closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 27.11.2014

«I precari della scuola vanno stabilizzati». È la sentenza storica dalla Corte di giustizia europea che riguarda chi ha lavorato più di 36 mesi con contratto a termine. Tra insegnanti e personale Ata sono almeno 100 mila persone, una platea che si aggiunge alle 148 mila assunzioni annunciate dal governo Renzi

Scuola

Scuola, la sentenza è storica: «I precari vanno assunti»

Roberto Ciccarelli

Colpito al cuore il sistema della precarietà. La corte di giustizia europea: il governo italiano stabilizzi il personale Ata e i docenti che lavorano da più di 36 mesi con contratti a termine. Giannini rassicura: «148 mila in ruolo nel 2015 e 40 mila con un concorso». Per i sindacati è insufficiente: «La decisione riguarda anche gli altri 100 mila esclusi dal governo»

SARDEGNA

La ricchissima Alcoa licenzia

Costantino Cossu

Landini a Cagliari: «Una crisi così grave non l’ha mai vissuta nessuno, serve coraggio, unità e soluzioni nuove». A Portovesme spedite le lettere di licenziamento a 800 operai. Trattativa con Glencore appesa a un filo. E nel frattempo il gigante Usa dell’alluminio fugge e rilancia

Lavoro

#stopjobsact: lo sciopero sociale occupa il ministero del lavoro

redazione

A Roma incontrano il Capo di Gabinetto e il Segretario Generale del Ministero. A Pisa occupata la sede provinciale del Partito Democratico contro l'approvazione del Jobs Act. Assemblea dei laboratori per lo sciopero sociale domenica 30 novembre. L'annuncio: «Convergeremo sotto il Senato nel giorno dell'approvazione definitiva del Disegno di legge delega».

Politica

Il Colle aggiusta il passo alle riforme

Andrea Fabozzi

Renzi al Quirinale su Italicum e modifiche alla Costituzione. Correre non serve a molto: devono marciare insieme. Non si parla più di legge elettorale a dicembre. Palazzo Chigi: chiuderemo tutto a gennaio. L’annunciato addio del capo dello stato ostacolato da un sistema elettorale che è inutilizzabile

Europa

I soldi virtuali del piano Juncker

Anna Maria Merlo

Solo 5 miliardi della Bei di "denaro fresco". Il resto è moltiplicazione dei pani e dei pesci, per mantenere la promessa di investimenti di 315 miliardi in tre anni. Katainen ai comandi. Tensioni tra i paesi per ottenere finanziamenti, nella speranza che si ritrovi "fiducia" e che i privati partecipino perché si realizzi l' "effetto leva", solo orizzonte del neonato Fondo europeo per gli investimenti strategici . "Promessa" di non calcolare nel deficit gli investimenti pubblici destinati al Fondo

Lo Stato prigione

Marco Omizzolo, Roberto Lessio

Almeno diecimila prigionieri politici. Leva obbligatoria fino a 50 anni per gli uomini e 40 per le donne. Obbligo di versare una percentuale dei guadagni per chi fugge all’estero. Pena: ritorsioni contro le famiglie. E’ l’Eritrea di Isaias Afewerki

La legge Veil compie 40 anni

Anna Maria Merlo

Il parlamento francese vota un testo-simbolo per riaffermare il "diritto fondamentale" all'aborto. In Europa ci sono paesi dove resta illegale (Malta, Cipro) o è limitato. Anche in Francia l'offensiva reazionaria, che ha ripreso forza nella battaglia contro il matrimonio gay, rende più difficile l'applicazione della legge

Non solo Ferguson, la rivolta è ovunque

Luca Celada

Secondo giorno di proteste dopo la sentenza di assoluzione del poliziotto omicida di Michael Brown. L’agente che ha sparato si difende con gli stereotipi del demone nero: «Sembrava Hulk»

Negli Usa una guerra a bassa intensità

Bruno Cartosio

Per il rapporto del 2013 Operation Ghetto Storm, nel 2012 una persona afroamericana è stata uccisa ogni 28 ore da un agente, un poliziotto privato o un vigilante. E lo storico Robin Kelley ha elencato su Counterpunch tutti gli ultimi casi di ingiustificabile e mortale violenza poliziesca in Ohio, Illinois, Michigan, Utah, California, New York

Reportage

Riapre Rafah ma per la gente di Gaza è sempre un inferno

Michele Giorgio

Il terminal tornato operativo ieri rimarrà aperto anche oggi. A casa però potrà fare ritorno solo una parte delle migliaia di palestinesi bloccati da un mese in Egitto dopo le misure punitive decise dal regime di al Sisi. La pioggia intanto aggrava la condizione degli sfollati che hanno avuto l'abitazione distrutta dai bombardamenti israeliani.

Cultura

Franco Fortini, il lucido cantore del secolo breve

Donatello Santarone

Raccolte in un volume, curato da Luca Lenzini per Mondadori, tutte le poesie dell’intellettuale italiano. Uno straordinario laboratorio di scrittura per comprendere il mondo senza mai perdere la sua irriducibile specificità, portatrice di un pensiero che spesso confligge con quello della prosa

La grande sfinge a portata di selfie

Valentina Porcheddu

Il restauro dell’area Giza in Egitto e dell’imponente statua è stato progettato in base al dilagante concetto di interattività tra l’opera e i turisti

Katniss, eroina dei nostri tempi

Giulia D'Agnolo Vallan

Dalla lussuosa stravaganza imperiale della capitale, nelle sale «Il canto della rivolta parte prima», terza e penultima parte della saga interpretata da Jennifer Lawrence tratta dalla trilogia distopica di Suzanne Collins, ora ambientata in un mondo claustrofobico e monocolore

Musica in cuffia per scoprire la vita

Giuliana Muscio

«Frastuono», l’esordio di Davide Maldi in concorso a Torino. Due ragazzi, due vite parallele, un viaggio di formazione a Berlino. Il racconto dell’adolescenza

L'Ultima

Guerra allo stupro di massa

Giuseppe Acconcia

Intervista al medico congolese Denis Mukwege, premio Sakharov 2014: «Salviamo le donne il cui corpo è trasformato in campo di battaglia. La violenza sessuale di gruppo è un atto pianificato di guerra. Per conquistare territorio»