closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 26.11.2017

Il movimento contro la violenza sulle donne invade le strade di Roma. In 150 mila da tutta Italia per una manifestazione imponente e festosa. Ragazze e ragazzi, vestiti di colori e di cartelli, mostrano il volto pacifico e la forza delle nuove generazioni

MONTECITORIO

«Sono qui perché sono viva e ho denunciato l’inferno»

Daniela Preziosi

Nell’aula di Montecitorio l’onda di chi ha resistito «I centri salvano la vita, le risorse non bastano». Laura Boldrini: la violenza non riguarda esclusivamente le donne. Riguarda il paese e sfregia tutta la comunità, perché tanti uomini non fanno questa battaglia? Touria Tchiche: c'’è un momento in cui devi decidere: o sei la principessa che deve essere salvata, o sei la combattente che si salva da sé

Europa

Un solo euro a donna per il piano Macron

Anna Maria Merlo

Il presidente francese lancia un ambizioso programma contro le violenze di genere. Ma dimentica i finanziamenti. Per le femministe è solo un catalogo di buone intenzioni

Politica

Leopolda rottamata a colpi di buoni sentimenti

Riccardo Chiari

Edizione come sempre affollata ma che subisce il "cambio di fase": il Pd a caccia di voti dà spazio a giovani, donne e uomini coraggio, buone pratiche. Una normalizzazione che guarda alle urne ma cancella il progetto originario: "Fatta così, cosa c'è di diverso da un'assemblea di partito".

Belgio, la lotta contro il cottimo digitale

Roberto Ciccarelli

La protesta dei ciclo-fattorini dopo la decisione di Deliveroo di rompere con la cooperativa SMart che ha contrattato l’algoritmo. I «riders» uniti con la «Critical Mass» vogliono la tutela del salario minimo. Un caso unico nel mondo delle piattaforme digitali: la negoziazione dei diritti e delle tutele dei lavoratori attraverso l'algoritmo

Daniele Manno: «Voglio lavorare come un essere umano»

Roberto Ciccarelli

Artista e rider a Bruxelles, Daniele Manno è in Belgio da nove anni ed è uno dei protagonisti della mobilitazione dei ciclo-fattorini contro la decisione di Deliveroo di tornare al cottimo: "La società deve mobilitarsi contro il ritorno al cottimo. Ora riguarda i ciclisti. Domani tutti, anche i dottori costretti a inventarsi malattie per guadagnare di più"

SPAGNA

L’indipendentismo vacilla, la Catalogna torna quasi normale

Luca Tancredi Barone

Esquerra republicana, in testa nei sondaggi, e PdCat cambiano strategia sulla dichiarazione unilaterale. Solo la Cup non retrocede: la lotta è nelle piazze. Ma forse stavolta senza istituzioni. Gli ex ministri e i «due Jordi» potrebbero uscire dal carcere, il caso passa al Tribunal Supremo

LIBIA

Macabro mare di Libia

Adriana Pollice

Ieri l’ennesimo naufragio al largo di Garabulli, decine le vittime. Chi si salva finisce nei centri gestiti dalle milizie

EGITTO

Strage alla moschea, la lotta eterna dei salafiti al misticismo sufi

Michele Giorgio

«I sufi riescono a strappare molte centinaia di giovani ai gruppi più radicali, in un modo che l'Esercito non è stato in grado di fare. L'Isis vuole eliminare un rivale ideologico molto convincente», spiega al manifesto Mohammed Sabry, giornalista e analista che ha lavorato a lungo nel Sinai.

Crollo degli aiuti, i saharawi non hanno più cibo

Gianluca Diana

Drastico calo degli aiuti internazionali ai campi profughi in territorio algerino. E gli effetti sono impietosi: il 40% dei bambini fino a cinque anni mostra un ritardo della crescita, il 60% delle donne in gravidanza soffre di anemia

Cultura

La nostra felicità è incalcolabile

Teresa Numerico

«Mezzi di distruzione matematica» di Cathy O’ Neil, per Bompiani. La misurabilità è a torto considerata oggettiva: non esistono parametri per valori impalpabili. Ridurre le persone a dati «valutabili», le trasforma in categorie secondo un principio razzista

Gli anni affollati di Giorgio Gaber

Guido Festinese

Esce un volume di Gian Piero Aloisio che racconta l'amicizia con il grande artista scomparso e ne tratteggia con affetto la figura

Misera gente del lago, ritratta con buffa leggerezza

Paolo Simonetti

Influenzato dal genere Shishosetsu, Richard Brautigan si è ispirato a una vicenda della propria infanzia per raccontare la violenta iniziazione del suo protagonista: «American dust», prefazione di Luca Briasco

Non si può dare la colpa alle colline

Francesca Borrelli

Ambientati in una zona ex mineraria del Kentucky, gli impeccabili racconti della prima raccolta di Chris Offutt mettono in scena la terribilità del niente, senza ombre di cadute: «Nelle terre di nessuno», da minimum fax

Gracq, senso di attesa e psicologia del paesaggio

Pasquale Di Palmo

L’Orma editore ripropone «La riva delle Sirti» di Julien Gracq nella storica versione di Bonfantini. Apparso nel 1951, conseguì il Goncourt (rifiutato). È un romanzo atipico, quasi metafisico: una guerra sempre rimandata e una geografia immaginaria

Le foto di Magliani per i Maestri

Massimo Romeri

Il «Battesimo» di Bellini, il «Crocifisso» di Donatello, la «Cappella Piccolomini», la «Santa Giustina» di Veronese. ArtchivePortfolio vara quattro agili monografie, con nuove campagne fotografiche di Mauro Magliani: un benefico ritorno alle origini dell'editoria d'arte

Gli ebrei olandesi nello specchio di Rembrandt

Marco M. Mascolo

Nel disegnare le relazioni di Rembrandt con le comunità sefardita e ashkenazita di Amsterdam, Nadler (l'importante studioso di Spinoza) è ancora ignaro, purtroppo, delle recenti, cruciali ricerche sul pittore, in particolare il Corpus of Rembrandt Paintings realizzato sotto la guida di Ernst van de Wetering

Per Severino Cesari

Severino Cesari

Questi racconti tratti da «Storie per quattro giornate», uscito da Sellerio nel 1989, articoli e poesie di Severino Cesari, morto lo scorso 25 ottobre, hanno lo scopo di far conoscere la sua stagione più giovane a chi non c’era e renderlo più vicino a noi, che abbiamo lavorato tanti anni con lui

Genovesino intinge il pennello nella matana del Po

Simone Facchinetti

Luigi Miradori, detto il Genovesino, fra gli eccentrici del Seicento uno dei più simpatici. Frangi, Guazzoni e Tanzi gli dedicano la prima rassegna monografica, dove la filologia si fa atto d’amore