closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 18.05.2017

Dopo 28 anni dalla ratifica delle convenzioni Onu, il senato introduce il reato di tortura. Ma il testo non soddisfa le associazioni per i diritti umani. Limitata l’area di punibilità. Il ddl torna alla camera e il rischio è che si affossi prima della fine della legislatura

Politica

Tortura, «legge inapplicabile». La montagna partorisce il topolino

Eleonora Martini

Con 195 voti a favore, 8 contrari e 34 astenuti, il Senato approva l’introduzione del reato richiesto dalle convenzioni internazionali. Limitata l’area di punibilità del reato. Sinistra Italiana: «Impossibile votare provvedimento ambiguo e inutile. Ci asteniamo». Casson: «Sarà una corsa ad ostacoli, applicarla». Ddl «provocatorio e inaccettabile» secondo l’appello firmato anche dal pm Zucca, Cucchi e Guadagnucci

Orfini in difesa del capo. Napolitano: ipocriti

Andrea Colombo

Per il presidente del Pd la telefonata rubata tra padre e figlio Renzi è un «attacco alla democrazia». «Ipocrita chi ora si lamenta per abuso», la replica indiretta dell'ex capo dello Stato

Pd, il proporzionale è solo un trucco

Andrea Fabozzi

Arriva la proposta del relatore Fiano, è l'ultima ma è già il testo base. Prevede un solo voto che si trasferisce automaticamente dal collegio uninominale alla lista o al listone. Renzi, come già per l'Italicum, prova a dettare forzature e tempi rapidi alla camera. E intanto manovra per conquistare i voti necessari al senato

Italia

Anche la Ue boccia l’autotirrenica

Riccardo Chiari

La Commissione deferisce l'Italia alla Corte di giustizia Ue per aver dato la concessione autostradale alla Sat senza gara di appalto. Esultano ambientalisti e forze di sinistra. Alessia Petraglia (Si): "Ora mettere subito in sicurezza l'Aurelia". E sulle concessioni autostradali italiane possibili altre infrazioni.

Lavoro

Alitalia, via all’iter per la cessione

Riccardo Chiari

In arrivo il bando per aprire alle manifestazioni di interesse. Il ministro Delrio: “La vera operazione che va fatta è quella di non frazionare la compagnia e mantenere l'unitarietà aziendale”. Senza nazionalizzare.

Economia

Non ci sono più le classi sociali di una volta

Roberto Ciccarelli

Rapporto annuale Istat: la relazione tra l’appartenenza di classe e l’identità sociale si è sfaccettata. Operai e borghesi sono classi esplose nella crisi. La zona grigia dove si intrecciano la precarizzazione degli uni e la proletarizzazione degli altri coinvolge ugualmente il lavoro autonomo freelance e ordinistico. Il presidente Istat Alleva: «La ripresa, a causa dell’intensità insufficiente della crescita economica, stenta ad avere gli stessi effetti positivi diffusi all’intera popolazione». E' record di precariato e disuguaglianze, mentre crollano le nascite

Emissioni Fca, Bruxelles apre procedura di infrazione

red. eco,

Il software di controllo sui gas inquinanti falsa i dati? Il caso avviato da una denuncia tedesca. La responsabilità è dello Stato che effettua le omologazioni: il ministro Delrio ha tentato, senza successo, di ottenere un rinvio

Governo Macron

Governo Macron: portafoglio a destra, cuore écolo

Anna Maria Merlo

L'equilibrismo di Macron, l'economia in mano alla destra, la «conquista» della star dell'ecologia, Nicolas Hulot e molti riferimenti alla «solidarietà». Rabbia a Lr, freddezza Ps. Per Mélenchon, Hulot è un «crepacuore» in un governo «di destra»

RUSSIAGATE

Su Trump l’ombra dell’impeachment

Marina Catucci

La Camera chiede le trascrizioni dei colloqui con l’ex capo dell’Fbi dopo la notizia di pressioni perché Comey chiudesse le indagini su Flynn. Sulla fuga di notizie dalla Casa bianca a Mosca interviene Putin: «Pronti a fornire la registrazione dell’incontro con Lavrov»

L’Iran disilluso dà un voto alla retorica

Giuliano Battiston

Dopo una campagna elettorale di slogan e promesse, domani gli iraniani scelgono il presidente: corsa ristretta al riformista Rouhani e il principialista Raisi. Rischio astensione tra i giovani, i più entusiasti di un’apertura che ancora non è sbocciata

Cultura

L’imperfezione delle passioni

Arianna Di Genova

La scrittrice portoghese Dulce Maria Cardoso sarà ospite del Salone del libro di Torino e incontrerà il pubblico il 21 maggio. Il suo ultimo libro «Sono tutte storie d'amore» (Voland), è una raccolta di racconti in cui «l'amore è la forma più benigna dei rapporti di potere fra persone»

Reportage

I mille volti di Ginettaccio

Tommaso Nencioni

Il buono, il pio, l’orgoglioso, il testardo, «Giusto tra le nazioni», antifascista, salvatore della patria dopo l’attentato a Togliatti... in due parole: Gino Bartali. Il Giro d’Italia corre in omaggio alla storia del campione fiorentino degli anni Trenta e Quaranta. Per convincere Brera che lo attaccava perché non si arrendeva all’età – va a casa, coglione, avessi io i tuoi quattrini… – gli fumò sul grugno quattro Gauloises senza filtro

I fantasmi amorosi di Desplechin

Cristina Piccino

«Les fantomes d’Ismael» del regista francese ha aperto fuori gara la nuova edizione del festival. Un triangolo, una spy story molto aubiografica con le dive Gainsbourg e Cotillard e l'attore feticcio Amalric

Una giovane Inco’ntempranea

Fabio Francione

Un festival appena nato sotto la direzione artistica di Claudia Ferrari e di un gruppo di musicisti uscito dal conservatorio piacentino Nicolini, il Collettivo-21