closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 20.07.2016

Dopo il tentato golpe e le migliaia di arresti tra militari e agenti, drammatica epurazione di massa nella scuola: 36mila insegnanti sospesi, licenziati 1.577 rettori e duemila dipendenti dei ministeri. Pronta la mannaia contro la stampa. Ankara agli Stati uniti dopo l’invio di dossier: «Estradate il nemico Gülen». E dalla base contesa di Incirlik raid Usa in Siria fanno strage di 56 civili

Internazionale

Erdogan fa piazza pulita

Mariano Giustino

Drammatica epurazione di massa nella scuola: 36mila insegnanti sospesi, 1.577 rettori cacciati e migliaia di dipendenti dei ministeri licenziati. Inviate agli Usa le «prove» della complicità di Gülen

«Ora mannaia sui media turchi»

Chiara Cruciati

Intervista al giornalista del quotidiano Hurriyet Yusuf Kanli: «Il timore adesso è che la campagna di arresti di massa si allarghi ai reporter». Sono già 18 le agenzie web oscurate da venerdì notte

Contro la censura premi ai giornalisti Dundar e Shawkan

Chiara Cruciati

Tra i vincitori del premio annuale Press Freedom Award ci sono due simboli dei media indipendenti nel mondo arabo: il direttore di Cumhuriyet condannato in Turchia a 5 anni di carcere e il fotoreporter egiziano in prigione dal 2013

Wikileaks: «Hackerati da Ankara»

Redazione

Il sito di whistleblowing avrebbe dovuto pubblicare 800mila documenti sulla struttura di potere turca ieri, ma è stata fermato da un attacco cyber

Gli effetti economici della crisi turca

Luigi Pandolfi

I prestiti erogati dalle banche, perlopiù direttisi verso investimenti improduttivi, rappresentano il 60% del Pil. Una vera e propria bomba ad orologeria che la precipitazione della crisi politica e la sua gestione potrebbero repentinamente innescare

Tortorella e l’avventura della sinistra

Daniela Preziosi

Festa per i 90 di Aldo. Lui: pensiamo ancora, quelli che ricordo meglio sono gli errori. Alla Casa del Cinema arriva la famiglia rossa, derive e rivoli compresi, da Veltroni a Cuperlo a Bertinotti a Landini In un bel documentario la sua storia e la sua ironia.

Terzo valico della ‘ndrangheta

Silvio Messinetti

Al centro della rete di affari trasportistici e relazioni il senatore azzurro Antonio Caridi e Giuseppe Galati, capo dei verdiniani calabresi

Per i poveri una social card insufficiente e vincolante

Roberto Ciccarelli

Dal 2 settembre le famiglie numerose potranno chiedere la «carta Sia»: 320 euro mensili. Ripresentato il "Sostegno per l'inclusione attiva" del governo Letta, un mix di assistenzialismo e neoliberismo che dovrebbe raggiungere circa 1 milione di persone. In Italia i poveri assoluti sono 4,6 milioni, quelli "relativi" 8,3. Stanziati 1,6 miliardi: per la stessa misura in Francia si spendono 10 miliardi all'anno

Economia

Fmi: effetto Brexit nel 2017

Riccardo Chiari

Il Fondo monetario internazionale lima le stime di crescita e avverte: gli effetti dell'uscita del Regno Unito dalla Ue arriveranno il prossimo anno. Monito all'Europa: ci vogliono banche in salute che fanno credito. Intanto si tratta ancora sul caso Mps, mentre la Corte Ue sdogana il bail-in ma senza sperequazioni contro i piccoli risparmiatori.

SPAGNA

Persino i nazionalisti baciano il rospo

Luca Tancredi Barone

Inaugurate le nuove camere, per Rajoy sempre più vicina la conferma a premier. Con i partiti di Catalogna e Paesi Baschi che facilitano la nomina della sua fedelissima Ana Pastor alla presidenza del Congresso

FRANCIA DOPO NIZZA

Stato d’emergenza per altri sei mesi

Anna Maria Merlo

La destra all'offensiva, il governo cede. Ci sarà un giro di vite sull'applicazione delle leggi d'emergenza. Riguarderanno anche la limitazione delle manifestazioni? Oggi passa definitivamente la Loi Travail, con un nuovo ricorso al 49.3

Trump a Convention. Fiele, paura e gaffes

Luca Celada

Si è aperta ieri l’assise per la nomina del tycoon, coesa nell’odio verso Hillary Clinton. Fallisce subito la fronda Gop «Never Trump» che propone il voto secondo coscienza. A chiudere la gaffe di Melania Trump, che copia ampi stralci del discorso del 2008 di Michelle Obama

Cultura

Lenta cartografia della viandanza

Giuliano Santoro

«Il sentiero luminoso» di Wu Ming 2, per Ediciclo. Da Bologna a Milano, un percorso zaino in spalla per conoscere i territori del Tav, fra libri, aneddoti e senso critico dei luoghi

Frontiere d’improvviso invalicabili

Chiara Cruciati

«Lungo la rotta balcanica. Viaggio nella Storia dell’Umanità del nostro tempo» di Anna Clementi e Diego Saccora, per Infinito edizioni

Un confine surreale

Chiara Cruciati

Riflessioni intorno al concetto di «gate». Nel libro «The queue» dell’egiziana Basma Abdel Aziz, uscito per Melville House, il cancello è l’immagine fisica della chiusura, mentre la fila assume i contorni della speranza disperata

L’ingranaggio collettivo e la legge della memoria

Francesco Festa

Nella graphic novel, giornate colme di gioia e poi un orrore senza fine,la morte di Carlo Giuliani, il massacro della Diaz. «Avevamo ragione noi. Storie di ragazzi a Genova 2001» di Domenico Mungo

Le gemme nascoste di Duke Ellington

Luigi Onori

230 eventi, 450 musicisti, 400 mila presenze e 32 mila spettatori paganti, i numeri a chiusura di Umbria jazz 2016 che prova a misurarsi con i social network. Mario Raja riprende «Such Sweet thunder», opera poco eseguita del grande musicista, mentre Fabrizio Bosso rilegge le pagine più note

Bologna Violenta, il grindcore della discordia

Luca Pakarov

Il nuovo album della band sotto il cui nome si cela Nicola Manza: «Stavolta mi sono lasciato andare sul fronte melodico, cercando di scrivere delle partiture per gli archi che non fossere un semplice accompagnamento»

Commenti

Povertà e risorse, i conti che non tornano

Giuseppe De Marzo

Come ignorare il rapporto Istat e curare la povertà crescente con i fondi del barile. L’impietoso confronto con le misure adottate da altri paesi europei pure governati dal regime di austerità

L'Ultima

Dopo Genova 2001, la tortura dell’emendamento

Lorenzo Guadagnucci

A Genova un confronto a più voci su una legge debole e inutile per le mediazioni tra politici e rappresentanti delle forze di polizia. Una discussione parlamentare surreale senza mai nominare Diaz e Bolzaneto. Se manca un riconoscimento pubblico e chiaro le vittime restano senza voce. La cura e il riscatto di chi subisce tortura restano confinati nel privato, nel silenzio. Allora meglio niente che un brutto pasticcio

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.