closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 24.12.2017

Tra i proclami razzisti della destra, l’ultima beffa per la legge sulla cittadinanza. Dopo oltre due anni di attesa l’aula del senato dedica pochi minuti allo ius soli perché manca il numero legale. La legislatura finisce male, molti assenti nel Pd che accusa M5S

Politica

L’amaro finale dello ius soli

Andrea Fabozzi

La legge sulla cittadinanza arriva in aula dopo oltre due anni e ci resta appena dieci minuti. Manca subito il numero legale. Mentre la destra festeggia, il Pd dà la colpa ai grillini. Eppure anche tra i democratici mancavano trenta senatori e la sorte della riforma era già stata segnata dai calcoli dei partiti di maggioranza

Lavoro

Statali, dopo nove anni nuovo contratto e aumento di 85 euro

Mario Pierro

Via libera al nuovo contratto. Intesa «apripista» per la sanità, scuola e enti locali Per 247 mila persone scatti dai 63 ai 117 euro lordi al mese. Gentiloni: «L’Italia merita fiducia». La ministra della P.A. Madia parla di «equilibrio tra diritti e doveri». Sorrentino (Cgil): «Più diritti ai lavoratori». Critica Usb: «Brutto accordo»

Sole 24 Ore: i giornalisti scioperano per un taglio alla retribuzione a natale

redazione

Il Sole 24 Ore non sarà in edicola sabato e domenica e negli stessi giorni il sito non sarà aggiornato. La redazione ha scelto di scioperare per due giorni di fronte alla decisione dell'azienda di disdettare unilateralmente un accordo integrativo, con l'immediata conseguenza di un taglio delle retribuzioni

Trump prova a rovinare il Natale a Betlemme

Michele Giorgio

La crisi provocata dal riconoscimento fatto dal presidente Usa di Gerusalemme come capitale di Israele, ha avuto immediate ricadute sulla città della natività che vive di turismo. Annullate molte prenotazioni negli hotel, meno visitatori in Piazza della Mangiatoria. Ma Betlemme resiste e celebrerà il Natale

Walid bin Talal libero solo se sborsa 6 miliardi di dollari

Michele Giorgio

Questa è la "cauzione" che le autorità di Riyadh hanno chiesto al principe, uno degli uomini più ricchi al mondo, rimasto vittima della presunta "campagna anticorruzione" ordinata a inizio novembre dall'erede al trono Mohammed bin Salman

Cultura

Codici trasparenti per spiare vite altrui

Andrea Capocci

La città di New York analizzerà gli algoritmi contro le discriminazioni, di genere, età, religione, etnia. Dal 2006 la polizia scientifica della città ha Forensic Statistical Tool, un sistema bioinformatico

Visioni

Il sermone del reverendo senza volto

Gianfranco Capitta

«The Minister black veil» di Castellucci riscrive il testo di Hawthorne in un percorso spettacolare. Affidato alla presenza di Willem Dafoe che in abito talare guida il pubblico in una riflessione tra fede e pensiero

Alias Domenica

Naipaul, viaggi e inganno

Elena Spandri

Dallo sguardo di un grande narratore «ottocentesco», filtrato da un etnocentrismo mai ipocrita o imbarazzato, la mappa dei luoghi plasmati dal colonialismo

Parr: che rabbia l’Inghilterra, io amo la Scozia

Silvia Albertazzi

Nel nuovo libro «Think of Scotland», Damiani, Martin Parr ha impaginato oltre 25 anni di immagini prese in quella terra «trasparente e onesta». Ad «Alias» l’artista britannico spiega il suo credo fotografico e politico (la Brexit)

Levi, atlante aperto sul suo sentire

Niccolò Scaffai

È una stagione in cui si cerca di mantenere attivo e straniante, contro gli stereotipi, l’effetto-Levi: l’«Album» Einaudi e «Riga 38» aiutano allo scopo

Calasso, flash da un mondo frantumato

Piero Gelli

«L’innominabile attuale» di Roberto Calasso, da Adelphi, è una requisitoria della società della «post-storia»: popolata da zombie, terroristi, turisti...

Gioielli Moghul, scintille dal Trono del Pavone

Riccarda Gallo

La splendida collezione di circa trecento monili messa insieme dallo Sceicco del Qatar copre un arco che va dall’impero Moghul (1526) al britannico (1858): diamanti, smeraldi, giade, per una storia culturale inveratasi nelle tecniche

Braccesco “aux pouces”

Simone Facchinetti

Si comincia con una piccola tavoletta di Carlo Braccesco, pittore lombardo vissuto a cavallo tra Quattro e Cinquecento, di cui Roberto Longhi fece una leggenda

L'Ultima

Il capitolo nero di Horst

Sebastiano Canetta, Ernesto Milanesi

Avvocato e tra i fondatori della Raf, Mahler oggi ha 81 anni. È di nuovo in carcere, estradato dall’Ungheria: è accusato di antisemitismo dopo il suo avvicinamento ai neonazi dell’Npd