closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:

Edizione del 25.05.2019

Schiacciata dalle pressioni del suo partito, alla fine la premier britannica annuncia tra le lacrime le dimissioni per il 7 giugno, «con rammarico per non essere riuscita ad attuare la Brexit». L’«uscita ordinata» dall’Ue sembra ora più lontana. I Tories promettono un nuovo leader entro la fine di luglio

Europa

Le idi di May, la premier capitola. Tories allo sbando

Leonardo Clausi

«Profondo rammarico per non aver attuato la Brexit», la leader dei conservatori cede alle pressioni dei suoi: si dimetterà il 7 giugno. Il partito annuncia che entro la fine di luglio ci sarà il successore. L’ex ministro Boris Johnson ci crede

Polonia, l’opposizione a Kaczynski si fa sentire

Mauro Caterina

Gli ultraconservatori di Pis dati avanti, ma di 3 punti, sulla coalizione europeista di centrosinistra. A mettere in difficoltà il partito nazionalista un documentario sugli abusi della Chiesa

Orbán in testa ai sondaggi sogna un Ppe «sovranista»

Massimo Congiu

Il primo ministro, sospeso dai popolari europei, non sosterrà il candidato Weber e spera di portare il partito più a destra: «Salvini in Italia fa un buon lavoro, non bisogna escludere un’alleanza dopo le elezioni»

Sfregio al Pd e alla sinistra, Belpietro direttore dell’Unità

Matteo Bartocci

I Pessina, costruttori a cui Renzi nel 2015 affidò il giornale oggi in liquidazione, scelgono il direttore de La Verità come direttore editoriale del quotidiano fondato da Antonio Gramsci. Ira del cdr e della Fnsi. Gelo nel Pd zingarettiano alla vigilia delle europee

Dalla Calvana vento di destra su Prato

Riccardo Chiari

Sulla seconda città della Toscana la destra punta le sue fiches con il (moderato) Daniele Spada, probabile ballottaggio con il giovane sindaco uscente Matteo Biffoni, riconfermato dal Pd e ancora popolare in una città concreta e dinamica, ma in difficoltà nel progettare il suo futuro. In corsa anche M5S e, a sinistra, i Comunisti Pratesi e Prato in Comune.

Pestaggio alla genovese

Giansandro Merli

I vertici delle forze dell’ordine si scusano. Scarcerati i due manifestanti. Polemiche per l’autorizzazione agli estremisti di destra

LIBIA

Haftar in stallo bombarda i suoi ex deputati

Rachele Gonnelli

Il generale vola a Mosca, infastidita dalle ultime mosse dell'alleato che prima stacca l'acqua a Tripoli e poi lancia un raid sull'hotel che ospitava i parlamentari "secessionisti" di Tobruk

Brevi dal mondo: Kashmir, Egitto, Kenya, Turchia

Red. Esteri

L'esercito indiano uccide il leader qaedista Zakir Musa, scoppia la protesta. Una corte egiziana ordina il rilascio, dopo 880 giorni, del giornalista di al-Jazeera Hussein. In Kenya nessuna svolta: l'omosessualità rimane reato. Turchia, il sindaco comunista di Tunceli ridà alla città il suo nome curdo

Cultura

Cronache dal tempo che non torna

Simone Pieranni

Legami e distanze in un itinerario che dalla Cina arriva fino al Giappone. Le edizioni O barra O portano in Italia due volumi importanti, di Victor Segalen e Albert Londres. Tra archeologia, arte e giornalismo d’inchiesta, le fasi imperiali e contraddittorie di entrambi i Paesi

La Palestina riflessa nel mondo

Cristina Piccino

In concorso «It Must Be Heaven» di Elia Suleiman, da Nazareth a New York il percorso di un artista libero. In ogni città il protagonista ritrova checkpoint, polizia, miseria, laboratori di fascismo globali

Commenti

Un puzzle confuso per misurare i rapporti di forza nazionali

Marco Bascetta

Non vi è paese, infatti, nel quale la priorità non consista manifestamente nel misurare i rapporti di forza tra le formazioni politiche nazionali, per giunta in una prospettiva di breve periodo. Ancora di più per la maggioranza degli elettori per i quali le situazioni politiche nei 28 paesi membri dell’Unione e le correnti che le attraversano sono un confuso puzzle filtrato dall’interpretazione interessata dei leader nazionali e le istituzioni comunitarie un labirinto rappresentato, nei suoi aspetti malvagi o benefici, secondo le convenienze della propaganda

Rubriche

Il disastro climatico come dimensione politica

Antonio De Lellis

Solo attraverso una Conferenza europea sul debito si potranno individuare le risorse necessarie per un Giubileo che liberi la Terra dal debito ecologico. Rimettendo il debito finanziario e destinando le risorse liberate per contrastare i cambiamenti climatici a favore di tutte le forme di vita

Sulle strade zingaresche

Lorenza Pignatti

Un incontro con Luca Vitone, alla vigilia della sua partenza per il progetto Romanistan, un viaggio da Bologna all'India sulle tracce dei rom e dei sinti. Ogni venerdì, per sei puntate, sul sito del manifesto l'artista racconterà dove si trova e lo stato delle cose

Chris lo svizzero in prima linea

Mario Boccia

Un giovane giornalista si arruola in una guerra non sua e muore: ecco il reale scenario vissuto in prima persona e raccontato nel film «Chris lo svizzero». Diretto da Anja Kofkmel e presentato al Festival dei diritti umani, riletto da un reporter di guerra

La famosa invasione

Nario Serenellini

Intervista a Lorenzo Mattotti in concorso a "Un Certain regard"

Scirea il Gentiluomo

Pasquale Coccia

Darwin Pastorin racconta la storia di un campione e l'epoca della Coppa del mondo

La prima globalizzazione

Adriano Prosperi

Anticipazione per Alias dell'intervento che lo storico terrà a Pistoia il 26 maggio dal titolo: "Alle origini del mondo attuale: incontri e scontri di culture nell'età della prima globalizzazione"

L’altra faccia di New Orleans

Gianluca Diana

La rassegna, che quest’anno ha festeggiato la sua edizione numero 50, rappresenta al meglio l’essenza di una città travolta da Airbnb e gentrificazione

Il buddha di Jimi Hendrix

Guido Mariani

L’oggetto, molto amato dal chitarrista nel suo ultimo periodo di vita, ha aperto una finestra sulla presunta fascinazione dell'artista per filosofie e religioni orientali