closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 23.04.2013

Di fronte alle camere Napolitano rovescia critiche sui partiti «inconcludenti» e non fa nessuna autocritica. Tra lacrime e minacce esplicite, il bis-capo dello stato chiede ai grillini di rispettare le istituzioni e massacra soprattutto Bersani e il «sovra-rappresentato» Pd. Poi ordina a tutti, «piaccia o no», un governo di larghe intese. Avviando un pericolosissimo «presidenzialismo» di fatto

Politica

Napolitano mette in riga i partiti. Per tre

Andrea Fabozzi

Il presidente strapazza i grandi elettori. Le forze politiche sono l’anello debole della crisi, il rimedio le larghe intese Pd-Pdl-Monti. E se non accettano sarà sfida, presidenziale, davanti al popolo

DEMOCRACK

Pd, showdown senza scissione

Micaela Bongi

Oggi la direzione del partito. Vigilia di bordate e accuse. Verso la prova della fiducia. Orfini: «Il governo? Se sono contrario voto contro». Franceschini: «Chi non ci sta è fuori»

Due marce, due misure

Livio Pepino

Berlusconi e Grillo, lo «statista» e l’«eversore» per convenienza politica.

No all’aborto, Rajoy torna agli anni bui

Giuseppe Grosso

Il governo annuncia di mettere mano alle legge Zapatero. Pressato dagli ultraconservatori e dalla Chiesa l’esecutivo accelera sulla controriforma. La scelta non sarà più della donna

Con Cartes vince il passato

Geraldina Colotti

Dopo una sfida tutta interna alla destra, l'imprenditore miliardario con fama da narcotrafficante vince le elezioni e cancella l'era di Fernando Lugo. Il paese torna preda delle oligarchie e ripiomba ai tempi del dittatore Stroessner. Nel segno del Partido Colorado

Le frontiere interne del colore

Giso Amendola

Il razzismo non è un male arcaico curabile attraverso una robusta pedagogia illuminista. Il discorso sulla razza, infatti, è da sempre parte integrante del governo nelle società capitaliste. Un percorso di lettura a partire da un volume di manifestolibri

Salvo, la mafia in chiave noir

Cristina Piccino

Fabrizio Mosca e Massimo Cristaldi con il loro film Salvo selezionati alla Semaine de la Critique al 66esimo Festival di Cannes

Una canzone sempre fuori dalle regole

Stefano Crippa

Nicola Piovani, ospite al concerto del 1 maggio a Roma, parla del nuovo progetto discografico Cantabile e sulla crisi politica e culturale del paese