closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 19.09.2021

Un fiume di uomini e donne di ogni età ha invaso Firenze contro il licenziamento delle 422 tute blu della Gkn. In corteo anche delegazioni delle altre fabbriche a rischio chiusura. La giornata di lotta toscana segnata dalla morte sul lavoro di un operaio a Campi Bisenzio

Italia

Mondeggi chiama, l’Aspromonte risponde

Claudio Dionesalvi

Un legame non solo ideale unisce le due regioni. Da anni esiste infatti un’efficiente sistema di cooperazione tra i gruppi di acquisto solidale e i produttori agricoli del centro e sud Italia

Commenti

La lotta alla Gkn insegna, nessuno si salva da solo

Deborah Lucchetti

Il Collettivo di fabbrica parla e agisce limpidamente, con tenacia e determinazione, ha il grande merito di volgarizzare le dinamiche della globalizzazione e le cause sistemiche della crisi, i nodi nevralgici da affrontare per cambiare rotta, non per sé ma per tutti

MEDICI O CIARLATANI?

Le cure a domicilio nei vuoti della sanità

Andrea Capocci

La medicina territoriale è carente e i gruppi per le terapie alternative ne approfittano. I gruppi che le promuovono sono nati a marzo 2020, in piena crisi sanitaria lombarda e rispondevano a un’esigenza reale: la difficoltà per i medici di base di visitare i pazienti. Smontarne la narrazione non è facile. Il 90% circa dei contagiati dal Covid-19 con sintomi lievi guarisce naturalmente, indipendentemente dall’efficacia dei farmaci

Internazionale

Da Forlì a Bangkok, cartucce italiane nei fucili della polizia

Alessandro De Pascale, Emanuele Giordana

Durante le proteste in Thailandia ritrovate munizioni da caccia della Rc Eximport, utilizzate per reprimere i manifestanti. Proprio come in Myanmar. L'azienda, sentita dal manifesto: «Siamo nell’ambito della libera circolazione delle merci, sottostiamo alle normative, ma c’è l’uso improprio»

Addio a Bouteflika, concordia e corruzione in Algeria

Giuliana Sgrena

Venti anni al potere, poi nel 2019 il movimento dell’hirak lo costringe a dimettersi in condizioni umilianti, su ordine dei militari. Una storia che inizia con la guerra d'indipendenza e ha il suo momento di svolta con la fine del terrorismo islamista. Ha governato sorretto dalla manna del petrolio e da un sistema che prende il nome di Bouteflikismo. Aveva 84 anni

Cultura

Axel Honneth, nell’aperto conflitto per il riconoscimento

Giorgio Fazio

Una intervista con il filosofo tedesco e docente di Filosofia sociale all'Università di Francoforte. Oggi a Modena (ore 16) terrà una lectio magistralis a proposito di libertà sociale, cooperazione e azione collettiva. «All’inizio della crisi ero effettivamente convinto che la pandemia avrebbe potuto impartire a noi tutti questa lezione: quella di orientarsi d’ora in avanti, in modo sempre più forte, verso una concezione sociale o comunicativa della nostra libertà individuale. Nel frattempo, tuttavia, ho dovuto ammettere che questo iniziale ottimismo sia fallito. Purtroppo, dalla crisi del Coronavirus non sono state tratte le conseguenze che vi erano suggerite, ossia riflettere su quanto fortemente il nostro personale benessere e la nostra libertà individuale siano dipendenti dalla cooperazione attiva di tutti i membri della società»

Commenti

Le armi legali dei femminicidi

Giorgio Beretta

Un fenomeno al quale il Viminale dedica da qualche anno un report con aggiornamenti periodici. Che, però, non specifica un punto fondamentale: l’arma utilizzata. Non è un elemento secondario. Perché se è vero che si può uccidere con tutto, è altrettanto vero che – come evidenziano diverse ricerche – soprattutto negli omicidi familiari e di tipo relazionale, l’arma del delitto non rappresenta un mero strumento per eseguire un assassinio, ma costituisce un fattore psicologico di particolare pregnanza nell’ideazione e nella preparazione dell’azione delittuosa

L’«anglosfera» fa fuori anche Fincantieri

Alberto Negri

Salta la mega-commessa all'Australia per nove fregate Fremm da 23 miliardi. Canberra ha preferito la proposta britannica, anche se il progetto è ancora solo sulla carta. Il messaggio Usa è chiaro: nel Pacifico non c'è spazio per l'Europa

Bene Draghi, ma ora aspettiamo i fatti

Giuseppe Onufrio

Mentre si va verso la Conferenza sul Clima di Glasgow, a rischio fallimento, il nostro premier Mario Draghi ha fatto eco alle parole del presidente Usa Joe Biden sulla gravità della situazione

Joseph O’Connor, Specchi, fumo e maschere sulla scena di una fuga dall’Io

Silvia Albertazzi

Alternando più voci e più registri – lettere, pagine di diario, trascrizioni di interviste e di documenti radiofonici, note, Joseph O’Connor esibisce una tecnica che rimanda, nelle sue stesse parole, alla «confusione ordinata» di un album di ritagli; e intrecciando realismo e allusioni al fantastico, edifica il suo «Teatro d’amore» attorno a tre figure-chiave del tardo Ottocento inglese, Bram Stoker, Henry Irving e Ellen Terry: da Guanda

Wagner, una musica capace di opporsi al suo ideologo

Stefano Catucci

Due saggi sul compositore tedesco: Giuseppe Di Giacomo mostra il felice naufragio del teorico nella sua ricerca dell’assoluto; Guido Paduano affronta la teatralizzazione della dialettica del potere

Biografia interiore, Proust nascente

Pasquale Di Palmo

Arrrivano anche in Italia nove «abbozzi» di novelle ritrovati da de Fallois, sorta d’appendice censurata a I piaceri e i giorni. Vi domina una nevrotica incompiutezza: Il corrispondente misterioso, da Garzanti

Da Trieste nel kibbutz, per compassione

Massimo Raffaeli

Un duro microcosmo etnico, religioso, linguistico: torna il Quaderno d’Israele, referto asciutto ma non privo di pietas dell’esperienza di Giorgio Voghera tra il ’38 e il ’48. Da Storia e Letteratura

Vinavil e Ripolin per la condizione zero

Giuseppe Frangi

Con un notevole esercizio di archeologia del contemporaneo, il saggio entra nell’officina di Mario Schifano agli albori, nella sua corposa ricerca del «quadro-oggetto»

Sociologia teatralizzata di Fede

Massimo Romeri

Prima mostra dedicata alla «mirabile pittoressa», che operò fra Cinque e Seicento, dai natali trentini, di fatto milanese: relativa la qualità dei dipinti, ma spicca un’effervescente scena sociale. Il suggestivo allestimento in tessuto specchiante anima un’opera dalle fortune internazionali

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.