closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 25.04.2017

Valanga di No all’accordo sui tagli: votando in massa, al 90%, al referendum i lavoratori Alitalia hanno chiesto un diverso piano di rilancio. Vertice d’urgenza del governo. Sindacati di base e sinistra: «Lo Stato entri nel capitale della compagnia»

L’Europa vota Macron

A.M.M.

Dalla Commissione e dalla Germania appoggio al candidato di En Marche! Bruxelles: "3 a 1" contro i populisti (dopo Austria e Olanda).La possibilità di novità nell'Europa sociale

La Cei scomunica Di Maio: “Le sue accuse alle Ong sono vergognose”

Luca Fazio

Il vice presidente della Camera (M5S) travolto dalle critiche dopo l'ennesima dichiarazione avventata su un tema legato alle migrazioni. Questa volta, rilanciando un'accusa infondata che circola da mesi, ha puntato il dito contro le Organizzazioni non governative che salvano i migranti nel mar Mediterraneo perché sarebbero in combutta con i trafficanti. Medici Senza Frontiere e Save the Children Italia parlano di polemica vergognosa e strumentale mentre monsignor Giancarlo Perego denuncia la "visione ipocrita e vergognosa" di chi non vuole salvare le persone in mare. Sul blog di Grillo i pentastallati cercano di smorzare i toni ma annunciano un'interrogazione alla Commissione europea

Campanella: «Troppo dirigismo». E il senatore ex M5s lascia gruppo di Si

d.p.

Il fuoriuscito: il gruppo dirigente che ha robuste relazioni interne di vecchia data, sostanzialmente è un nucleo costituito da quelli che sono usciti da Rifondazione con Vendola. Le decisioni vengono prese in posti che io continuo a ignorare. Mi sono chiesto: se io, da senatore, non riesco a partecipare, non dico a incidere, quanto può incidere un tesserato, un militante?

Lavoro

Valanga di «No» sull’accordo: «Chiediamo un piano vero»

Riccardo Chiari

Una valanga di 'no' seppellisce il progetto del management e del governo di tagliare personale e stipendi, senza un vero progetto di sviluppo. Riunione d'urgenza a Palazzo Chigi con Gentiloni, Calenda, Delrio e Poletti, che hanno minacciato il fallimento dell'ex compagnia di bandiera ma non possono permettersi le ricadute di immagine.

Al Sisi a Riyadh, disgelo e affari

Red. Esteri

Il presidente egiziano vola da re Salman per placare le tensioni degli ultimi mesi: sul tavolo 24 accordi commerciali e l'oleodotto nel Canale di Suez

Una protesta da museo

Arianna Di Genova

Al Maxxi di Roma, l'antologica di Piero Gilardi, con oltre sessanta opere in un arco di tempo che copre cinquant'anni di arte e attivismo

Visioni

Padri e figli nell’interspazio

Cristina Piccino

Nelle sale il secondo capitolo dei «Guardiani della galassia» di James Gunn. Padri biologici e acquisiti, azioni e citazioni pop per «l’eroe» Peter Quinn & soci

Tavecchio e il campionato spezzatino

Nicola Sellitti

Appena tre partite, la domenica pomeriggio. E il turno di campionato disseminato negli orari più disparati, dal sabato al lunedì sera. Sono le proposte del neo eletto presidente di Lega

Danze di battaglia per Bill T. Jones

Francesca Pedroni

Il coreografo afroamericano ha messo in scena temi sociali e ora si interroga sui rischi dell'era Trump. Dal 2011 dirige il New York Live Arts, uno spazio aperto per artisti tra sperimentazione e impegno

La scelta di Brigitte

Mariangela Mianiti

Il prossimo 8 maggio è molto probabile che la Francia si svegli con una première dame che, anagraficamente parlando, potrebbe essere la madre del neo eletto

L'Ultima

L’ultima rivoluzione socialista europea del XX secolo

Goffredo Adinolfi

Il 25 aprile portoghese e i mesi che seguirono, l’idea comune di costruire una società socialista e le accuse «paradossali» al Partito comunista... L’analisi dello storico Manuel Loff: «C’è un un tono libertario nella Rivoluzione dei garofani che determina un processo di democratizzazione profondamente diverso rispetto alle transizioni della "terza ondata"»