closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 26.11.2019

Mezza Italia sommersa dal fango. Da Nord a Sud 6.000 opere da ristrutturare in un paese divorato dal consumo di suolo. Si sbriciola il 91% dei Comuni. Genova isolata, Autostrade chiude l’A26 dopo i falsi report sulla sicurezza dei viadotti. E l’Onu denuncia l’impennata dei gas serra

Piemonte, pericolo valanghe

Mauro Ravarino

Milioni di danni e una vittima a causa del «Ciclone Luis»: una donna di 52 anni travolta con la sua auto dalla piena del Bormida. Il Po torna sotto la soglia d’allarme, ma l’allerta si sposta ora sopra i duemila metri

Ponti e viadotti, quasi seimila da consolidare

Riccardo Chiari

Un dossier dell'Upi (Unione province italiane) sulle criticità della rete stradale, con circa duemila fra ponti, viadotti e gallerie che avrebbero bisogno di interventi urgenti. Mentre Cnr e Spea Engineering (Gruppo Autostrade) segnalano dieci viadotti autostradali in condizioni degradate.

Commenti

La macchina cieca dello sfasciume territoriale

Tonino Perna

Mentre il Paese si sbriciola si continua a cementificare il territorio, a investire miliardi di euro in opere inutili come il Mose, o in studi fantascientifici come quelli che sono stati buttati su un’opera insostenibile: il Ponte sullo Stretto di Messina

Politica

Prescrizione, Conte pressa il Pd

red. pol.

Il presidente del Consiglio appoggia il ministro Bonafede che vuole confermare la riforma approvata con la Lega. E Di Maio mette un altro dito nell'occhio al Pd: non fate come Salvini

Il lungo sciopero delle università inglesi

Andrea Capocci

Due settimane di protesta per il reddito e contro la precarizzazione del lavoro. Oxford, Cambridge e molti altri: 60 gli atenei coinvolti. Gli studenti solidarizzano

In Colombia «ci hanno rubato anche la paura»

Gianpaolo Contestabile, Susanna De Guio

Contro il "paquetazo" governativo, dopo 5 giorni di mobilitazione ininterrotta il "paro" prosegue. E la repressione aumenta. Karen Vanegas, avvocata e attivista per i diritti umani: «Si respira un clima di persecuzione»

Quell’amore simile a una preghiera negato dalla Chiesa

Luca Kocci

Parla don Franco Barbero curatore del volume "Amori consacrati. Testimonianze di suore, frati e preti omosessuali in Italia" (Gabrielli). Sette uomini e sei donne raccontano la loro vita di omosessuali e religiosi: una condizione condannata dalla Chiesa cattolica (secondo il Catechismo, l’omosessualità è un’«inclinazione oggettivamente disordinata») con cui tutte e tutti, in modi e con scelte diverse, hanno fatto i conti, giungendo alla fine a vivere questa «doppia appartenenza» in piena libertà e pace interiore davanti a Dio

Visioni

Madri e figlie, passaggi di testimone

Silvana Silvestri

Al festival «Cinema e donne» di Firenze film e incontri, fra militanza e impegno politico. Il nome fondativo di Agnès Varda ricordato con alcuni dei suoi lavori degli anni ’70