closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 17.11.2018

«Il governo del cambiamento che non c’è»: centomila studenti in piazza contestano la legge di bilancio che non stanzia fondi. Cortei in 70 città, da Sud a Nord. La ministra Lezzi: «Hanno ragione a protestare». Polemiche per le bandiere leghiste bruciate nel capoluogo lombardo 

Scuola

Il cambiamento non c’è, 100 mila studenti contro il governo

Roberto Ciccarelli, Giansandro Merli

Cortei in 70 città contestano gli spot su scuola e università dell'esecutivo Lega-Cinque Stelle. Polemico il ministro dell'Interno Salvini sulle bandiere bruciate. La ministra per il Sud Lezzi: «Hanno ragione a protestare». La carica politica di una nuova generazione antirazzista e femminista a 10 anni dall’Onda

Al Cnr stabilizzati 1200 ricercatori precari

Mario Pierro

Il presidente del Cnr Inguscio parla di un processo di stabilizzazione "ampio". Oggi alla Sapienza di Roma l'assemblea dei ricercatori precari dell'università organizzata da Flc-Cgil e i dottorandi dell'Adi

Commenti

Laurea o diploma, lo studio ha un solo valore: maturare l’autonomia

Roberto Ciccarelli

Abolire, o no, il valore legale del titolo di studio? Andiamo oltre i dibattiti rituali, e liberisti, di ogni legislatura. L'alternativa va cercata nel diritto allo studio. Preso alla radice, questo diritto afferma la facoltà di pensare e governarsi liberamente. Di questo il sistema non ha bisogno, e lo combatte. Occorre invece rivendicarlo: non saranno lo Stato, né il mercato, a decidere come esercitarlo

Politica

Rappresaglia M5S sulla trasparenza nei partiti

Andrea Fabozzi

I grillini portano nel dibattito sull'anticorruzione le tensioni scoppiate nel decreto fiscale e sui rifiuti. Commissioni tenute in sospeso per un giorno interno, poi salta l'emendamento dei relatori che avrebbe ammorbidito le regole per il finanziamento alla politica. Scontro rinviato all'aula. La Lega: «E' da pazzi. Così non si può lavorare»

FRANCIA

I gilet gialli, oggetto sociale non identificato

Anna Maria Merlo

Rischio di blocchi stradali in tutto il paese: la scintilla della protesta è l'aumento del prezzo dei carburanti. Ma il movimento si è allargato a una rivolta anti-tasse, fomentata da un sentimento di ingiustizia fiscale e di abbandono. Macron sulle difensive. L'opposizione parte all'attacco, dall'estrema destra a Mélenchon (solo i Verdi non cavalcano la rabbia contro le eco-tasse). I sindacati prendono chiaramente le distanze dai gilet gialli

Reportage

L’Uganda di Bobi Wine prova a cambiare musica

Francesca Giani e Giacomo Rota

Guidato da un cantante-deputato idolo dei giovani, un personaggio controverso e in rapida ascesa, il movimento #PeoplePower sfida il regime dell’eterno Yoweri Museveni, allergico ai diritti umani e alla libertà di espressione

Commenti

Israele, perché un falco si dimette?

Zvi Schuldiner

Da ministro, Lieberman ha dovuto attenuare i toni, dovendo guidare quei militari che in base ai canoni politici locali appaiono paradossalmente come la parte più «moderata» del paese. L’élite dominante non ha alcuna intenzione di arrivare a reali trattative di pace con i palestinesi. Ora è Naftali Bennett, sostenuto dai coloni, a candidarsi alla Difesa

La durata inedita del ’68

Paolo Ferrero

Un simposio a Roma, a partire da stamattina, presso Facoltà Valdese di teologia, organizzato da Rifondazione comunista

Il caso Yasuda e la «sindrome di Galapagos»

Matteo Boscarol

Il ritorno a casa del giornalista giapponese fatto prigioniero in Siria tre anni fa ha riacceso delle polemiche simili a quelle raccontate nel 2005 da «Bashing» di Masahiro Kobayashi

Milo Rau sulla crudeltà e la violenza

Gianfranco Capitta

A Romaeuropa Festival «The Repetition» affronta il problema dell’intolleranza omofobica e sanguinaria ispirandosi a un fatto realmente accaduto

Quarant’anni di festival

Ester de Miro

Gli appuntamenti del Laboratorio Immagine donna dal 21 al 25 novembre al Cinema La Compagnia

Rubriche

«Crescita recessiva», ovvero la crescita che non fa crescere

Marco Bertorello

Da alcuni anni nel campo conservatore statunitense viene fatto uso della definizione "New Normal", per richiamare un contesto caratterizzato da bassa crescita, modesta inflazione, diseguaglianze crescenti, dominio incontrastato della finanza. Un contesto da intendersi non più transitorio, ma di fase. Per giunta presumibilmente non breve

Aver paura dei «barbari» e del vento

Sarantis Thanopulos

Silvio Perrella in "Io ho paura" affronta un tema difficile con un’immediatezza dello sguardo che dialoga con l’eleganza della trama narrativa. Centrale è il riferimento alla poesia di Kavafis, «Aspettando i barbari», che descrive l’attesa dei barbari a Roma

L'Ultima

Genocidio cambogiano

Emanuele Giordana

40 anni dopo l’esperienza della Kampuchea Democratica di Pol Pot, gli ultimi due capi dei khmer rossi sono stati condannati per lo sterminio della minoranza musulmana e vietnamita