closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 23.03.2016

Terrore e sangue in sequenza a Bruxelles: due kamikaze si fanno esplodere all’aeroporto di Zaventem e una bomba devasta la stazione della metro a Maelbeek. Almeno 34 morti, oltre 200 i feriti. L’Isis rinvendica il doppio attentato: «Siamo stati noi». A tre giorni dall’arresto di Salah Abdeslam, la mente delle stragi di Parigi, l’Europa ripiomba nel panico. Caos nelle capitali isolate e massima allerta, frontiere blindate. Per il premier francese Manuel Valls: «Viviamo in uno stato di guerra»

Europa

Terrore e morte nel cuore d’Europa

Gabriele Annicchiarico

Attentato kamikaze all’aeroporto di Zaventem e una bomba alla stazione Maelbeek della metropolitana, all’ora di punta. La capitale europea si risveglia in un incubo: il bilancio è di 34 morti e di 200 feriti. L’attacco, a tre giorni dall’arresto di Salah Abdeslam, rivendicato dall’Isis. Perquisizioni per tutta la giornata e livello massimo di allerta

Editoriale

La scia di sangue

Tommaso Di Francesco

Ancora una volta nel mirino della guerra asimmetrica del terrore jihadista, finiscono i civili, ridotti a bersagli insanguinati. Ma i due attentati di ieri a Bruxelles segnano un ulteriore salto di qualità per il simbolismo degli obiettivi colpiti

Europa

L’Europa colpita al cuore

Anna Maria Merlo

La Tour Eiffel illuminata con i colori del Belgio. A Parigi torna l'incubo del 13 novembre. I dirigenti europei solidali, alcuni sottolineano lo stato di guerra. Tutti cercano di difendersi, aumentando i controlli

Varoufakis: «Evitare risposte inappropriate che creano terrorismo»

Roberto Ciccarelli

Oggi l'ex ministro greco delle Finanze è a Roma per presentare in un'assemblea il Movimento per la Democrazia in Europa: «Oggi è tempo di piangere i nostri morti, prendersi cura dei feriti e trovare i colpevoli. Domani sarà il momento per ripensare l’Unione Europea e la nostra democrazia continentale»

EUROPA

Soffia la caccia allo straniero

Guido Viale

L’accoglienza o il respingimento, una contrapposizione che rivede classi e forze sociali. I governi europei sono in gran parte lanciati, all’inseguimento delle destre. Ma si tratta di una vana rincorsa

Politica

Renzi: risorse per le periferie e più intelligence

A. Fab.

Il presidente del Consiglio dopo la strage di Bruxelles torna a chiedere flessibilità: le spese per la prevenzione sono anche quelle per il sociale. La Ue recuperi il ritardo: occorre investire in una struttura unitaria di sicurezza e difesa

Ricerca su embrioni, la Consulta rinvia la palla al parlamento

Eleonora Martini

La Corte costituzionale: «Sul divieto imposto dalla legge 40 decida il legislatore». Inascoltato l’appello di Elena Cattaneo. L’associazione Coscioni lancia una petizione al Parlamento, in attesa di una nuova ordinanza del tribunale di Cagliari, e annuncia: «Non è escluso il ricorso alla Corte europea dei diritti dell’uomo»

Lavoro

La terza generazione del precariato: i voucher

Roberto Ciccarelli

Un proletariato intermittente composto da un milione e 392 mila persone. Hanno guadagnato in media 633 euro nel 2015. Il governo intende renderli "tracciabili". Per Cgil e Uil è un rimedio inutile: "Il voucher maschera l’elusione, è una forma di precariato estremo e povero". Storia della nuda vita messa al lavoro

L’appello di Poletti: «Almaviva ritiri i 3 mila licenziamenti»

Antonio Sciotto

Azienda disposta a trattare, ma ha già spiegato che gli ammortizzatori sociali non basteranno. Il ministro del Lavoro e la vice di Guidi, Teresa Bellanova: «Il governo ha messo in campo diverse misure per il settore, adesso si ritorni al tavolo». Manifestazione a Palermo, oggi sciopero a Roma

