closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 21.01.2020

Aumentano le disuguaglianze nel mondo: 2 mila super-ricchi detengono una ricchezza superiore a quella posseduta da 4,6 miliardi di persone. In Italia non va meglio, secondo il rapporto Oxfam gli ultimi venti anni hanno distrutto l’equità sociale. E oggi a Davos il forum dei paperoni

Economia

Oxfam denuncia la diseguaglianza più clamorosa della storia

Roberto Ciccarelli

Il lavoro di cura non pagato è il motore del capitalismo. Alla vigilia di Davos, Oxfam pubblica il rapporto «Time to care». Le vite dei super-ricchi oggi dipendono dallo sfruttamento delle donne ridotte all’invisibilità. La ricchezza di 2.153 miliardari è oggi pari a quella del 60% di tutta la popolazione

Oxfam, diritti e tutele contro un lavoro da fame in Italia

Roberto Ciccarelli

«Disuguitalia», un focus che accompagna il rapporto «Time to care- Avere cura di noi», presentato da Oxfam alla vigilia del vertice di Davos, un'analisi realistica del futuro del lavoro sempre più precario nell'economia dei lavoretti. La condizione del lavoro di cura e la necessità di investire nell'istruzione. Elisa Bacciotti (Oxfam Italia): "Sono urgenti politiche fiscali e di spesa pubblica le risorse necessarie per liberare le donne e contrastare disuguaglianza e povertà"

Commenti

Povertà e crescita, il quadro italiano è disastroso

Luigi Pandolfi

Il rapporto Oxfam rileva che nel Belpaese gli ultimi venti anni sono stati distruttivi dal lato dell’equità sociale, il che imporrebbe un ripensamento delle politiche economiche, anche per risollevare, insieme ai redditi delle famiglie, un’economia che annaspa. Perché c’è una stretta correlazione tra il crescente divario tra i redditi e l’andamento dell’economia

«Abbiamo bisogno di un reddito di base e incondizionato»

Bin-Italia (Basic Income Network)

Alla Casa Internazionale delle Donne di Roma il dibattito "Verso il reddito di base e oltre" sulla discussa legge del "reddito di cittadinanza". Il movimento femminista "Non una di meno" ha rilanciato il tema inserendo tra i punti della loro piattaforma proprio la proposta di un reddito di autodeterminazione. La richiesta di forme di reddito incondizionato a partire da una quota parte degli attuali beneficiari

Editoriale

Un varco di libertà

Norma Rangeri

Oggi la grande campagna del 2019 finisce mentre già un’altra è in corso, speriamo altrettanto gradita e utile, perfino dilettevole come può essere accettare il nostro invito a cena per una serata riservata a chi ci legge e ci sostiene

Niente muri tra noi e i lettori

Matteo Bartocci

La campagna abbonamenti 2019 è terminata. Ogni campagna che finisce alza il velo sulla successiva. Prepariamoci allora a festeggiare degnamente i primi cinquant’anni di vita del «manifesto» e a costruire i prossimi

Reportage

I giorni della collera infiammano il Libano

Simone Olmati

Nuove proteste di fronte all’impasse della politica. Duri scontri nella capitale tra i manifestanti che gridano «tawra» (rivoluzione) e la polizia. L’ex premier Saad Hariri parla di scontri «sospetti, inaccettabili e folli», mentre per la ministra dell’Interno El Hassan i dimostranti hanno deliberatamente attaccato le forze dell'ordine

Viaggio nella costruzione sociale dell’immigrato come nemico

Francesco Antonelli

«La rabbia e l'imbroglio» di Fabrizio Battistelli, per Mimesi. Un volume che smonta la retorica di quella destra che si riconosce nelle tesi dell’ultima Fallaci. Tra i temi, un’analisi di quanto accaduto nel 2014 intorno al centro Spar di Tor Sapienza

Quel quotidiano miracolo politico che compie 50 anni

Aldo Garzia

«Il giornale-partito. Per una storia del manifesto», di Massimiliano Di Giorgio, in libreria per Odradek. L’attenzione è più rivolta alle origini e ai primi decenni ma il capitolo finale arriva fino al 2019

Visioni

Il Forum e le domande del cinema

Cristina Piccino

Il programma della sezione indipendente della Berlinale, per l’Italia Zapruder e Luca Ferri. Una nuova direttrice, Cristina Nord, e la festa dei cinquant’anni. l’edizione 2020 si presenta come un punto di riflessione e insieme di rinnovamento

Sono bella, sto un po’ indietro e mi merito il festival

Mariangela Mianiti

Povero Amadeus, quanto è incompreso. Non solo 29 parlamentari (donne) di tutti gli schieramenti gli hanno scritto chiedendogli di scusarsi per le infelici frasi dette durante la conferenza stampa. Ora ci si mette pure Monica Bellucci

Cultura

Oggi su domani, in memoria di Benedetto Vecchi

Sergio Bianchi

Benedetto lavorava tanto, forse troppo. Mi ha dato il suo ultimo scritto, un saggio su «rivolta e rivoluzione», il giorno prima di andarsene, e ne ha voluto anche discutere. Ha lavorato fino all’ultimo

L'Ultima

Il «delitto» di Egidio

Annamaria Rivera

Parma, 18/12/ 2018, Egidio Tiraborrelli finisce in carcere a 81 anni per una condanna del 2017 che ignora: ha nascosto in viaggio una «clandestina». La «colpa» lo porterà alla morte