closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 25.05.2016

L’accordo di Parigi sul clima mostra le prime crepe. Diversamente dagli impegni una parte dei paesi firmatari della Cop21 investono sulle centrali a carbone. Nella lista dei principali inquinatori Giappone, Germania e Usa. Mentre l’Italia finanzia il fossile nella Repubblica Domenicana. La denuncia alla vigilia del G7 di domani a Tokyo

Economia

Il G7 promette bene e poi investe sul carbone

Antonio Sciotto

Finanziamenti al combustibile fossile per 42 miliardi in otto anni nonostante gli impegni presi a Parigi. Domani il vertice in Giappone: Tokyo guida la lista dei paesi che hanno creato più centrali, seguono Germania e Usa. Male anche l’Italia, con il ruolo del Sace

Il Wwf a Renzi: «L’Italia potrebbe vivere senza bruciare carbone»

Antonio Sciotto

Midulla, responsabile Clima ed Energia dell'associazione: il nostro Paese ha la capacità produttiva necessaria per chiudere tutte le centrali del fossile più inquinante, ma dovrebbe intervenire il governo con misure adeguate. Prima di tutte, tornare a sostenere le rinnovabili

Commenti

Buone carte per la partita di Roma

Piero Bevilacqua

Al candidato Fassina Roma offre una forte base di militanza sociale e la più grande università d’Europa. Il volano per un lavoro di aggregazione utile alla costruzione di un modello di intervento per il nuovo soggetto politico

Politica

L’Anpi: ancora più impegno per il No

A. Fab.

La risposta dell’associazione nazionale partigiani agli attacchi del governo. Mentre i toni aggressivi del presidente del Consiglio cominciano a stancare. Renzi adesso fa l’elenco dei "veri" professori. E annuncia che arriverà a mille. Ma conteggia tra i giuristi anche gli storici, gli economisti, i sociologi e i filosofi

Lavoro

Fumata nera sul contratto, metalmeccanici scioperano

Riccardo Chiari

Federmeccanica chiude al confronto, Fiom Fim e Uilm reagiscono: dodici ore di astensione dal lavoro e due sabati con blocco degli straordinari, il 28 maggio e l'11 giugno. Le prime quattro ore di sciopero a livello locale nei prossimi giorni, un'intera giornata il 9 e 10 giugno, a seconda delle regioni.

Roma, sciopero dei 24 mila dipendenti comunali per il salario accessorio e il contratto

Mario Pierro

La questione romana irrompe in campagna elettorale: stipendi tagliati di 3-400 euro, blocco del turn-over e del contratto. Tronca è riuscito a recuperare il taglio unilaterale di 157 milioni voluto da Marino e dal centro-sinistra, ma non ha raggiunto l'intesa con i sindacati. Il salario accessorio è un problema anche per i candidati al Campidoglio

GRECIA/ EUROGRUPPO

L’Odissea greca senza fine

Anna Maria Merlo

Lo sblocco del prestito, per far far fronte alle scadenze (e il resto per l'economia greca). Difficile intesa tra creditori europei e Fmi sull'alleggerimento del debito, il governo greco obbligato a fare da spettatore mentre la Ue vuole voltare pagina

SPAGNA

La lettera all’Ue smaschera Rajoy

Luca Tancredi Barone

Il governo si impegna ad «adottare nuove misure per raggiungere gli obiettivi», il premier ad interim scrive a Junker e promette altri tagli. Ma in campagna elettorale assicura il contrario

Sul Venezuela aumenta la pressione esterna

Geraldina Colotti

Alimenti distribuiti casa per casa, sussidi diretti e orti urbani per sfuggire ai tentacoli del neo-liberismo Il governo chavista si misura con la piazza, mentre la destra cerca di approfittare della crisi. E di fronte al dilagare dei "golpe istituzionali" in America latina c’è chi parla di un nuovo piano Condor

Netanyahu vuole solo negoziati bilaterali, i palestinesi rifiutano

Michele Giorgio

Il premier dell'Anp Hamdallah respinge la proposta di un incontro tra Netanyahu e Abu Mazen in alternativa alla conferenza che sta organizzando la Francia per rilanciare le trattative israelo-palestinesi. Intanto l'egiziano al Sisi lancia la sua iniziativa diplomatica parallela

Cultura

Nel ground zero della Politica

Benedetto Vecchi

«Non ti riconosco», un viaggio nella crisi del «made in Italy» a firma di Marco Revelli per Einaudi. Un libro sulla fine della grande fabbrica e dei distretti industriali, orfani di qualsiasi progetto di liberazione sociale

Il fascino indiscreto dell’anarchia

Stefano Garzonio

«Zoé. La principessa che incantò Bakunin» di Lorenza Foschini, per Mondadori. Spirito ribelle, Zoja Obolenskaja sostenne finanziariamente le idee politiche dell'anarchico russo

Le ossessioni dei Lacuna Coil

Luca Pakarov

Cristina Scabbia parla del nuovo album della band di cui è front woman, «Delirium»: «È un concept sul tema della pazzia, intesa non solo come condizione mentale. Va ascoltato nella sua interezza»

L’impagabile sorpresa di un peccato di gola

Fabiana Sargentini

Mangiare, bere, cucinare. Il piacere del cibo ma anche la sua ossessione in un paese come l’Italia dove si mangia sempre troppo. A tavola con Mattia Torre, il buongustaio. «Il nutrimento è estendibile a tanti ambiti della vita... Io sono un uomo di eccesso ma subisco il fascino della moderazione»

L'Ultima

Squadroni della morte a Parma

Annamaria Rivera

Nella civilissima Parma, un delitto particolarmente efferato che non sembra attirare i riflettori come altri casi simili. Forse perché la vittima è un ragazzo tunisino, torturato e ucciso per futili motivi da un commando che ha agito sotto la guida di due "insospettabili" cittadini italiani

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.