closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 20.09.2015

La Grecia torna al voto per la terza volta in meno di un anno. Dopo l’accordo con i falchi di Bruxelles e la scissione di Syriza, per Tsipras è una doppia sfida: con la destra e per il futuro delle sinistre europee. Nei sondaggi sarebbe ancora il favorito ma deve fare i conti con l’astensionismo di sinistra

Europa

Tsipras trionfa in Grecia, già domani il governo con Anel

Teodoro Andreadis Synghellakis

Nonostante la grande astensione Syriza resta primo partito e torna al governo con i nazionalisti di Anel. Tsipras festeggia in piazza e si prepara a giurare da primo ministro. Sonora sconfitta della scissione da Syriza di Lafazanis: Unità popolare fuori dal parlamento

Una Syriza per l’Europa

Dimitri Deliolanes

Gli ellenici tornano al voto per la terza volta in meno di un anno. Tsipras è ancora il favorito nei sondaggi ma deciderà l’astensionismo. Il leader della sinistra greca spera di arginare la scissione del partito dopo l’accordo con la Ue. In caso di vittoria possibile coalizione con il Pasok

Europa

Orbán contro Zagabria: «Ha tradito Schengen»

Rachele Gonnelli

Rimpallo di parole forti tra Ungheria e Croazia sui flussi alle frontiere. Il governo magiaro completa la barriera di filo spinato al confine croato e richiama i riservisti per controllare i valichi. Il premier croato Milanovic: abbiamo costretto Budapest ad aprire i confini e lo rifaremo

La grande corsa della sinistra

Eleonora Martini

L’alleanza a Roma tra Pd e vendoliani, in appoggio al sindaco «marziano» come possibile sfida ai poteri consolidati e alle filiere di comando, naufragata sotto i colpi di Mafia capitale e con il «golpe di luglio» di Renzi. Un libro del capogruppo di Sel, Gianluca Peciola, ripercorre l’esperienza di governo della capitale.

RIFORME

Senato, c’è il «lodo» trappola

Maria Teresa Accardo

L’intesa prevede l’«indicazione», non l’elezione. Il no di Bersani. Orfini: falco. Boschi: il consenso è ampio, ma cerchiamo intesa ampia. Mucchetti: non siamo ’ciula’, altrimenti la legge la faccia con Verdini

Lavoro

Musei, la Cgil verso lo sciopero

Eleonora Martini

Renzi insiste: «Mai più la cultura ostaggio dei sindacati». Bersani con i lavoratori. Salario accessorio dipendenti Mibact, sbloccati i fondi. Garante: sciopero, legge da modificare

RIARMO PER LEGGE

Il Giappone non è più in pace

Marco Zappa

A 70 anni dalla fine della II Guerra mondiale, approvate nella notte le nuove «leggi di guerra». Pacifisti in piazza. Washington esulta. Ok alle missioni militari all’estero. Bagarre in aula contro la "forzatura" del premier Abe

Alias Domenica

Senza dei né fede il cielo è vuoto

Silvia Albertazzi

Fin dal titolo dell'ultimo romanzo di Salman Rushdie è esplicita l’intenzione di seguire la scia dei narratori orientali: al centro, la Guerra dei Mondi, dove si scontrano le forze della luce e del buio, in una pirotecnica scrittura

Il truce caudillo di Sarmiento

Stefano Tedeschi

Nello stile di un passionale oratore, Domingo Faustino Sarmiento racconta la storia della terribile grandezza di «Facundo», il generale protagonista delle lotto civili successive all'indipendeza argentina: un esempio di "fascino della barbarie"

Roversi e Sciascia, due caratteri a specchio

Massimo Raffaeli

A farli conoscere fu Pasolini. Due caratteri a specchio, schivi e laconici, si scambiano lettere etico-politiche. Poi Sciascia diventa maestro civile e Roversi «si ritira» nella sua libreria bolognese

L’anti-logica di Wang Luyan

Federico De Melis

Ha interpretato l’avanguardia post-maoista non come frontale dissenso, ma disarmando la realtà con un dadaismo di nuova specie