closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 26.04.2016

L’Italia celebra la Liberazione. Migliaia di persone in piazza. Contro l’Europa dei muri e i fascismi vecchi e nuovi. Discorso di Mattarella in Valsesia, Piemonte: «Per la libertà fu decisivo il contributo del nostro popolo. È sempre tempo di resistenza»

Italia

La nuova Resistenza contro i muri dell’Europa

Luca Fazio

La presenza sul palco di piazza Duomo del sindaco di Lampedusa, Giusi Nicolini, ha dato senso a una tensione che era presente lungo lo straordinario corteo del 25 aprile che si è riversato in piazza Duomo: "Il problema non sono i profughi, il problema è questa Europa". Anche il sindaco Giuliano Pisapia, alla sua ultima uscita per la festa della Liberazione, ha messo l'accento sulla necessità di accogliere chi fugge dalla guerra e dalla miseria. I candidati alla poltrona di Palazzo Marino, Stefano Parisi e Beppe Sala, sono passati quasi inosservati. Le elezioni di giugno non sono ancora in cima ai pensieri dei milanesi che come sempre non hanno perso l'occasione di ritrovarsi nella piazza più felice ed accogliente

Politica

Più prescrizione che intercettazioni

Red. Pol.

Renzi in frenata: gli ascolti sono un affare tra giornalisti e pm. Il ministro Orlando: la riforma del processo penale può essere legge entro l'estate. Il guardasigilli on replica al presidente dell'Anm Davigo: evitiamo il conflitto

Obama e l’Europa in crisi

Anna Maria Merlo

Obama incontra Merkel, Cameron, Hollande e Renzi a Hannover. La difesa al centro del mini-vertice, gli Usa chiedono agli europei di aumentare i finanziamenti. 250 consiglieri militari Usa in più in Siria, appoggio a Sarraj in Libia. Tensioni sul Ttip

Europa

Ttip, avanti a tappe forzate

Monica Di Sisto

La campagna per il No in piazza a Roma il 7 maggio con produttori, attivisti, lavoratori dell’agricoltura e del settore pubblico

Internazionale

L’Egitto della dignità sfida al Sisi

Michele Giorgio

Oltre cento arresti al Cairo dove il regime ha schierato migliaia di poliziotti per impedire le manifestazioni contro la cessione delle isolette di Tiran e Sanafir all'Arabia saudita. Fermati giornalisti stranieri. In manette anche Ahmed Abdallah, direttore del consiglio di amministrazione della «Commissione Egiziana per i Diritti e le Libertà».

Cultura

Nomadi non solo per scelta

Anna Maria Merlo

Viaggiatori, profughi, esiliati, conquistatori e contestatori. Nell’epoca delle archistar, «Habiter le campement» a Parigi, presso la Cité de l’Architecture et du Patrimoine, invita a riflettere sul «grado zero», sulle «zone ai margini» che destabilizzano le identità collettive e individuali

L’invenzione del mondo

Giovanna Zapperi

Al Mucem di Marsiglia, la mostra «Made in Algeria. Généalogie d’un territoire» rilegge lo sguardo cartografico come una proiezione del potere: la mappa è traduzione pittorica dell’occupazione violenta

Visioni

Censure su Busan

Matteo Boscarol

Il Biff 2016 - uno dei festival cinematografici della Corea del Sud più prestigiosi, forse non si farà. Colpa delle ingerenze della politica contro un doc «scomodo», il taglio dei fondi e il contratto non rinnovato al direttore artistico, Lee Yongkwan,

A Torino sfumature jazz fra teatro e cinema

Stefano Crippa

Quinta edizione del festival nel capoluogo piemontese (22 aprile-1 maggio) in una mescolanza di linguaggi. Vinicio Marchioni e Francesco Cafiso improvvisano sulle pagine di Julio Cortazar

Le verità del Far East

Giuliana Muscio

Il circolo vizioso e perverso fra controllo dei media, politica e finanza da un lato e polizia socio ideologica dall’altro, è al centro di molti film in cartellone al festival di Udine

Il puro e l’impuro

Mariangela Mianiti

I dogmi complicano la via anche ai credenti perché si affannano a complicare ciò che la natura ci ha dato da usare. Alcuni esempi

L'Ultima

Papa Wemba, il dandy ribelle della rumba congolese

Marco Boccitto

La morte sulla scena, durante un concerto in Costa d'Avorio, del celebre cantante africano. Voce da "usignolo" e punto di riferimento per un movimento giovanile che ha fatto storia. Un codice di eleganza da opporre all'orrore della povertà