closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:

Edizione del 26.02.2020

Il coronavirus «è poco più di una normale influenza». Dopo i litigi con Conte, il governatore della Lombardia Fontana smorza gli allarmi e si smarca da Salvini. Al nord muoiono altri 4 anziani. Contagi oltreconfine, controlli sugli italiani. L’Istituto superiore di sanità: «Focolai circoscritti». L’Oms: «In Cina raggiunto il picco del virus, inizia il calo»

Editoriale

L’epidemia come sfida e occasione

Tommaso Di Francesco

Può essere l’occasione per prendere coscienza del punto esatto nel quale è iniziata la deriva inarrestabile che mette in discussione le basi della civiltà fin qui realizzata: in discussione è l’intero modello di sviluppo globale, le gerarchie di mercato della globalizzazione reale, senza regole, che sembrava inarrestabile e che invece all’improvviso si scopre vulnerabile ma senza ammetterlo

Da Addis Abeba all’Onu: la scienza è un diritto umano

Andrea Spinelli Barrile

Dal VI Congresso mondiale della Ricerca scientifica arriva la spinta: l'11 marzo la ricerca e il diritto a beneficiarne saranno riconosciuti diritti universali dalle Nazioni unite, contro oscurantismo, scarsa democrazia e poca condivisione delle informazioni

Dai medici scalzi alla diatriba tra medicina tradizionale e occidentale

Silvia Frosina

Il dualismo tra la medicina occidentale e quella cinese - o come dicono i cinesi tra medicina moderna e tradizionale - è un altro elemento di confusione. Vengono usate entrambe, in maniera complementare: la medicina tradizionale per prevenire la contrazione o la ricomparsa della patologia; la medicina moderna per curare i sintomi già manifesti.

E i demoni cantavano nelle strade deserte

Renata Pisu

A un Ippocrate si contrappone un Hua Tuo ma nessun medico cinese ha mai giurato in suo nome, perché venne giustiziato con l’infame accusa di aver cercato di capire cosa ci fosse realmente dentro il corpo dell’uomo, il che era contrario ai principi confuciani

Hillary Clinton: «La mia vita e quella delle donne americane»

Giovanna Branca

L’ex candidata si racconta in una miniserie diretta da Nanette Burstein: «Trump ha ingaggiato uno stile politico fondato sull’individuazione di bersagli. Molti leader seguono questo modello, è una grande minaccia per la nostra democrazia»

L'Ultima

Libertà in pericolo

Tommaso Di Felice

Parla l’attivista e femminista polacca Marta Lempart, leader del movimento «Ogólnopolski Strajk Kobiet», lo Sciopero nazionale delle donne, creato nel 2016. «Abbiamo protestato con più di mille eventi. I temi che ci stanno più a cuore sono i diritti riproduttivi e la legalizzazione dell’aborto»