closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 21.05.2017

Circa centomila persone in piazza a Milano. La giornata per l’accoglienza promossa dall’assessore Majorino è un successo oltre le previsioni. Il sindaco Sala: «Voglio costruire ponti, non muri». Dal corteo la richiesta di politiche inclusive. Ma anche rabbia contro le leggi Minniti-Orlando

Italia

In 100 mila alla parata per i migranti. Un mondo è già qui

Luca Fazio

Con la giornata per l'accoglienza, fortemente voluta dall'assessore Piefrancesco Majorino, e sostenuta dal sindaco Beppe Sala, si materializza il corteo antirazzista più imponente che ci sia mai stato in Italia. Un successo clamoroso che ha dato voce a chi con diverse sfumature chiede a questo governo politiche immigratorie inclusive e non discriminatorie come la legge Minniti-Orlando

SINISTRA

Art.1 a Milano cerca il suo papa

Daniela Preziosi

D’Alema chiede di ispirarsi a Francesco. Tiene banco il tormentone della leadership. Tutti aspettano il promesso federatore Pisapia, attesa oggi la risposta dell’ex sindaco

Tutti gli affari sauditi del presidente

red. esteri

Non solo contratti per le armi: le compagnie statunitensi in viaggio con Trump dai Saud tornano a casa con accordi da centinaia di milioni di dollari

IRAN

Rohani vince ed è pronto alle sfide del secondo mandato

Michele Giorgio

Il presidente è stato rieletto con ampio margine sul suo rivale, il conservatore Raisi. Gli iraniani hanno sempre fiducia in lui ma Rohani deve mantenere le promesse fatte in economia rispettando le linee fondamentali di politica estera

Commenti

In Iran il trionfo di Rohani sul turbante nero

Farian Sabahi

Decisiva la partita economica. E una riflessione sul torbido passato di Ebrahim Raisi. A votare per il presidente uscente sono state molte donne, anche se nessuna candidata ha passato le forche caudine del Consiglio dei Guardiani incaricato della selezione finale

Reportage

Il filo rosa tra Coppi e Pantani

Tommaso Nencioni

Da Castellania a Oropa, la quattordicesima tappa percorre la memoria del ciclismo nei luoghi dei due campioni, uno troppo moderno per il tempo che ha vissuto, l’altro troppo antico per la sua epoca

Cultura

Il corpo virtuale del narcisismo

Teresa Numerico

Nuova edizione aggiornata de «La psicologia di Internet» di Patricia Wallace per Raffaello Cortina. Sedici anni dopo, la studiosa è tornata online per indagare sulle dinamiche relazionali in Rete

Visioni

Abel Ferrara all’ultima nota

Giulia D'Agnolo Vallan

«Alive in France» - alla Quinzaine - un film che è cronaca di un minitour del 2016 nato come supporto di una retrospettiva ai film del regista del Bronx alla cinematheque de Toulouse

Il viaggio di Agnés Varda

Cristina Piccino

«Visages Villages» - presentato fuori concorso - racconta l'incontro fra la signora della Nouvelle vague e il fotografo JR

Il domani di Omar Pedrini

Stefano Crippa

Un nuovo album per l'ex Timoria che arriva dopo un intervento a cuore aperto. Tante collaborazioni: Noel Gallagher, Ian Anderson, Lawrence Ferlinghetti. «Lo dedico a mio figlio e alle nuove generazioni»

STRAGE DI CAPACI

La fiducia di Falcone

Giuseppe Di Lello

Giovanni ha continuato fino all’ultimo a credere nelle istituzioni, anche di fronte alle sconfitte. Per questo non è stato capito. Ma ci ha lasciato un insegnamento di rigore e tecnica investigativa

In un punto la lingua dello spazio

Mario Caramitti

Due importanti traduzioni: i prodigiosi concentrati poetici di «Quasi leggera morte», ottave a cura di Serena Vitale, per Adelphi; e il primo dei «Quaderni di Voronez», da Giometti & Antonello

Materiali linguistici per varianti del sensibile

Antonio Prete

Oggetti circondati da un’aura onirica e meditazioni fantastiche in «Fatti vivo» di Chandra Livia Candiani per Einaudi. Odissee del desiderio in«Altreamorose» di Luigi Trucillo per Quodlibet

Marionette di un teatro filosofico

Enzo Di Mauro

L’utilizzo dell’intreccio poliziesco come pretesto per mettere in scena le aporie dell’identità e la ormai fragile unità del soggetto

La belva dai bei denti tra esprit e utopia politica

Pasquale Di Palmo

L’autenticità creativa per combattere l’utilitarismo della cultura; le allucinazioni di Dalí contro la perfezione apollinea dell’arte greca... Due volumetti di Medusa ripropongono i testi del surrealista «eretico», dominato dall’angoscia esistenziale

Cronache con lampi, da una certa Brera

Eloisa Morra

«Non sono un vero critico d’arte...» sosteneva il poeta-pittore, poi però «inchiodava» Morlotti, Mirò, Picasso, Grosz sul filo di una scrittura lieve. In questi guizzanti «Scritti 1958-1970», ora raccolti dal Mulino, rivive una fertile stagione italiana

Alla Triennale i migranti a rischio cosmesi

Gabriele Guercio

Sulla Siria come sui campi profughi, la mostra di Gioni sembra alimentare la mentalità che vorrebbe denunciare. A contrasto, la personale di Williams favorisce l’esercizio critico della vista a fronte del compulsivo consumo di immagini

Sottsass, il giocoliere del vetro

Maurizio Giufrè

L’esordio è una sfera in disegno scozzese, 1947: da quel momento Sottsass ha fatto dell’arte vetraria un luogo di sperimentazione in cui allentare i lacci al modernismo