closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:

Edizione del 19.04.2017

«Il No non è finito, sta tornando»: in Turchia migliaia di persone in piazza contro i brogli del regime al referendum costituzionale. Ma Erdogan insulta le proteste e ordina decine di arresti. E scoppia il caso del regista italiano Del Grande in sciopero della fame in un carcere turco

Il virus della polemica

A. Fab.

"Report" nella bufera per la puntata sul vaccino anti Hpv. La Rai prende le distanze, la ministra della salute attacca: "Grave disinformazione". Ma la tv pubblica è terreno di scontro tra Pd e M5S, mentre i renziani muovono all'attacco del direttore generale

Europa

May in cerca di conferme: elezioni anticipate l’8 giugno

Leonardo Clausi

Le politiche dovevano tenersi nel 2020, ma le condizioni sono favorevoli e il Labour è a -15. Per affrontare i negoziati sulla Brexit la premier britannica, a sorpresa, punta sulle urne. «Il paese ha bisogno di una forte leadership, la mia», spiega davanti alle tv

Megacorruzione nel Pp, Rajoy chiamato a testimoniare

Luca Tancredi Barone

Per la prima volta nella storia della democrazia spagnola un primo ministro in carica sarà ascoltato da un giudice. Mariano Rajoy testimonierà dalla Moncloa sul gigantesco caso di corruzione che dal 2009 squassa il partito popolare. Ma il premier, tentato dalla "carta May", potrebbe blindarsi con il voto anticipato

Campagna porta a porta. E in Italia ha vinto il no

Chiara Cruciati

Nel nostro paese il no alla riforma costituzionale voluta da Erdogan ha prevalso con il 62%. A monte, dice il Comitato del No in Italia, sta la forte presenza kurda e dell'Hdp e le discussioni aperte con gli elettori

Cultura

Teheran fuori cliché

Francesca Del Vecchio

Un incontro con l’iranista Anna Vanzan, ospite alla Fiera dell’editoria «Tempo di libri», a Milano

Francia, il volto del nuovo malessere

Guido Caldiron

Alla vigilia delle elezioni presidenziali in Francia, un percorso di letture per decifrare le trasformazioni del Front National da quando, nel 2011, ne ha preso la guida Marine Le Pen

Andrea Motis, il jazz è giovane

Stefano Crippa

Con «Emotional Dance», album inciso per la storica etichetta Impulse, debutta l’artista catalana. Canta e suona tromba e sassofono con la sicurezza di una veterana e uno stile decisamente personale

Quel Fenomeno di Fabri Fibra

Stefano Crippa

E' già ai vertici delle classifiche l'album che segna il ritorno del rapper più scandaloso d'Italia. Tanti ospiti e produttori per un lavoro che getta uno sguardo fra l'ironico e l'allarmato sul Belpaese

Orme classiche

Giordano Casiraghi

Operazione coraggiosa per la storica compagine veneta che rilegge con partiture orchestrali i classici del suo repertorio

Commenti

Un prodotto chiamato donna, il corpo acefalo della pubblicità

Annamaria Arlotta

Esplicita («montami a casa tua») o subdola (l’uso maschile e femminile dei tablet), lo spot made in Italy è inchiodato allo stereotipo. Alcuni esempi di pubblicità cambiate. Quando lo spot sessista dei pannolini («lei penserà a farsi bella, lui a fare goal»), fu sommerso dalle critiche di giovani papà e mamme e l’azienda fu costretta a cambiarlo.

L'Ultima

L’arte di difendere il lavoro

Maurizio Pagliassotti

Da 200 giorni 50 operai della Alstom di Sesto San Giovanni resistono nella fabbrica da cui la General Electric li vorrebbe cacciare. Grazie ad antiche forme di lotta, magari ineleganti ma efficaci

Vertenza da sostenere. Parola di sindaca

Maurizio Pagliassotti

Monica Chittò, prima cittadina di Sesto san Giovanni: «General Eletric deve trovare un compratore, non possono pensare di poter chiudere e andarsene semplicemente»