closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 25.09.2020

Per salutare Rossana Rossanda Roma sospende la pioggia. Davanti ad una piazza piena di compagne, compagni e amici, da Filippo Maone a Mussi e a Landini, da Tortorella a Macaluso, da Bassolino a Maria Luisa Boccia, con le voci dei giovani e dell’Anpi una serata di impegno, commozione e ricordi organizzata dal manifesto e conclusa da Luciana Castellina

Una grande storia

Rossana, Ruth, Walter e l’autunno della sinistra

Pier Giorgio Ardeni

Rossanda credeva nella politica e sapeva, come Benjamin, che la storia non è lineare, che il progresso non è ineluttabile, che non vi sono “lezioni” di cui far tesoro per prepararsi alle lotte future, che non vi sono momenti tragici inevitabili sulla strada che porta alla vittoria finale

Le sembianze di una gradevole utopia

Vincenzo Vita

È stata una caposcuola. In un partito-giornale ricco di figure di prim’ordine, impreziosito da espressioni del dissenso cattolico come Lidia Menapace e da una parte di Avanguardia Operaia, era un riferimento

Editoriale

Cara Rossana**

Redazione

Pubblichiamo ancora delle lettere che ci sono arrivate in questi giorni. In fondo alla pagina il link per leggere le decine di messaggi che abbiamo ricevuto.

Lo scontro sul proporzionale è rinviato al 2021

A. Fab.

«Nel Pd abbiamo discusso sei mesi per cambiare una pessima legge elettorale maggioritaria e ora c’è un punto di approdo proporzionale. Non è che ogni mattina noi ripartiamo da zero», dice Zingaretti

Italia

L’odissea della Alan Kurdi si conclude a Olbia

Giansandro Merli

La nave umanitaria aveva annunciato l'intenzione di dirigersi a Marsiglia. Stop dal governo francese che ricorda all'Italia quanto previsto dalle convenzioni internazionali: lo sbarco deve essere nel porto sicuro più vicino. Le destre alzano il polverone per la scelta sarda, ma quasi tutti i naufraghi saranno ricollocati in Europa. Lamorgese: «Le sanzioni contro le Ong potrebbero diventare penali»

Migranti

«Patto Ue», tutto come prima. Forse peggio

Filippo Miraglia

Pur avendo trovato un accordo sul Recovery Fund e su come affrontare le conseguenze economiche della pandemia, quando si tratta di diritti e di uguaglianza si preferisce inseguire le destre alla ricerca di improbabili equilibri interni

Internazionale

Farsi da parte se perde? Trump non dà garanzie

Marina Catucci

Il piano dell'attuale presidente: contestare il voto in caso di sconfitta, portarlo davanti alla Corte suprema e farsi assegnare la vittoria. Per realizzarlo ha bisogno di sostituire subito la giudice appena scomparsa Ruth Bader Ginsburg

Radici in movimento oltre il peso della storia

Lia Tagliacozzo

In «Roma ebraica - libro da scrivere», Edizioni Austeria, i volti della comunità capitolina nei testi scelti da Laura Quercioli Mincer e nelle foto in bianco e nero di Olek Mincer

I «rosso-bruni», da Weimar alla Mosca di Limonov

Saverio Ferrari

"Nazionalbolscevismo. Piccola storia del rossobrunismo in Europa" di David Bernardini, per Shake. Un'analisi dei molti volti di una corrente politica e ideologica assai composita e variegata che origina addirittura dal 1919-1920 in Germania

Paure e mutamenti, l’emergenza giapponese

Matteo Boscarol

Le paure e il costante flusso di notizie in continuo mutamento, rende molto difficile scorgere una via d’uscita o solo immaginare un futuro diverso dal presente