closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 20.06.2015

Fine settimana decisivo per l’eurozona. Accordo tra Grecia e creditori appeso a un filo. Ad Atene è corsa ai bancomat, l’uscita dalla moneta unica ormai è una possibilità. Lunedì vertice dei capi di governo: «Non è un gioco, o accordo o default». Tsipras: «Siamo nella tempesta, ma non ci spaventa il mare aperto»

Mosca: «Pronti ad aiuti economici se Atene lo chiede»

Simone Pieranni

Russia e Grecia hanno trovato un’intesa per il passaggio sul territorio greco del gasdotto Turkish Stream, che servirà per il transito di gas russo verso l’Europa senza passare per l’Ucraina. Si tratta di un documento, o meglio di un «protocollo d’intenti» firmato dal ministro dell’energia greco, Panagiotis Lafazanis e da quello russo, Alexander Novak.

Editoriale

La svolta di Atene

Mario Pianta

Ue e Fmi agitano lo spettro del default contro la democrazia. Atene col fiato sospeso. Tutti gli scenari possibili. Il rischio più grave è nessun accordo e proposta per il Consiglio europeo di lunedì

SCUOLA

Scuola, Renzi mette la fiducia

Andrea Colombo

Il presidente del Consiglio ha deciso. La conferenza annunciata per luglio è già dimenticata. La scelta comunicata ai senatori in un vertice a palazzo Chigi. Ma senza il soccorso di Verdini il premier rischia di non avere i numeri

Politica

«La fiducia sul Ddl Scuola è una decisione arrogante e violenta»

Roberto Ciccarelli

Dura reazione dei sindacati contro Renzi: l'intenzione di mettere la fiducia sulla riforma scuola al Senato è una «gigantesca e insopportabile presa in giro», «atto di inaudita violenza istituzionale», un «decisionismo arrogante». Da martedì 23 giugno presidio unitario permanente al Senato

RIFORME

Una scuola per il nostro tempo

Piero Bevilacqua

Sul piano dei contenuti e delle discipline potrebbe costituire uno straordinario laboratorio di riforma scientifica, culturale e morale. E va superata anche la visione eurocentrica nella storia del pianeta

Politica

Salario accessorio, Marino sulle barricate

Eleonora Martini

La Corte di conti indaga sui fondi accantonati dalla giunta Alemanno per le retribuzioni extra ai dipendenti del Campidoglio, dopo i rilievi del Mef. Un altro colpo dal governo: l’amministrazione dovrebbe restituire 360 milioni di euro. Ma il sindaco si allea con i sindacati. Dalla sua parte, e contro Renzi, di nuovo anche Sel. «Non restituiremo nemmeno un euro né lo toglieremo ai lavoratori comunali»

Caso integrativi, Firenze apripista

Riccardo Chiari

Le analogie fra il Campidoglio e Palazzo Vecchio, dove la Corte dei Conti ha messo sotto accusa due contratti e una loro "interpretazione autentica" sui salari accessori. Processi ancora in corso, ma un singolo lavoratore ha già ottenuto dal giudice la sanatoria sui soldi da restituire.

De Luca in attesa

Red. Pol.

Il vincitore delle elezioni ancora non si insedia alla presidenza per evitare la sospensione. Fondamentale la decisione sul caso de Magistris: ieri l'udienza ma i giudici hanno preso tempo

PROFUGHI

Ventimiglia “blindata”

Natasha Ceci

Ramadan sugli scogli, treni e varchi presidiati da Mentone a ponte San Ludovico, mentre Parigi non cambia linea. Oggi si celebra la Giornata internazionale dei rifugiati, ma il continente continua a dimostrarsi invalicabile, soprattutto dal confine Italo-francese

Non c’è più asilo in Danimarca

Guido Caldiron

Il fantasma dell'immigrazione al centro della campagna elettorale. Il Dansk Folkeparti fa il pieno di voti sulla pelle degli stranieri. Inutile la storica svolta a destra dei socialdemocratici

CINECITTA'

Cinecittà, ultimo ciak: tanti licenziamenti

Frida Nacinovich

I lavoratori verso la cassa integrazione e la mobilità: "Ci lasciano a casa, e stravolgono la storia degli studios". Il progetto di rilancio di Abete non include i vecchi dipendenti. Appello al ministro dei Beni culturali Franceschini

Lavoro

Minacce e malori, le truccatrici Mediaset sempre più precarie

red. eco.

