closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 28.02.2015

Stato di Palestina, il riconoscimento può attendere. La Camera approva due mozioni contrastanti e il Pd si spacca. Per evitare contraccolpi, il governo dice sì a tutte e due. Passa solo l’invito all’intesa tra Fatah e Hamas e al «negoziato». Israele ringrazia, l’Anp è delusa: «Dall’Italia una scelta infelice»

Politica

L’Italia non riconosce la Palestina

Eleonora Martini

Passano col sostegno del governo due mozioni «non contrapposte», del Pd e del Ncd. Democratici spaccati. L’unico impegno è a «promuovere il riconoscimento» e i negoziati. Hanan Ashrawi e l'Anp deluse per i condizionamenti ai palestinesi

LA FIOM A CERVIA

La primavera della Coalizione sociale

Antonio Sciotto

All’assemblea nazionale delle tute blu Landini a tutto campo contro il governo Renzi. Per il lavoro e i diritti il 28 marzo manifestazione nazionale a Roma. Il pacchetto di proteste lanciate dal leader della Fiom anche 4 ore di sciopero scioperi e assemblee il 19. Mentre il 21 iniziativa con Libera a Bologna e il 25 aprile tappa Milano per i 70 anni della Liberazione

Italia

Roma, sgomberati e caricati aspettando Salvini

Roberto Ciccarelli

Scene di violenza ieri a Roma contro i contestatori della Lega. L’occupazione di Santa Maria del Popolo sgomberata ieri mattina. Cariche nel pomeriggio in piazzale Flaminio. Oggi la Capitale sarà divisa in due: la Lega con Casa Pound in piazza del Popolo, i «Mai con Salvini» partono invece da Piazza Vittorio

Primarie in Campania con gli osservatori

Adriana Pollice

I gazebo del caos: fino all'ultimo il tentativo di fermare la consultazione per la scelta del candidato alla presidenza regionale. Domenica si teme un disastro annunciato. Renzi: se va tutto bene è una sorpresa

GENOVA 2001

Solo un buffetto al dottor Bolzaneto

Katia Bonchi

Sospeso per sei mesi il medico che «visitava» in mimetica i manifestanti brutalizzati: L’ordine dei medici di Genova, quattordici anni dopo i fatti, esclude Toccafondi appena fino a ottobre. L’amarezza delle parti civili

Europa

Malvolentieri, il Bundestag dice si’ a 4 mesi in più per la Grecia

Anna Maria Merlo

Ampia maggioranza a favore, che nasconde una forte irritazione contro Atene. Critiche anche alla Commissione, che ha concesso altri due anni alla Francia per rientrare nei parametri del deficit. Schäuble: "non un euro alla Grecia, se non rispetta il piano della trojka". Solo un tedesco su cinque a favore di nuovi aiuti. Nuovo esame per Tsipras a fine aprile, per ottenere il versamento della tranche di 7,2 miliardi. Braccio di ferro con Berlino sulle privatizzazioni. Lo spettro del Grexit persiste

Open Shuhada Street

Michele Giorgio

Migliaia di palestinesi, attivisti stranieri e israeliani, hanno manifestato ieri in occasione dell'iniziativa annuale internazionale (anche in Italia) che chiede la riapertura di Shuhada Street a Hebron, chiusa da 15 anni e resa un deserto dall'esercito e dai coloni

Banksy, per non dimenticare Gaza

Michele Giorgio

In incognita, come sempre, il writer più famoso al mondo ha firmato quattro graffiti e girato un video tra le macerie di Gaza, sei mesi dopo il cessate il fuoco tra Israele e Hamas. «Se ci disinteressiamo del conflitto tra i forti e i deboli, ci mettiamo dalla parte dei forti, non siamo neutrali».

Cultura

Assalto al corpo

Mattia Cinquegrani

«Materia Sacra. Corpi, oggetti, immagini, feticci nella pratica religiosa» di Ugo Fabietti, per Raffaele Cortina editore. Il body, matrice in negativo di quello divino, è icona da onorare e anche punire nelle pratiche Isis

Le pagine fluide

Giorgio Maffei e Patrizio Peterlini

Dal 4 marzo, a Venezia, «Fluxbooks»: due rassegne nelle sedi della Fondazione Bevilacqua La Masa, in collaborazione con la Fondazione Bonotto, che raccontano la storia dei libri d'artista di Fluxus, proiettandoli nel futuro con le giovani generazioni

Error day, lo sbaglio creativo

Linda Chiaramonte

La scienza e i suoi inganni, ma anche l'illusionismo, i non compleanni, le musiche sballate. Una giornata oggi a Bologna dedicata alle sviste, gli abbagli, le imprecisioni

Lui (non) era Spock

Giona A.Nazzaro

Addio a Leonard Nimoy, l'attore simbolo di «Star Trek». Nella serie sin dall'inizio, ne aveva diretto anche alcuni degli episodi considerati tra i più riusciti

Commenti

La facile scalata delle antenne Rai

Federica Martiny

Per Matteo Renzi la politica deve restare fuori dal mercato. E Mediaset può così continuare la sua operazione di ingresso in una società piccola, ma dai profitti certi. Mentre inizia la partita della riorganizzazione dei tg del servizio pubblico

Alias

La maschera, il volto, i linguaggi

Michele Fumagallo

Studiosi da tutto il mondo hanno tenuto un convegno internazionale, tre giornate di incontri (12-14 febbraio) sulla magia della tradizione carnevalesca e satirica

Identikit di giorni d’impazienza

Aldo Colonna

Lo scrittore parla del suo incontro con il cinema, una stagione iniziata sui banchi del ginnasio con Ghirelli e Patroni Griffi, poi l’incontro con Francesco Rosi e «Le mani sulla città», fino alla stagione segnata da Liz Taylor e dai tanti misteri italiani

Arte a tempo indeterminato

Arianna Di Genova

Si chiama Sanba ed è un progetto di arte pubblica da vivere insieme agli abitanti di un quartiere. È così che san Basilio finisce sotto i riflettori

La prima danza senza musica “y sin piruetas”

Maria Grosso

Un incontro con Ivan Gergolet, il regista di "Dancing with Maria" la danza unica di Maria Fux, presentato alla Settimana della Critica di Venezia. Nel ricordo di uno stage sensazionale

Julio Bressane, filmare il dislimite

Giulio Vicinelli

Una raccolta di saggi del grande sperimentatore brasiliano concepiti per navigare a vista tra lettere, visioni e ascolti fuori dal limite. Il grande sperimentatore parla del suo cinema, traduzione di suggestione e forme plastiche

Allenamento giovanili a Colico

Allenatori ancora nel pallone

Pasquale Coccia

Felice Accame docente di teoria della comunicazione a Coverciano racconta il sistema di formazione: «Nel mondo del calcio c’è una parte conservatrice molto evidente, legata agli aspetti socio-politici del sistema, tutti i processi di formazione sono molto più arretrati rispetto a ciò che potrebbe soddisfare le esigenze attuali»

Alias

Le meditazioni elettroniche dei corrieri cosmici

Guido Festinese

Un ricordo di Edgar Froese, scomparso di recente. È stato tra i pionieri del Krautrock. Storia di una scena teutonica che negli anni ’70 immaginava un universo, reale e metaforico, altro, mescolando ritmi visionari. Ripensando ai Tangerine Dream, i Pink Floyd tedeschi