closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp
1 ULTIM'ORA:

Edizione del 19.02.2020

La guerra di nervi scatenata da Renzi si mimetizza con un doppio voto di fiducia, oggi sul decreto milleproroghe e tra oggi e domani sulle intercettazioni. Ma ormai il fuoco amico contro il governo è un crescendo, dalla prescrizione alle nomine alle elezioni regionali

Intercettazioni, Renzi impone lo stop e la trattativa

Andrea Fabozzi

Faticosa mediazione per far passare nel decreto il recepimento di una sentenza della Cassazione. Italia viva minaccia di mandare sotto la maggioranza e si attesta su posizioni garantiste. Ma dimentica anche lei la sostanza delle prescrizioni della suprema Corte

Tensione tra spazi delle donne e M5S romano

Shendi Veli

Presidio in Campidoglio per richiedere la tutela dei percorsi femministi della città. Nessuna apertura significativa dal M5S, fissato per il 20 il distacco delle utenze per Lucha y Siesta

CLIMA E CAPITALISMO

Jeff Bezos vuole salvare il pianeta con 10 miliardi di dollari

Roberto Ciccarelli

Il capitalista più ricco al mondo, Jeff Bezos, fondatore di Amazon, ha annunciato la creazione di un fondo per contribuire alla lotta contro i cambiamenti climatici. La decisione un mese dopo che l’azienda ha minacciato di licenziare i dipendenti che l’avevano sollecitata a prendere posizione sulla crisi climatica. Il ruolo delle lotte dentro le grandi aziende e i dilemmi politici della filantropia digitale

Europa

La proposta Linke per la Turingia: «Un governo a tempo alla Cdu»

Sebastiano Canetta

Per risolvere la crisi del Land e mantenere vivo lo spettro delle urne anticipate, l’ex governatore Bodo Ramelow, a sorpresa, propone la sua predecessora cristiano-democratica. Nel giorno in cui entra in scena l’ennesimo sfidante per la successione ad Annegret-Kramp Karrenbauer: Norbert Röttgen, ex ministro dell’Ambiente di Merkel

In America latina la «nuova era» inizia come la vecchia

Roberto Livi

Neoliberismo, estrattivismo, colpi di stato funzionali agli interessi Usa, il fattore Cina e il nuovo ruolo della Russia. Un continente intrappolato in quella che il sociologo venezuelano Miguel Saavedra chiama «stagnazione strutturale neocoloniale»

Riprendono gli scontri nel Donbass

Yurii Colombo

Morti e feriti in entrambi gli eserciti: è la violazione più grave della tregua dal 2018. Il presidente Zelensky annuncia la convocazione del Consiglio di sicurezza e di difesa nazionale

Brevi dal mondo: Libia, Stati uniti, Libano

Red. Esteri

Lavrov a Di Maio: «Sulla Libia la Ue deve seguire l’Onu». Usa, sondaggi dem: Sanders primo, ma spunta Bloomberg. Muore il secondo manifestante libanese, rabbia a Tripoli

Cultura

La sfida in nome dell’efficienza che minaccia libertà e diritti

Teresa Numerico

«Tecnocrazia e Democrazia» di Francesco Antonelli, per L’Asino d’oro. La digitalizzazione è per l'autore non un fattore, ma la condizione che rende possibile la globalizzazione. La ragione tecnocratica è l’apoteosi della ragione illuminista che stabilisce anche i risultati desiderati, non solo i mezzi per ottenerli. Tuttavia, per criticare la ragione tecnocratica bisogna costruire una nuova forza egemonica in grado di contro-argomentare rispetto ai temi del mercato

Come interrogarsi con umorismo sul confronto tra vero e falso

Lia Tagliacozzo

«Olocaustico», il romanzo di Alberto Caviglia, già regista di «Pecore in erba», pubblicato da Giuntina, è ambientato in una società israeliana uguale a tutte le altre per il potere che vi hanno i media nel definire l’immaginario collettivo e l’agenda degli eventi ma, grazie ai social, la vicenda si espande al mondo intero

Il Mezzogiorno non è un’anticaglia

Francesco Barbagallo

Un estratto dal testo che uscirà per la rivista «Infinitimondi» (in distribuzione dal 24 in libreria e in abbonamento) sui conflitti nel Pci napoletano degli anni '50 intorno alla questione meridionale

Commenti

Sardine, tra partito e movimento non c’è contraddizione

Nadia Urbinati

Di entrambi c’è bisogno: dei primi per organizzare la partecipazione e la selezione del personale politico intorno e per attuare progetti riconoscibili e specifici; dei secondi per tener sveglia la cittadinanza attiva che non deve necessariamente stare solo nei partiti

Al governo mancano 30 miliardi

Roberto Romano

I prossimi appuntamenti economici sono europei e nazionali. Non parte bene la discussione sul «Green New Deal»: le risorse non dovrebbero uscire dai bilanci pubblici nazionali

Decreti sicurezza, una riforma a metà è pericolosa

Stefano Zirulia*

Le modifiche alle leggi salviniane, se confermate, non ne mettono radicalmente in discussione l’impianto. A partire dalla riduzione (e non l’abolizione) delle sanzioni attualmente previste per le Ong

La libertà d’informazione non è una cena di gala

Vincenzo Vita

Caso Assange, a rompere il disinteresse la manifestazione di domenica 23, alla vigilia della prima udienza del processo per l’estradizione negli Stati Uniti del creatore di WikiLeaks, che rischia così 175 anni di detenzione