closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 27.10.2016

Terremoto tra le Marche e l’Umbria. Due scosse di magnitudo 5,4 e 5,9 a distanza di due ore fanno tremare le stesse zone colpite a fine agosto. Crolli nei borghi storici, interi paesi isolati, panico dal Friuli a Roma

Cgil dice No con Smuraglia, Montanari e De Siervo

Riccardo Chiari

Tutto esaurito all'Obihall con 1.500 persone per l'iniziativa del sindacato "Perché No al referendum". Con il presidente dell'Anpi, e l'emerito della Consulta, anche il portavoce di Giustizia e Libertà. E con Susanna Camusso pronta a ricordare la velocità del via libera al jobs act: “La legge contro il lavoro l'hanno fatta in venti giorni, altro che lentezza dei procedimenti legislativi”.

Chiusura amara per la sede storica del Pd

Irene Mossa

Ultima assemblea nel circolo di via de' Giubbonari, che non ha titolo per affittare un'immobile del Comune e ha un forte arretrato. "Marino e Raggi non ci hanno ascoltato"

Milano, prove tecniche di accoglienza lontanissimi dal delta del Po

Luca Fazio

Martedì prossimo arriveranno i primi profughi alla ex caserma Montello, per più di un anno ospiterà circa trecento richiedenti asilo. Lega e Casa Pound si stanno preparando ad agitare la piazza nel tentativo di replicare la vergogna di Goro, ma nel quartiere è già attivo un comitato di cittadini che sta lavorando da settimane per garantire ai migranti solidarietà e una permanenza dignitosa. Il sindaco Beppe Sala e gli assessori competenti sanno che qualcuno inscenerà la protesta ma sono intenzionati a non fare passi indietro

Dei mingong vogliamo anche il sangue

Alessandra Colarizi

L’80% del sangue raccolto in Cina proviene da donazioni «prezzolate» fornite in modo illegale dalla popolazione «fluttuante»

Il tempo cinematografico del museo

Arianna Di Genova

Un incontro con Cristiana Collu, nuova direttrice della Galleria nazionale d'arte moderna di Roma che ha riallestito la collezione con il titolo: «Time is out of Joint». «A chi pensa che si tratti solo di cosmesi, rispondo che la parola ha a che fare con il cosmo, con la ricerca di un’armonia. Non si può venire al museo per vedere cose brutte. Credo di aver realizzato un lavoro molto classico»

L'Ultima

Il teatrino delle colonie

Michele Giorgio

Il teatro nazionale israeliano Habima cede alle pressioni della ministra della cultura Miri Regev e accetta di esibirsi il mese prossimo in due colonie israeliane. Inutili le proteste di alcuni intellettuali.