closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 25.02.2014

L’aula del Senato come la replica di un talk-show. Renzi promette (ma non spiega) riforme, taglio del cuneo fiscale e restituzione dei crediti alle imprese. Sui diritti civili annuncia un compromesso, sulla giustizia suona lo spartito berlusconiano. La fiducia nella notte

Politica

La discesa nel campetto

Micaela Bongi

Renzi all’esordio in aula gela i senatori trattandoli come pezzi da museo e spiazza tutti con toni da amministratore locale e pochi cenni sul programma. Ma chiede coraggio: «Se perdiamo sarà solo colpa mia»

Le promesse miliardarie di Renzi

Antonio Sciotto

Saldare i debiti con le imprese, tagliare «a doppia cifra» il cuneo fiscale, reddito garantito per tutti: il piano del premier è ambizioso, ma per ora non ha le risorse

Scuola

Scuola: Renzi investe, Giannini taglia

Roberto Ciccarelli

Il premier scrive a 8 mila amministratori locali: "Investiremo miliardi sull'edilizia scolastica". E sfida l'Europa sul 3% del deficit. Ma le incognite si moltiplicano. Record della titolare dell'istruzione: in poche ore contro di lei studenti e sindacati

Rubriche

Parità

Alberto Leiss

Otto donne e otto uomini. La parità basta? Ciò che conta non è la quantità, la parità numerica nel rapporto tra donne e uomini, ma la qualità delle relazioni tra donne e la qualità delle relazioni tra donne e uomini (e tra gli stessi uomini, ovviamente)

Renzi-Netanyahu, rapporti stretti

Michele Giorgio

Il premier israeliano accoglie con favore l'ascesa alla Presidenza del Consiglio di Matteo Renzi, sostenitore acceso e acritico dello Stato ebraico. Si annunciano relazioni speciali tra Roma e Tel Aviv

Il «superministro» di Bergoglio

Luca Kocci

George Pell, cardinale vicino all'Opus dei, dal passato opaco sui pedofili, nominato a capo di tutte le attività economiche della Chiesa

Europa

“Ayraultport” fa tremare il governo

Anna Maria Merlo

Gli scontri ai marigini della manifestazione di sabato a Nantes contro il nuovo aeroporto lasciano il segno. I Verdi in difficoltà, tra appoggio ai contestatori e presenza nel governo. Valls contestato, a destra e a sinistra. Ci sono state provocazioni?

Internazionale

Ergastolo agli omosessuali in Uganda

Rita Plantera

Il presidente Museveni firma la contestata legge che criminalizza i gay e chi non li denuncia. Ora si teme la formazione di ronde civili con licenza di «punire» e «correggere». Usa e Ue non sono riuscite a fermare il loro miglior alleato in Africa. La condanna di Desmond Tutu

Crisi ucraina

Mosca: «La Ue è aberrante»

Simone Pieranni

Il premier russo Medvedev denuncia: «A Kiev una rivolta armata, come fanno i paesi europei ad appoggiarla?» Il ministero degli Esteri: «Forti dubbi sulla legittimità istituzionale del nuovo governo, in atto tendenze dittatoriali e metodi terroristici»

L’alfabeto visivo di un’astrazione

Arianna Di Genova

La scomparsa dell’artista italiana. L’adesione a «Forma 1», la presa di distanza dal Pci in nome dell’autonomia dell’arte, il breve e intenso sodalizio con Carla Lonzi e il collettivo «Rivolta femminile». L’universo segnico di una vita dove una «strutturata» sperimentazione dell’informale era propedeutica al controllo nella produzione della propria opera

La forma di vita che detta legge

Marco Dotti

«Malavita» per le edizioni Mimesis. Una riflessione a più voci sul come la mafia sia diventata un modello per l’attività economica «ufficiale», cancellando così il confine tra legalità e illegalità

Il valore di una presenza migrante

Aldo Garzia

Cittadinanza, intercultura, «ius soli». Solo solo alcune parole chiave per analizzare un fenomeno affrontato come un’emergenza continua

L'Ultima

Zona rossa a Cavallerizzo

Claudio Dionesalvi, Silvio Messinetti

Una frazione di pura malinconia, un pugno di case antiche e spettrali, abitate solo nei mesti ricordi di chi ci viveva. La frana, lo sgombero coatto e poi la «new town» a cura della "cricca". Ma c’è chi resiste