closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 28.01.2021

La direzione del Pd approva all’unanimità la relazione di Zingaretti: «Al Colle solo il nome di Conte». Cade il veto su Renzi. Anche nei 5 stelle vacilla la linea dura nei confronti del leader di Iv che però rialza i toni. Il premier resiste alle sirene anche se arruola solo un altro forzista

Responsabili, la new entry è Vitali

A. Fab.

L'ex sottosegretario alla giustizia di Berlusconi ha legato il suo nome alla fase delle leggi ad personam. Ieri ha scelto di lasciare Forza Italia per appoggiare Conte. E' il primo nuovo ingresso in maggioranza, il gruppo Europeisti-Maie oggi sale al Quirinale

Pallottoliere della Lombardia impazzito, esplode il caso Milano

Roberto Maggioni

Da un giorno all’altro crollano i contagi nel capoluogo: i malati di Covid sarebbero passati, secondo il sistema informatico regionale, da 13.680 a 2.475. Un crollo del 75%. Sala: fare chiarezza. Ma i conti non tornano neanche ai sindaci dei piccoli comuni. Il sistema è andato in tilt e i numeri dei positivi non corrispondono alla realtà

Internazionale

Israele, il virus non frena

Michele Giorgio

Il governo Netanyahu oggi dovrebbe decidere il prolungamento del lockdown nazionale di fronte al contagio che ancora non rallenta e provoca sempre più morti, nonostante la campagna di vaccinazione di massa in corso

Politica

Mattarella: “Fascismo, nazismo e razzismo non nascono per caso”

Riccardo Chiari

A Roma e Berlino, Bruxelles e Strasburgo, in Vaticano e a Washington, ricordate le vittime e denunciati i pericoli del negazionismo e di gruppi che si richiamano a ideologie che, come ha sottolineato l'Anpi, tra il 1933 e il 1945 provocarono circa 17 milioni di morti tra ebrei, prigionieri di guerra, oppositori politici con in testa comunisti e socialisti, omosessuali, rom, sinti, gruppi religiosi, disabili.

Miriam Toews, la luce silenziosa della perdita

Alessandra Pigliaru

Intervista con la scrittrice canadese a proposito del suo ultimo romanzo «Swing low», pubblicato di recente per Marcos y Marcos, in cui racconta la storia di Mel, suo padre scomparso nel 1998. «Il giorno prima di morire, mi disse che non aveva realizzato nulla. Desideravo mostrare come avesse torto, aveva invece vissuto, lottato e sofferto ed era riuscito a farlo con coraggio. Nella comunità mennonita in cui vivevamo, la sofferenza psichica era vista come uno stigma. Aver narrato la biografia paterna, usando la sua voce, è stata una sfida»

Polifonia di voci per immaginare e costruire una città di fratelli

Ilaria Agostini

«Roma: un progetto per la capitale», a cura di Piero Bevilacqua ed Enzo Scandurra, da oggi in libreria per Castelvecchi. Un libro polifonico dall'indole «didattica», rivolto a una classe politica carente (quando non ne sia priva) di immaginativa progettuale sulla città. Dieci gli autori che spaziano dalle pratiche solidali dell’accoglienza messe in atto ai margini della metropoli fino al tema dei trasporti

I dati come strumento dei «custodi dell’acqua»

Lucrezia Ercolani

Iaconesi, Persico e Forte raccontano il progetto U-DATInos, sulle sponde del fiume Oreto a Palermo. Nato dalla collaborazione fra studenti, attivisti, ricercatori e artisti, per ripensare i rituali del «Nuovo Abitare»

Vincitori e vinti, la grande mutazione post-pandemica

Aldo Carra

La distanza tra primi e ultimi aumenta e i gruppi interni alla colonna sociale si scompongono, si mischiano e atomizzano. Presto avremo coscienza del nuovo status. L’idea lanciata da Landini del sindacato di strada, rimanda a una fase di reinsediamento nei territori, in una nuova ondata cooperativa di solidarismo sociale

Le vere intenzioni di chi mette in croce la maggioranza

Roberto Romano, Paolo Maranzano

Il fatto che nessun paese reclami i prestiti europei e punti solo alle sovvenzioni è un fatto che solleva molte riflessioni. Ovviamente ci sono delle ragioni politiche ed economiche, ma la principale è legata all’attuale livello dei tassi di interesse che un po' tutti immaginano abbastanza duraturi

Rubriche

Cybersecurity: cinque consigli dal Wef di Davos

Arturo Di Corinto

Nel Rapporto sui rischi globali licenziato dal World Economic Forum il rischio cyber compare tra i dieci maggiori pericoli per il pianeta. La chiave per affrontarli è la collaborazione tra industrie, policy-makers e regolatori

L'Ultima

È viva la «Congresa»

Alessandro Bricco

I collettivi femministi del Quintana Roo occupano da due mesi il Congresso dello Stato. E senza che sia fissata una data in cui discutere le loro proposte di legge su aborto e femminicidi non se ne andranno

La lobby ogm sbarca in Africa

Manlio Masucci

Bill e Melinda Gates hanno lanciato un’Alleanza verde per produrre il transgenico per sfamare gli africani, ma l’obiettivo è fallito

Clima e pesticidi sono i killer delle api

Linda Maggiori

Nove milioni di api sono state uccise quest’estate dagli insetticidi impiegati nelle colture di mais tra Brescia e Cremona. Svanito l’effetto Covid

Sotterriamo l’idea di sotterrare la CO2

Federico M. Butera

La tecnologia che l’Eni vuole utilizzare non azzera le emissioni dovute alla combustione, ma le riduce soltanto, e la riduzione ha un costo molto elevato. Nulla esclude che un giorno il gas serra possa tornare in atmosfera

Una strage per la diga

Emanuele Giordana

A Capiz, nelle Filippine, il 30 dicembre l’esercito ha massacrato nove leader della minoranza Tumandok. Che si oppone a una grande opera

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.