closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 20.05.2014

A una settimana dal voto l’Eurostat fotografa il disastro dell’occupazione che diminuisce ancora, gonfiando il voto populista. L’Italia è in zona retrocessione, peggio stanno solo Grecia, Croazia e Spagna. E chi un lavoro ce l’ha, nel nostro paese ha anche l’età più alta (over 50)

Tsipras, la sinistra che vince fa il giro d’Italia

Giorgio Salvetti

Il leader di Syriza il giorno dopo il successo elettorale alle amministrative greche viene a dare la spinta decisiva ai compagni italiani. Al mattino conferenza stampa davanti alla Statale di Milano, nel pomeriggio è a Torino e gran finale in serata in piazza Maggiore a Bologna. "Votiamo per cambiare l'Europa, contro le larghe intese dell'austherity e per un new deal europeo"

VERSO IL 25 MAGGIO

Astensione, pericolo a sinistra

Andrea Fabozzi

Le previsioni dei sondaggisti italiani evidenziano il rischio per la lista Tsipras. Affluenza probabile sotto il 50%. Diamanti: il non voto non è più disinteresse da destra. Weber: fuori dal Pd non c’è un elettorato consolidato

Italia

Casa, il governo Renzi va alla guerra contro i poveri

Roberto Ciccarelli, Valerio Renzi

La Camera vota la fiducia sul «Piano Lupi», oggi il voto finale. L’articolo 5 del decreto taglierà luce, acqua e gas alle occupazioni abitative nel paese. Tasi, dopo il caos c’è la beffa: secondo uno studio della Uil è più cara dell’Imu. Il tesoro proroga a settembre la tassa per i comuni in ritardo

EXPO 2015

Expo, l’occasione (persa) di Pisapia

Guido Viale

Sfilarsi dal progetto, scegliere il modello "fuori salone", decidere di seguire l’idea di Petrini sulla trasformazione del parco agricolo di Milano. Invece ha vinto la colata di cemento

L’abolizione dei concorsi universitari: un dono avvelenato?

Roars*

“Basta con i concorsi per docenti: valutiamo i risultati degli atenei“: è questo lo slogan che gira con sempre maggiore insistenza in risposta alla pioggia di articoli giornalistici che raccontano misfatti e strascichi giudiziari della prima tornata delle abilitazioni scientifiche. Una soluzione che sembra mettere tutti d’accordo. Liberi tutti: tanto, ci pensa la “valutazione ex-post” a punire i cattivi. Siamo sicuri? Si tratta di una scelta gravida di conseguenze, che i discorsi di questi giorni lasciano, più o meno intenzionalmente, nell’ombra

Tripoli nel caos congela parlamento e premier

Michele Giorgio

Sotto la pressione dell'offensiva militare dell'ex generale Khalifa Haftar, l'esecutivo ha chiesto al parlamento di sospendere i lavori fino alle prossime elezioni generali e di rivedere la nomina a premier di Ahmed Mitig,

Filosofia via etere

Fabrizio Denunzio

L'8 maggio 1967 su Radio France Culture si tenne una conversazione fra Michel Foucault e Raymond Aron: più che un dialogo fu una battaglia di idee, oggi riascoltabile sul sito dell'Ina, l'istituto nazionale audiovisivo francese

Visioni

Ferrara racconta l’oscenità del potere

Giulia D'Agnolo Vallan

Accuse di antisemitismo e una causa in arrivo per «Welcome to New York». Sono passati tre giorni dalla proiezione «fuori programma» del film di Abel Ferrara ispirato al caso Strauss-Kahn, ma il suo eco continua a farsi sentire sulla Croisette

CANNES 67

I mostruosi ultracorpi di David Cronenberg

Giulia D'Agnolo Vallan

Arriva in concorso «Maps to the stars» il nuovo lavoro del regista canadese, pieno di personaggi che desiderano identità che appartengono ad altri e lottano per difendere assolute meschinità

Il divorzio impossibile di Viviane

Eugenio Renzi

Alla Quinzaine il film di Ronit e Schlomi Elkabetz Le Procès de Viviane Amsalem, ultimo capitolo di una trilogia che i due fratelli registi hanno iniziato nel 2004

The Rover, l’ex vampiro in un road movie

Giona A. Nazzaro

Robert Pattinson con due pellicole a Cannes, in concorso con Cronenberg e fuori competizione in questo epico e avventuroso film ambientato nel deserto australiano. Regia di David Michod

Rubriche

Fallimento (del mercato)

Alberto Leiss

Aiuterebbe un nuovo e diverso protagonismo dello stato, degli stati. Rivolto al sostegno della scienza e della cultura, e alla cooperazione internazionale, non certo all’esibizione di rigurgiti nazionalistici, egoistici, bellicisti