closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 23.04.2019

Lo Sri Lanka conta le vittime, almeno 290, dopo le otto esplosioni di Pasqua in chiese e hotel. Ma l’allerta non è finita: ieri nella capitale è scoppiata un’altra bomba. Il governo di Colombo, da tempo preda di un feroce scontro politico, punta l’indice su un gruppo islamista locale

Salvini e la leva, promesse impossibili

A. Fab.

Il ministro si impegna con gli Alpini, da anni a caccia di volontari. La ministra della difesa lo ferma subito: oggi servono professionisti. La sospensione del servizio militare è stata prima decisa e poi anticipata sempre con i voti della Lega

Testa a testa, ma a Skopje «vince» l’astensione

Alessandra Briganti

Vota il 41.82% e nei comuni a maggioranza albanese boicottaggio del Dui che punta ad elezioni anticipate. Primo, di misura, Stevo Pendarovski, candidato congiunto della coalizione al governo. Al secondo posto la conservatrice del Vmro-Dpmne Gordana Siljanovska-Davkova

SPAGNA

Madrid contro l’invasione, di trolley

Giuseppe Grosso

Il turismo di massa dilaga nella capitale portando affitti e speculazione alle stelle. E il giro di vite della sindaca Carmena sugli alloggi mordi e fuggi non sarà risolutivo

Europa

«Con il nostro decreto colpiamo la speculazione, ma non basta»

Giuseppe Grosso

Jorge García Castaño, ex assessore per la zona centro di Madrid e uno degli artefici della normativa comunale per la regolamentazione degli affitti, spiega: «Finché i grossi capitali potranno utilizzare il mattone come un vantaggioso strumento speculativo nessuna legge a livello locale sarà abbastanza efficace»

USA/IRAN

Trump stringe la corda delle sanzioni attorno al collo di Tehran

Giorgio Michele

Washington annuncia dal 2 maggio gli Usa non rinnoveranno le esenzioni di 180 giorni concesse ad otto paesi, tra cui l'Italia, per quanto riguarda la cessazione delle importazioni di petrolio dall'Iran. Tehran minaccia di chiudere Hormuz. Pechino e Ankara respingono la decisione Usa

Commenti

Roma si inchina a Trump in cambio della beffa libica

Alberto Negri

Il nostro governo (o una parte di esso), piuttosto isolato in Europa, preferisce inchinarsi a Trump ottenendo in cambio la beffa della «cabina di regia» in Libia che alla fine si riduce ad una sorta di lettera di licenziamento per Sarraj. Altro che sovranisti

Sudan, stop ai negoziati con i militari

Marco Boccitto

I manifestanti non si fidano dei generali. Dall’Arabia saudita piovono i primi miliardi. E la piazza non ci sta: «Per favore, teneteveli»

Italia

Antonio Scurati: «Dare voce a Mussolini serve per liberarci di lui»

Guido Caldiron

Parla l'autore di «M. Il figlio del secolo» (Bompiani) - che sarà tra gli ospiti del Salone del libro di Torino -, primo capitolo di una trilogia dedicata alla storia del fascismo. «Era giusto che fascismo e nazismo fossero raccontati dal punto di vista delle vittime. Ma ora è venuto il momento di fare i conti con la nostra discendenza dai carnefici». «Il risentimento oscuro delle masse fu il lievito del fascismo cento anni fa e lo è oggi del populismo sovranista. Altri paragoni sono fuorvianti»

Nazionalizzare le masse, dentro la crisi

Claudio Vercelli

L’oggi non ci interroga sul possibile ritorno del Ventennio, ma sull’emergere di una tentazione autoritaria speculare alla libertà del liberismo. Un potere che si presenta come uno strumento per ricomporre le tante molecole in cui si sta frantumando la nostra società

Società categoriale, un resistibile ritorno

Davide Conti

Le destre regressive sovrappongono alle disuguaglianze un corpo sociale diviso per «identità». Contro pericoli reali e paure inesistenti l’unico anticorpo è trasformare in senso sociale la nostra democrazia in crisi

Fascismo: Emilio Gentile e Umberto Eco, letture e riletture per affrontare le nuove sfide

Guido Caldiron

Per lo storico l'allarme sul possibile ritorno del fascismo rischia di distogliere l’attenzione generale «da altre minacce, queste veramente reali, che incombono sulla democrazia». Mentre per il compianto semiologo, esiste un «ur-fascismo, un fascismo eterno», definibile attraverso «una lista di caratteristiche tipiche» che vanno dallo «sfruttare la naturale paura della differenza trasformandola in razzismo», al tentativo di definire una «comunità nazionale» in virtù dei nemici che dovrebbe combattere, fino all’«ossessione del complotto»

Cultura

Nei giardini segreti delle nostre infanzie

Arianna Di Genova

Un percorso di libri che dai venti del sud-ovest arriva fino al grande nord. Le pagine accolgono un Pinocchio di Mattotti, il signor Erik Satie, il bizzarro Lionni e molte ragazze sveglie

Visioni

Don Moye tra jazz e poesia

Nazim Comunale

Parla il batterista degli Art Ensemble of Chicago alla vigilia dell’uscita di «We Are on the Edge». «Non amo l’eccessiva esposizione di social e internet. Preferisco concentrarmi sullo studio, lo faccio da una vita non ho ancora smesso né ho intenzione di farlo»

L’ingannevole favola degli influencer

Mariangela Mianiti

Prima ancora di sollecitare l’acquisto di qualcosa, costruisce ammirazione, stuzzica il desiderio di emulazione, cerca follower fedeli. È l’antitesi della complessità

Bambini soldato, non solo il generale Haftar

Raffaele K. Salinari

Le stime della Convenzione internazionale contro l’uso dei bambini soldato parlano ancora di oltre mezzo milione di minori impiegati sia da eserciti regolari sia da gruppi di guerriglia in ben 85 Paesi; più di 300.000 di questi bambini soldato sarebbero direttamente impegnati negli scontri a fuoco