closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 18.05.2013

La sinistra si riprende piazza S. Giovanni. Operai e impiegati metalmeccanici chiedono reddito di cittadinanza, blocco dei licenziamenti, abolizione dell’articolo 8 sulla deroga ai contratti. La Fiom di Maurizio Landini porta a Roma il paese che soffre la crisi ma non vuole più subirla. È la battaglia per i diritti e la democrazia. Il Pd ha scelto di non esserci, ma le tute blu sono in buona compagnia

Lavoro

«Sconfiggiamo la crisi»

Antonio Sciotto

Un fiume di tute blu oggi attraversa Roma, da Piazza Repubblica a San Giovanni. Maurizio Landini parla alle imprese e al governo: «Serve subito un cambiamento»

Le 9 richieste della Fiom al governo

Matteo Bartocci

Reddito di cittadinanza, scuola pubblica, riconversione ecologica, contratto nazionale, lotta alla mafia, pensioni, piano di investimenti pubblici e blocco dei licenziamenti

OMOFOBIA

Diritti gay, il nostro medioevo

Giorgio Salvetti

L’Italia è il paese più omofobo d’Europa. Lo dicono tutti i rapporti internazionali. La giornata mondiale contro le aggressioni omofobe trabocca di solidarietà, ma di leggi civili non c’è traccia

Politica

Cig e Imu, Letta non risolve

Andrea Colombo

Varato il decreto. Entro agosto la riforma della tassazione sugli immobili. Tregua sulla prima casa. Cassa integrazione rifinanziata ma a spese del lavoro

Cittadini alla Consulta, non è un tabu

Andrea Fabozzi

Premio di maggioranza senza soglia e liste bloccate: on un'ordinanza coraggiosa la Cassazione manda il Porcellum davanti alla Corte Costituzionale. Vertice di maggioranza: il Pdl vuole cambiare il meno possibile, il Pd tornare al Mattarellum

L'inchiesta

Modello argentino a Castelforte

Angelo Mastrandrea

Dalla multinazionale alla cooperativa. Alla ex Evotape gli operai si riprendono la fabbrica e vedono la luce in fondo al crac: «Ora siamo padroni di noi stessi. Il nostro è un esempio»

ARGENTINA

Videla, morte di un assassino

Filippo Fiorini

L'ex dittatore è deceduto in carcere a 87 anni. È stato il simbolo più perverso del regime militare del '76-'83. Uccise «7 o 8 mila persone», ma in realtà furono 30mila. Non si pentì mai

Boko Haram, Goodluck va alla guerra

Rita Plantera

Massiccia offensiva dell’esercito contro i miliziani islamisti nel nord-est. Stato d’emergenza e civili terrorizzati. Il presidente Jonathan opta per la via militare. Rischio contagio in altre regioni. A Kano, negli anni 80, dopo una rivolta "religiosa", i raid aerei fecero circa 5000 vittime

Politica

Senza confini

Luigi Pintor

Il suo testamento politico. La sintesi di una vita e di un'intera esperienza politica in pochissime battute. La pace, il mondo, la sinistra. Un articolo davvero da mandare a memoria

STEFANO BENNI

Una semplice e colta dichiarazione di libertà

Stefano Benni

Quello che ci resta è questo giornale che amiamo e talvolta detestiamo, perché non ci basta, perché è meno dei nostri desideri, come era meno dei desideri di Luigi, ma per cui ha combattuto con tutte le forze fino all'ultimo

Cultura

I mondi possibili

Fabio Pedone

L'autore francese di origine corsa Jérôme Ferrari, al Salone del libro con "Sermone sulla caduta di Roma", edizioni e/o

Testacucita non è più solo

Arianna Di Genova

Il libro dei mostriciattoli dell'autore inglese Guy Bass, una metafora dell'esclusione dal mondo dei più piccoli

In contorni sfumanti di un inevitabile fallimento

Enrico Terrinoni

«La lotta è armata. Estrema sinistra e violenza», un saggio di Gabriele Donato. Un grande lavoro sui documenti, articoli e saggi provenienti dai gruppi della sinistra extraparlamentare degli anni Settanta

Benvenuto su ilmanifesto.it

Uso di alcuni dati personali

I cookie sono piccoli file di testo che vengono memorizzati durante la visita del sito. Hanno diverse finalità:

Icona ingranaggi
Cookie tecnici

ilmanifesto.it usa solo cookie anonimi e necessari al buon funzionamento del sito. Non raccolgono dati personali e sono indispensabili per la navigazione o i nostri servizi.

Icona grafico
Cookie statistici

ilmanifesto.it non profila gli utenti per il remarketing o per scopi pubblicitari. Usiamo cookie statistici che servono per analizzare grandi gruppi di dati aggregati.

Icona binocolo
NON ospitiamo cookie pubblicitari o di profilazione.

Non vendiamo i tuoi dati e li proteggiamo. Potremmo però essere intermediari tecnici di alcuni contenuti incorporati da terze parti (ad es. video, podcast, post o tweet, pagamenti via Stripe). Consulta le privacy policy delle terze parti raccolte sul sito.

Se chiudi questo banner acconsenti ai cookie.