USA/CUBA

Diversi ma amici. «Sì, se puede»

Roberto Livi

Il discorso del presidente Usa ai cubani, in un Gran Teatro tirato a lucido e in diretta tv (prima volta in assoluto per un leader straniero). Applausi anche nei punti più critici. E a seguire l'incontro con i dissidenti

Cultura

Il virus ricombinante della condivisione

Benedetto Vecchi

L’onda lunga del mutuo soccorso e dell’autogestione. L’analisi del giornalista britannico Paul Mason. Dal socialismo ottocentesco agli hacker. Le radici teoriche di un’analisi suggestiva che si infrange sullo scoglio del «Politico»

L’incendio permanente di Los Angeles

Guido Caldiron

Parla lo scrittore americano Ryan Gattis, al suo esordio con il romanzo «Giorni di fuoco», uscito per Guanda. «I motivi che sono stati alla base delle rivolte urbane non vanno confusi con le provocazioni di questo o quel politico di destra. Il problema non è tanto Trump, quanto le questioni irrisolte, quelle che non sono state affrontate neppure dall’amministrazione Obama»

Vie di fuga tecnopolitiche dall’austerity

Matteo Pasquinelli

Il laboratorio della Rete per immaginare un’uscita dalla crisi, per pratiche di resistenza capaci di battere il neoliberismo. «Postcapitalismo», il volume di Paul Mason per il Saggiatore

Visioni

L’alter ego di Esperanza Spalding

Stefano Crippa

Si intitola «Emily's + Evolution» il nuovo capitolo, a quattro anni del precedente, nella discografia della cantante polistrumentista americana. Ad affiancarla alla produzione Tony Visconti

Sono una strega. Ma non solo…

Paola De Angelis

A 83 anni un’iperattiva Yoko Ono pubblica un nuovo disco, «Yes, I’m a witch too» e inaugura al Mac di Lione una mostra che abbraccia l’intera carriera. La sua «colpa» è stata quella di essere una donna, non bianca, non povera, non stupida, non compiacente nemmeno nei confronti della band più grande del mondo

Tutte le musiche del Babel Med

Paolo Ferrari

A Marsiglia la dodicesima edizione del festival, tre giornate dedicate ai suoni del mondo, con incontri, convegni, proiezioni e showcase

Commenti

Torino operaia e un film particolare

Luciana Castellina

Stracolmo il cinema delle adunate tradizionali, al centro di Borgo San Paolo, cuore della città di un tempo. 'Senza alcun permesso', l'emozionante lavoro di Perotti presentato da Aiuraudo e Landini

Costituzione e governo, raccogliamo la sfida di Renzi

Leonardo Paggi

Il presidente del consiglio ha dichiarato di volere intendere questa prova come un referendum sul suo operato. Prendiamolo sul serio e leghiamo la battaglia sulla riforma alle politiche economiche, alle nuove leggi contro i diritti sociali

Rubriche

La legalizzazione della canapa in piazza

Patrizio Gonnella, Andrea Oleandri

Nei prossimi sei mesi dovranno essere raccolte almeno 50.000 affinché la proposta di legge di iniziativa popolare possa essere presentata al Parlamento. Il tema riguarda tutti noi

La rotta di Bolloré

Vincenzo Vita

Il patron di Vivendi non ha dubbi sulla sua collocazione geopolitica. E Il tentativo di siglare un’intesa con Mediaset Premium sembra un cavallo di Troia per agganciare la casa madre del biscione

DA DOMANI IN EDICOLA

In movimento, storie di roccia

Matteo Bartocci

Un viaggio dalle palestre di Washington all’Ogliastra, da Adam Ondra a Leni Riefensthal. Da domani torna in edicola il manifesto «in movimento». L’inserto dedicato alla montagna e alle storie e ai personaggi che la rendono grande

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.