closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 26.09.2014

L’attacco di Renzi ai sindacati ricompatta la Cgil. Camusso e Landini si riuniscono e lanciano un’unica manifestazione: sabato 25 ottobre in piazza San Giovanni per il lavoro, contro la precarietà. Cisl e Uil si defilano. Intanto il premier va a Detroit e abbraccia Marchionne

Politica

Csm, Napolitano cita Lussu (ma a metà) per Legnini

Andrea Fabozzi

Con un ricordo della Costituente, il presidente della Repubblica interviene in favore di un vicepresidente dell'organo di autogoverno della magistratura con esperienza "politico-istituzionale". Come il sottosegretario uscente all'economia

Italia

Un nome ai morti di Lampedusa

Carlo Lania

Rintracciati i parenti, si sblocca il riconoscimento delle vittime della strage di un anno fa. Sono 192 le salme già identificate

EUROPA

Senza pacifismo crisi della democrazia

Luciana Castellina

Quel che rende più difficile oggi il compito del pacifismo rispetto agli anni ’80 è l’ottusa sordità che ormai domina gli schieramenti politici: nella socialdemocrazia europea non c’è più ombra di interlocutori, nel Pd meglio non parlarne

Internazionale

Hollande parla di “guerra”, Londra vota oggi la partecipazione e apre all’Iran

Anna Maria Merlo

La Francia, traumatizzata dall'esecuzione di Hervé Gourdel, rafforza le misure di sicurezza. Bandiere a mezz'asta per tre giorni. Il Consiglio del culto musulmano invita a manifestare contro il terrorismo alla Moschea di Parigi. Cameron chiede a Rohani di contribuire alla sconfitta dell'Isis. La Francia bombarda in Iraq e studia l'ipotesi di allargare in futuro l'azione alla Siria

Fatah e Hamas ci riprovano, governo di unità anche a Gaza

Michele Giorgio

Ieri al Cairo i due principali movimenti politici palestinesi hanno raggiunto un nuovo accordo. E’ una ricucitura che rilancia il ruolo dell’esecutivo tecnico nato ad inizio giugno che non aveva mai potuto estendere la sua autorità anche su Gaza. Si attende la reazione di Israele. Abu Mazen presenta la sua iniziativa all'Onu

SBILANCIAMO L'EUROPA

Stiglitz, l’età della depressione

Joseph Stiglitz

La miscela esplosiva contemporanea: un modello che mescola declino economico e speculazioni della finanza, una produzione ridotta all’osso e controllata dalle grandi imprese, vecchi risparmi familiari che finanziano consumi impoveriti, una società disuguale, frammentata e disorientata

Diritti dei lavoratori: la terapia choc francese

Anna Maria Merlo

Un «libretto giallo» della Confindustria di Parigi propone una riforma del lavoro a colpi di piccone. Il Medef recita la litania ultraliberista per combattere «i freni all’assunzione» proponendo di «semplificare il codice del lavoro»

L’austerità è tossica

Giovanni Dosi

Le politiche per l’austerity producono un’inevitabile caduta del Pil e dell’occupazione, creando un aumento del rapporto fra debito e Pil. In Italia si discute in modo scellerato di abolizione dell’articolo 18, misura che, se attuata, avrà sicuramente effetti negativi sull’economia

Cultura

Il fronte labirintico

Claudio Vercelli

Il primo conflitto mondiale e la nascita della pedagogia di massa fino alla palingenesi sociale nel libro «La guerra italiana. Partire, raccontare, tornare 1914-1918» di Marco Mondini

Maria Callas, mito portatore di glamour

Michele Ciavarella

La diva resiste all’usura del tempo come testimonia un’operazione discografica che raccoglie in 69 cd rimasterizzati tutte le registrazioni da studio effettuate per la Columbia

L’India spirituale in un clic

Francesca Angeleri

In una mostra a Carignano, aperta fino a domenica 28 settembre, le immagini di Francesc Rosso catturate durante una permanenza di quattro mesi a Mumbay

Murasaki Baby, macabre meraviglie

Federico Ercole

L'opera prima di Ovosonico, la software house italiana, disponsibile in una console portatile Ps Vita di Sony, per cui il gioco è stato sviluppato

La Matrioska delle sanzioni

Andrea Vento*

I provvedimenti finanziari introdotti dall’Unione Europea lo scorso 12 settembre contro i giganti del settore energetico russo potrebbero avere riflessi negativi sull’economia italiana che si ripercuotono al di fuori del singolo comparto dell’approvvigionamento energetico