closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 26.05.2017

Il Tar del Lazio boccia la nomina dei direttori di cinque musei voluti da Franceschini: «Criteri irregolari e magmatici». Contestata la selezione a porte chiuse dei dirigenti stranieri. Il ministro: «Figuraccia mondiale». E Renzi va all’attacco dei magistrati

Politica

Mibact, il tar boccia i direttori dei musei

Adriana Pollice

E' l'ennesima stroncatura di un provvedimento simbolo dei mille giorni del governo Renzi: la sentenza accoglie i ricorsi e annulla cinque nomine per vizi di procedura e criteri magmatici nel giudizio. Contestata anche la partecipazione di stranieri

Editoriale

Il ministro fai da te arrogante e pasticcione

Tomaso Montanari

La nomina dei superdirettori oggetto dei ricorsi esaminati ha due gravi difetti. Il primo è che viola una legge del 2001 che impone che la dirigenza pubblica sia riservata ai cittadini italiani. Il secondo è che le modalità della selezione sono state così opache da non garantire i diritti di tutti i concorrenti

L'età del terrore

Lo yankee non si contesta più. «Pensiamo ai Trump nostri»

Daniela Preziosi

In Italia niente piazze contro la visita del presidente del riarmo, a sinistra cade un altro tabù. Movimenti deboli o infine maturi? L’autocoscienza di quelli che manifestazioni stavolta no. «Siamo deboli e divisi, siamo ripartiti dai nostri territori, che però ora sono la nostra gabbia». Gad Lerner: «Il vero corteo antiDonald? Quello di Milano, era il futuro»

«Basta scontrini, vogliamo un lavoro»

Antonio Sciotto

In piazza dopo il licenziamento via sms. Gli «scontrinisti» non si arrendono: sit-in con Cgil, Usb e la sinistra per avere giustizia. Il sistema dei volontari a rimborso anche all’Archivio di Stato: tre ex lavoratrici hanno fatto causa

Commenti

Nella crisi brasiliana l’occhio del ciclone latinoamericano

Roberto Livi

Trema l’Argentina. Non solo perché la sua economia è fortemente dipendente dal vicino, ma anche perché il governo del presidente Macri si trova ad affrontare una forte protesta sociale e uno scontro con i sindacati. Ma in generale è tutto il subcontinente, che attraversa una pericolosa fase di instabilità, a essere preoccupato per gli equilibri nel gigante sudamericano

Al di là dei limiti dello spazio

Andrea Cortellessa

«I pesci non portano fucili», l'antologica di Alfredo Pirri al Macro Testaccio a cura di Benedetta Carpi De Resmini e Ludovico Pratesi

DON MILANI

Un disobbediente in direzione ostinata e contraria

Alessandro Santagata

Molte le iniziative sul prete di Barbiana, scomparso da 50 anni, domani ne avrebbe compiuti 94. Carte inedite nel volume «Lettera ai cappellani militari. Lettera ai giudici», a cura di Sergio Tanzarella. Testo collettivo e politico in difesa degli obiettori contro l’accusa di viltà

Visioni

Viaggio a lato della follia

Cristina Piccino

Presentato fuori concorso «12 giorni» il documentario di Raymond Depardon, girato in due ospedali psichiatrici francesi. Quello che interessa al regista e fotografo non sono le singole storie in sé, ma quanto rivelano nella pratica della cura messa in atto rispetto alla malattia mentale dall'istituzione

Quei ragazzi dallo sguardo differente

Silvana Silvestri

Arrivato in contemporanea con la presentazione alla Quinzaine,«Cuori puri» il bel film di Roberto De Paolis. Storie ai margini oltre la sopravvivenza

Metafora russa, prima e dopo il muro

Cristina Piccino

In concorso «Une femme douce» di Sergei Loznitsa. Ispirato a «La mite» di Dostoevskij, l'odissea di una donna tra la corruzione, la miseria e il disagio sociale del paese

L’estate romana di Milo Manara

Flaviano De Luca

Dal 26 maggio al 9 luglio al Macro di Testaccio una mostra con oltre 100 opere dei suoi tanti lavori. Un appuntamento che è l'aperitivo della terza edizione di Arf, festival di storie, segni e disegni (26-28 maggio)

I puri e i dannati di New York

Giulia D'Agnolo Vallan

In gara la terza opera di Benny e Josh Safdie, «Good Time», protagonista Robert Pattinson. Un road movie notturno che porta una sferzata di vita al concorso

Lanthimos e il cervo sacro

Silvana Silvestri

Horror che esplora il concetto di giustizia e i comportamenti umani. E il regista sottolinea anche l'aspetto comico del film

Rubriche

Un minuetto sulle Dolomiti

Tommaso Nencioni

La firma sul traguardo la mette Van Garderen, con Landa ancora battuto in una volata che è l’esatta fotocopia di quella persa a Bormio

Le poesie inedite di Pietro Ingrao

Alberto Olivetti

Quarantaquattro poesie composte tra il 2001 e il 2008 conservate in una cartella verde. Un mannello di fogli dattiloscritti con le correzioni a mano dell’autore

No alla legge che piace ai capipartito

A cura dei comitati promotori

Metà maggioritario e metà proporzionale (per finta) inzeppato di liste bloccate, il testo votato l’altro giorno in commissione Affari costituzionali della Camera è una proposta a dir poco indecente