closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 27.05.2015

Wikileaks svela le carte segrete che confermano i piani di guerra dell’Europa in Libia per bloccare il flusso di migranti. Previste anche azioni di terra, anche per il controllo dei pozzi petroliferi. Oltre a manovre mediatiche per «enfatizzare» solo gli aspetti positivi dell’operazione e nascondere le preventivate vittime civili

Editoriale

Guerra e media da ingaggio

Tommaso Di Francesco

Una missione militare a tutti gli effetti e non un'operazione di polizia per salvare migranti, come invece raccontano i ministri Alfano e Gentiloni

Europa

Rifugiati: le “quote”, un “malinteso”

Anna Maria Merlo

La "solidarietà" rivista al ribasso: per il "ricollocamento" dei migranti, Bruxelles verso la conferma del limite di 20mila in due anni (la metà di quanto richiesto dall'Onu), in particolare eritrei e siriani, "casi di emergenza" che rientrano nell'articolo 78, comma 3 del Trattato di Lisbona. Per l'attuazione, bisogna aspettare la riunione dei ministri degli Interni del 15 giugno e il via libera del Consiglio europeo di fine giugno.

Internazionale

Rohingya e bangladesi nelle fosse comuni

Emanuele Giordana

Campi di detenzione e tortura per migranti al confine tra Malaysia e Thailandia. Autorità conniventi con i trafficanti di persone. Anche Myanmar sotto accusa per i soprusi sulla minoranza musulmana. E dalla premier del Bangladesh arriva una dichiarazione choc: «Chi emigra è un malato mentale»

Commenti

La Realpolitik dei socialisti francesi

Piero Bevilacqua

Quando Jean Paul Fitoussi chiese a Hollande di inaugurare la sua presidenza con un viaggio nei paesi del Mediterraneo. E lui fece subito rotta verso la Germania di Angela Merkel

Europa

Atene alla Ue: «Ci sarà l’intesa e pagheremo»

Pavlos Nerantzis

Il governo di Tsipras è convinto che si troverà un accordo con i creditori e che verrà pagata la rata di 312 milioni entro il 5 giugno. Varoufakis smentisce la proposta per una tassa sui prelievi ai bancomat

I colpi di avvertimento dell’opposizione in Syriza

Dimitri Deliolanes

Nel comitato centrale la mozione favorevole a Tsipras è stata approvata con 95 voti, mentre 75 hanno votato un emendamento proposto dalla Piattaforma di Sinistra. Un emendamento aggressivo: «Le istitutizoni europee non cercano un compromesso onorevole», constatava per aggiungere: «Se le istituzioni continueranno nei prossimi giorni la stessa tattica ricattatoria, il governo deve dichiarare fin da ora che non ha intenzione di strangolare il popolo greco prosciugando i suoi risparmi, che non pagherà la prossima tranche al Fmi e che sta progettando risposte alternative a livello economico, politico e strategico in modo da garantire la piena applicazione del suo programma».

Politica

Civati lancia «Possibile», Landini low profile

Massimo Franchi

A giorni nasce il partito. Fiom defilata nella due giorni di lancio. «Non escludiamo nessuno», dice l’ex pd. Ma c’è già chi si sente sorpassato. Il sindacalista cerca di non personalizzare il nuovo progetto

I nomi impresentabili slittano a venerdì

Daniela Preziosi

Ma è fuga di notizie su quattro pugliesi, uno appoggia Emiliano. Bindi furiosa contro chi ha dato l’anticipazione alla stampa. Il rischio di un pasticcio

Cade l’alibi di De Luca

A. Fab.

La Cassazione ha deciso che la competenza sull'applicazione della legge Severino non è del Tar. L'ex sindaco di Salerno ci contava per tornare velocemente in sella quando, eletto, dovrà affrontare la sospensione per la condanna in primo grado

Lavoro

«Cassa» col bonus-malus e niente reddito minimo

Massimo Franchi

Decreto ammortizzatori: il governo cambia ciò che funziona: la Cig ordinaria e straordinaria che consentono alle imprese di non licenziare. Le imprese che hanno usato la cig pagheranno di più Ma così s’incentiva a licenziare. Cancellato invece il previsto strumento contro la povertà: non ci sono risorse

Netanyahu si annette le colonie ebraiche

Michele Giorgio

Il premier israeliano, secondo il quotidiano Haaretz, avrebbe detto alla ministra degli esteri dell'Ue Mogherini di essere disposto a riprendere i negoziati con i palestinesi ma sui confini delle colonie ebraiche costruite in Cisgiordania e non dalle linee del 1967 precedenti all'occupazione militare. L'Olp rispedisce al mittente la proposta

Cultura

Italo Mancini, il teologo dei doppi pensieri

Paolo Ercolani

La ripubblicazione da parte della casa editrice Morcelliana delle opere più significative del noto filosofo della religione Italo Mancini. Parla Piergiorgio Grassi, docente a Urbino e suo allievo

Michel Serres, il cacciatore di tracce

Marco Dotti

Un numero monografico della rivista Riga dedicato a Michel Serres. All’incrocio di saperi diversi per sfuggire al rischio di una scrittura e di un pensiero autocompiaciuti

I misteri di Enzo Gragnaniello

Stefano Crippa

Esce il nuovo album del cantautore napoletano. Dodici canzoni compresi due duetti e una dedica senza parole a Pino Daniele

Oh Norma che vivi nel sud del mondo

Gianfranco Capitta

L’artista Kara Walker cura una versione dell’opera di Bellini. Immagini suggestive cast perfetto, ma l’anello debole è proprio la regia

Cogli la prima mela, Duda

Luciano Del Sette

Le mille contraddizioni della Polonia ospite all'Expo con il suo padiglione. Un'economia in ascesa e i venti razzisti delle recenti elezioni