closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 22.06.2019

Nessun accordo tra i big europei sulla prossima nomenklatura, strada in salita per l’Italia. Il consiglio riconvocato e colloqui notturni di Conte con Macron e Merkel: «Non sono mai andato con il cappello in mano». Il premier tra l’incudine di Moscovici e il martello di Salvini

Politica

La trattativa con la Ue sempre più in salita. E Salvini la bombarda

Andrea Colombo

Il leghista: taglio alle tasse di 10 miliardi o me ne vado, procedura da evitare ma non a ogni costo. Conte: non ho il cappello in mano. Panico tra i 5S: se la Lega vuole un governo tecnico lo dica. Tria continua la caccia ai miliardi per convincere Bruxelles. In ballo anche i dividendi di Bankitalia

Europa

Nomine rinviate, i candidati di punta escono di scena

Anna Maria Merlo

Macron vince il round: Weber, Timmermans e Vestager esclusi dalla presidenza. Summit straordinario il 30 giugno, alla vigilia della prima riunione del Parlamento europeo. E niente accordo anche sul clima per lo stop di Estonia, Repubblica ceca, Ungheria e Polonia

MEDITERRANEO

L’Onu all’Italia: «Sbarcare i migranti della Sea Watch»

Adriana Pollice

A bordo della nave, da 9 giorni davanti alla costa di Lampedusa, le condizioni sono critiche, ma Salvini insiste: «Chi entra lo decide il Viminale». «Non fu sequestro», archiviazione per il premier Conte, il ministro dell’interno, Di Maio e Toninelli per il caso di gennaio

Commenti

Il cuore oltre l’ostacolo, per ripartire dopo la sconfitta

Fabio Vander

Ci vuole un doppio scarto: dal Pd e da Si. Solo la scelta di pensarsi del tutto al di fuori della logica del centro-sinistra può cambiare nel profondo la scena politica italiana. Fissare un punto fermo servirà tanto a favorire il processo di superamento del progetto-Pd, quanto a riallacciare i legami con quei settori sociali che in questi anni si sono volti verso i 5Stelle o addirittura la Lega

Antiproibizionismo e no-tax-zone a Tor Bella Monaca

Simone Sapienza, Andrea Billau*

La guerra proibizionista alla droga è fallita: è necessario dismetterla, come stanno facendo sempre più paesi civili nel mondo, riproponendo la legalizzazione delle droghe come unica via efficace per sottrarre profitti alla grande criminalità

Iran, Trump blocca i raid e delude Israele e Arabia saudita

Michele Giorgio

I due paesi, nemici giurati di Tehran, stentano a rendersi conto della decisione presa dal presidente Usa di annullare la rappresaglia per l’abbattimento da parte dell'Iran di un drone-spia americano nell’area dello Stretto di Hormuz.

Tensione Iran-Usa, bocche cucite al Pentagono

Marina Catucci

A reagire al ritiro dell'attacco sono stati per lo più i candidati democratici, che hanno sottolineato il caos e la mancanza di strategia che contraddistinguono la politica estera di Trump

Cultura

Memorie condivise sulla guerra di Troia

Valentina Porcheddu

Parla Alexandre Farnoux, curatore della mostra «Homère» al Louvre-Lens. «Iliade e Odissea erano libri scolastici per eccellenza, in ambito greco e romano ma anche bizantino. Dopo la caduta di Costantinopoli, in Occidente venivano utilizzati nelle scuole religiose. Il magistero di Omero copriva ogni aspetto della vita»

Gli animali sociali del Moro

Stefano Petrucciani

Due libri si interrogano sul pensatore di Treviri e la sua eredità: Karl Marx» di Federico Chicchi (Feltrinelli), per la collana a cura di Massimo Recalcati e «Karl Marx: riccio o volpe?» di Lelio La Porta, pubblicato da Editori Riuniti

Rubriche

Il debito italiano si può ripudiare?

Cristina Quintavalla, Antonio De Lellis*

Il debito non è una calamità naturale, né l’effetto di una spesa sociale troppo alta: la sua odiosità discende dalla sua composizione e dagli effetti antipopolari che ne discendono. Il caso Italia

Allearsi con Peter Pan per sconfiggere Capitan Uncino

Sarantis Thanopulos, Ginevra Bompiani

Sull’evoluzione incompiuta dei 5Stelle, «ma anche loro finiranno per crescere, e speriamo che crescendo finiscano per capire quello che ogni bambino sa istintivamente: o sei indiano o sei cowboy, o sei greco o sei troiano, tutti e due no»

Alias

Henry King il re del festival

Sergio M. Grmek Germani

La nuova edizione del festival presenta nel vasto cartellone, la rassegna «Jean Gabin il volto della Francia», i film di Eduardo, il Fespaco, la Germania prima della Rft

Il Divo, il Duce e l’Italia malata

Giuliana Muscio

Nel libro di Giorgio Bertellini (per la University Press), il racconto della pubblicità,il divismo hollywoodiano e la leadership politica nell'America degli anni Venti

Il metodo Riccardo Zipoli

Manuela De Leonardis

Un incontro con il fotografo vincitore del premio Hemingway con il libro «In Domo Foscari. Memorie e immagini di un ateneo» (Marsilio) che celebra il 150° anniversario dell’università

Come è profondo il mare

Massimo De Feo

Parla Mauro Pandimiglio, autore di «Il modus navigandi» dove racconta la sua esperienza in una scuola di vela aperta anche ai ragazzi con handicap

Fronteggiare la mafia

Maria Grosso

Al Mix di Milano il documentario di Kim Longinotto «Shooting the Mafia» che mostra i disvelamenti di Letizia Battaglia

Neon Genesis Evangelion

Gianluca Pulsoni

In streaming su Netflix arriva il capolavoro di Anno Hideaki, rinascita del genere «mecha»

Charlie Manson è tornato

John Bleasdale

C’è un nuovo film di Mary Harron e poi il nuovo Tarantino, ambientato nella zona di Cielo Drive dove 50 anni fa Sharon Tate, Jay Sebring, Wojciech Frykowski e Abigail Folg furono assassinati dalla famiglia Manson

Come un’onda soul jazz

Guido Festinese

Definito «musicista per i musicisti», aveva un tocco gentile che ha attraversato anche funk e blues collaborando con una sfilza di nomi tra cui Ray Charles e John Mayall. L’artista, che è stato discepolo di Clifford Brown, ha suonato con giganti come Horace Silver o Cannonball Adderley