closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:

Edizione del 25.06.2019

Messa all’angolo nel grande gioco delle nomine di Bruxelles e sotto la spada di Damocle della procedura Ue, l’Italia si consola strappando alla Svezia le olimpiadi invernali del 2026. Da Sala a Zaia il Lombardo-Veneto festeggia lo «sblocca cantieri» tra Milano e Cortina

Taglio dei parlamentari ad alta suspense

Andrea Fabozzi

Comincia oggi l'iter, assai veloce, per la seconda deliberazione della riforma costituzionale simbolo dei 5 Stelle. Che però, assieme alla Lega, hanno fin qui mancato il quorum tassativo della maggioranza assoluta. E per questo dipendono dalle destre

Italia

Lamponi migranti alla cuneese

Maurizio Pagliassotti

Nel Piemonte leghista cinesi e africani sono sfruttati nella raccolta della nuova inedita coltura. Il centro di accoglienza per stagionali gestito da un sindaco Pd tenta una difficile integrazione

Orso è tornato a casa, ora riposa tra i giusti

Riccardo Chiari

Folla e commozione per l’ultimo saluto a Lorenzo Orsetti, ucciso in una imboscata mentre con alcuni compagni kurdi dell’Ypg era impegnato nella liberazione delle ultime zone rimaste sotto controllo di Daesh in Siria

Yemen, mozioni LeU e Pd per stop alle armi

Red. Esteri

Nuovo attacco Houthi a un aeroporto saudita, rappresaglia - dicono i ribelli - per le uccisioni di civili. E ieri alla Camera dei Deputati italiani è iniziata la discussioni sulle mozioni che chiedono di interrompere l'invio di armi a Riyadh

«Reddito di cittadinanza», una «fase due» incerta e travagliata

Roberto Ciccarelli

Gli "800 milioni" di risparmi che i Cinque Stelle volevano destinare "alle famiglie" saranno destinati, probabilmente, al taglio del deficit, mentre i limiti di un "workfare" aggressivo non saranno allentati, né la platea dei beneficiari di una misura sottodimensionata sarà ampliata. La regione Lazio e Lombardia evidenziano le incertezze sull'avviamento al lavoro dei beneficari. Pubblicata la graduatoria dei "navigator" precari

Editoriale

Ma la guerra fredda Usa-Erdogan resta

Alberto Negri

L’avvicinamento alla Russia e all’Iran, nel mirino costante di Washington, ha allontanato Ankara dalla Nato, per entrare a tutti gli effetti in una nuova ed opposta coalizione regionale. Lo dimostrano la guerra siriana e il tentativo americano di creare una Nato araba a guida israeliana

FORUM IN BAHRAIN

Soldi al posto dei diritti, i palestinesi dicono di no

Michele Giorgio

Si apre oggi a Manama la conferenza voluta dall'Amministrazione Trump per lo sviluppo dell'economia palestinese. Sul piatto, per ora solo a parole, 50 miliardi di dollari. Protagoniste le petromonarchie del Golfo interessate a consolidare i rapporti con Israele. Abu Mazen: vogliono una soluzione politica non economica.

Fotografare le terre dilaniate dal sisma

Giulia Menzietti

Visitabile fino al 1 settembre al Maxxi di Roma l'esposizione collettiva Terre in movimento, a cura di Pippo Ciorra e Carlo Birrozzi, in collaborazione con Cristiana Colli

Essere neri significa vivere sotto assedio

Guido Caldiron

Parla l’autrice di «Matrimonio americano» (Neri Pozza), che sarà stasera a Massenzio per il Festival Letterature. Un’accusa infondata, basata sui pregiudizi razziali, sconvolge per sempre la vita di Roy e Celestial ad Atlanta. «Un’afroamericana che non è vittima di qualche sopruso sa di essere fortunata. Se sei felice ti viene ricordato che rappresenti un’eccezione»

Visioni

Un archivio di lotta e l’utopia queer del movimento Lgbt

Silvia Nugara

L’Aids, le diverse soggettività, la memoria collettica. Una conversazione con il regista e attivista francese Stéphane Gérard, autore di «History doesn’t have to repeat itself» che sarà presentato a Torino nel cinquantesimo anniversario di Stonewall, il prossimo 28 giugno

Rubriche

L’Europa nella strategia nucleare del Pentagono

Manlio Dinucci

Gli Usa si preparano a schierare nel vecchio continente missili nucleari a gittata intermedia con base a terra, analoghi a quelli degli anni Ottanta che furono eliminati dal Trattato firmato nel 1987 dai presidenti Gorbaciov e Reagan

Daisy Osakue e gli altri 8mila atleti sulla pista blu-oro

Pasquale Coccia

È costato come se fosse dorato, il circuito dove le delegazioni provenienti da 127 Paesi del mondo si sfideranno in 18 diverse discipline sportive, ping-pong incluso. In gara la promessa dell’atletica italiana vittima un anno fa di un’aggressione razzista a Torino