Forti pressioni per ottenere un taglio del salario, trasferimenti improvvisi delle lavoratrici già esternalizzate nel 2010: secondo la Slc Cgil potrebbero esserci gli estremi di comportamento antisindacale. "Chiediamo un intervento della committente sull'appalto Pragma"

Internazionale

Stati uniti, il cordoglio e la pena di morte

Luca Celada

Contro il ventunenne mitomane nostalgico della segregazione sudista, che voleva scatenare la guerra razziale sono intanto state formalizzate le accuse di nove omicidi. Il governatore del South Carolina ha già chiesto che nel suo caso venga applicata la pena di morte

Le paure ataviche dei bianchi americani

Alessandro Portelli

L’idea che i neri stiano impadronendosi dell’America invece è strettamente legata alla contemporaneità. La presidenza Obama, lungi dal segnare il superamento delle tensioni razziali, ha finito per acutizzarle, generando la convinzione che i neri stiano prendendo il potere e si preparino a ridurre i bianchi a cittadini di seconda classe

Cultura

La reliquia della discordia

Alessandro Santagata

Domenica il papa andrà a Torino per la chiusura dell’ostensione. Un’intervista con lo storico del Cristianesimo Andrea Nicolotti, autore di molte pubblicazioni sull’argomento. «La Chiesa ha scelto di venerare non la stoffa in sé, ma l’immagine di Gesù, che può spingere a contemplare la sua sofferenza, la morte, l’amorevole sacrificio»

Il capolavoro è privato

Ivo Bonacorsi

«Les clefs d'une passion», l'arte sublime diventa blockbuster e l'esposizione un red carpet per imprenditori

L’archivio della comunicazione

Emanuele Piccardo

Apre finalmente al pubblico lo Csac, il centro studi di Parma con un patrimonio straordinario di immagini, film, oggetti, opere di avanguardia, voluto da Arturo Quintavalle

Una traccia per la Storia

Marco Dotti

«Diario e narrazione» di Fabrizio Scrivano per Quodlibet, invita a ripensare la scrittura intima come una finzione per una identità collettiva

Visioni

Ostermeier non salva nessuno

Gianni Manzella

A Napoli teatro festival lo spettacolo del regista tedesco «Un nemico del popolo». Il testo di Ibsen viene fortemente proiettato nel presente dove si dibatte di crisi della politica e del sistema capitalistico

Cavalleria in ghingheri per l’Expo

Fabio Vittorini

Per garantire (quasi) ogni sera spettacoli per tutta la durata della kermesse meneghina, la Scala riprende alcuni titoli di successo delle recenti stagioni

I 7 peccati capitali di Paolo Poli

Redazione

Inizia stasera alle 20.15 la prima delle otto puntate di «E lasciatemi divertire», con cui l'attore fiorentino torna in tv dopo 40 anni

Shakespeare per giovani attori

Gianfranco Capitta

In scena «Pericle principe di Tiro» con gli Allievi dell'accademia Silvio D'Amico a confrontarsi con l'arte del Pardo

Quindici uomini, uomini come noi

Silvana Silvestri

Evento speciale del Festival è «La nostra quarantena» di Peter Marcias sulla Kenza, la nave marocchina in sciopero attraccata al porto di Cagliari

Nel Cairo, la città degli spazzini

Vincenzo Mattei

Viaggio nella città dove anche i bambini arrivano dal proprio giro nei quartieri con carretti trainati da asini e riempiono i sacchi con i materiali che la propria famiglia ricicla

L’unica via di fuga

Arianna Di Genova

Un incontro, prima in Biennale e poi direttamente nel suo quartiere brasiliano, a Laranjeiras, con Antonio Manuel, artista che ha scritto la storia culturale del suo paese, con performance, sculture, disegni, poesie e azioni politiche

Una vita da mediano antifascista

Pasquale Coccia

Una lapide allo stadio Zini ricorda Vittorio Staccione, uno sportivo che ha lottato per la libertà ed è caduto a Mauthausen per mano delle SS

Leopardi, il sogno amoroso del poeta

Sandra Pinto

«Il giovane favoloso» di Martone ha appena vinto il Globo oro come miglior film della stampa estera, Elio Germano il David come migliore attore - oltre ai premi per scenografia (Muselli), costumi (Patzak), trucco e parrucco