno smart phone abbatte il sistema

Federico Ercole

«Watch dogs», ultima creatura ludica di Ubisoft nata intorno all’anti-eroe anarchico Aiden Pearce. La sua sete di vendetta si trasforma in un attacco contro il potere fra le strade di Chicago

Attenti alla Stasi 2.0. Ci spia su web

Federico Ercole

Dino Pedreschi, docente e ricercatore universo Big Data: «L’ombra digitale è idea suggestiva, ma la realtà parla di pochi soggetti che controllano i dati di tante persone»

Comizi d’amore a Berlino

Natasha Ceci

Un reportage di un magazine tedesco - in cui si parla delle donne single - crea una discussione in rete e non solo

1974: e la grande Germania andò ko

Eugenio Lorenzano

World Cup 1974: Germania Ovest campione con la macchia della sconfitta subita dai fratelli dell'est che gli rovinò la festa

La stanza trasparente

Rossella Menegazzo

Un incontro con il maestro giapponese Hiroshi Sugimoto, performer e fotografo che, in occasione della Biennale architettura, ha costruito una moderna casa del tè tutta in vetro

Quei bambini appiccicosi

Luca Celada

L'artista Kara Walker ha raccontato la schiavitù nera nell'ex zuccherificio Domino di New York, simbolo del colonialismo americano

John Mayall, blues infinito

Guido Michelone

Il musicista, tra i precursori del sound afroamericano in Gran Bretagna, pubblica il sessantacinquesimo album, «A Special Life»

L'Ultima

La guerra del fracking

Geraldina Colotti

«Il kirchnerismo sta consumando la sua parabola», dice il regista Pino Solanas, senatore della forza politica Progetto Sur, in Italia per presentare il suo ultimo documentario sui disastri ambientali