closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 17.03.2020

Il governo presenta la sua prima cura da cavallo per fronteggiare l’emergenza: 25 miliardi destinati a sanità, lavoro e imprese. E annuncia un nuovo decreto per aprile, promettendo un piano di investimenti straordinario. Nuovo tonfo delle borse. Mentre aumenta il numero dei contagi e delle vittime del del coronavirus. La Lombardia «epicentro» del mondo

Economia

«Siamo in un’economia di guerra»

Roberto Ciccarelli

Drammatico annuncio del presidente dell'Eurogruppo Mario Centeno: "Non dobbiamo illuderci: sono i primi passi di una battaglia temporanea e lunga. Il contenimento sta portando l’economia ai tempi di guerra". Una metafora dilagante a tutti i livelli che serve a rinserrare la popolazione nelle file di un esercito immaginario, ma rischia anche di occultare un cambio di paradigma. Ieri sono di nuovo crollate le borse: l’azione della Fed non è servita, Wall Street ha fatto di nuovo peggio del 1987, Milano a meno 6%. Verso un coordinamento delle politiche fiscali a livello Ue. Gentiloni: «Pronti a qualunque azione»

Politica

Cosa prevede il «decreto marzo»

Redazione

L'esecutivo ha varato oggi le misure economiche per fronteggiare la difficile situazione. Tutto ciò che serve sapere sulle disposizioni del provvedimento ribattezzato «Cura Italia»

Contro il virus precettata anche la sanità privata

Riccardo Chiari

Per fronteggiare l'emergenza, oltre a quelle militari anche le strutture sanitarie private, accreditate e non, in caso di bisogno devono mettere a disposizione il personale sanitario, i locali e le apparecchiature.

I medici di Cuba pronti ad aiutare la Lombardia

Roberto Pietrobon

Il sistema sanitario cubano è una realtà e nonostante il blocco economico, commerciale e finanziario  imposto dagli Usa che soffoca da quasi 60 anni Cuba e il suo popolo.  Ne risentono le risorse strumentali, ma la professionalità e l’efficienza della sanità cubana è riconosciuta universalmente, a partire dall’Oms

Internazionale

Trump dà solo consigli, città in autogestione

Marina Catucci

Linee guida dal presidente, sindaci e governatori decidono da sé: in New Jersey tutti a casa dopo le 20, in Florida spiagge off limits. E New York si prepara alla «guerra». Al dibattito democratico senza pubblico Sanders e Biden in disaccordo sul sistema sanitario universale

USA

Pandemia Trump nell’America senza salute pubblica

Luca Celada

Più attento al Dow Jones che all'evoluzione del virus, il presidente statunitense schiera privati, industrie farmaceutiche e case di distribuzione in prima linea: tamponi nei percheggi dei Wal Mart Rischio bancarotta per le famiglie

Cultura

Albert Londres, taccuini della lontananza

Simone Pieranni

Edito da Obarrao, «La Cina nel caos» è il viaggio del reporter nel 1922. Arriva nel paese nel turbolento periodo dei Signori della Guerra, trovandolo politicamente allo sbando. Doveva descrivere per i lettori del quotidiano francese «Excelsior» una condizione di cui aveva già raccolto impressioni fulminanti in Giappone

Vittorio Gregotti, un realista critico

Maurizio Giufrè

La scomparsa a 92 anni dell'architetto e teorico che credeva nella «positività del costruire» e immaginava la città come un insieme di «trasformazioni». Suo il quartiere Bicocca di Milano, il Centro di Belem a Lisbona e anche il contestato Zen di Palermo

Jean Ziegler, Che Guevara e il cervello del mostro

Mariangela Mianiti

A 85 anni Ziegler fustiga l’Europa per la scandalosa gestione dei profughi nei centri di smistamento delle isole greche dove dice di aver vissuto una delle esperienze più drammatiche della sua vita

Tokusatsu, la «rivoluzione» degli effetti speciali

Matteo Boscarol

Un volume di Massimo Nicora esplora il genere televisivo e cinematografico reso celebre da «Godzilla». Da «Ultraman» a «Kamen Rider», alla riscoperta dei mostri e gli eroi dell’immaginario collettivo nipponico

Commenti

Carcere: un primo passo, ma ci vuole ben altro

Patrizio Gonnella

Ieri è arrivato il primo decreto del governo per affrontare l’emergenza carceraria. Esso contiene norme che cambiano le regole di accesso alla detenzione domiciliare; secondo le previsioni di chi ha proposto il provvedimento dovrebbero nelle prossime settimane uscire due-tre mila persone, sempre che la magistratura di sorveglianza interpreti le norme in modo estensivo.

Il denaro creato dal nulla finanzi il deficit

Luigi Pandolfi

Non basta più agire solo dal lato del costo del denaro e dare più liquidità alle banche. Se la gente sta a casa e le fabbriche chiudono non si capisce come i soldi a buon mercato possano incentivare gli investimenti privati. Lo schema classico non regge più. I soldi ci vogliono, ma devono arrivare direttamente alla vita reale.

La sanità pubblica, quando ce n’è bisogno

Lavinia Bifulco, Stefano Neri, Angelo Salento*

L’emergenza presenta un conto più alto dei tagli. La mortificazione di tutta l’economia della vita quotidiana sta esponendo il corpo sociale a rischi straordinari

L'Ultima

Umanità Nova e anarchica da cento anni

Mario Di Vito

Dal 1920 l’allora quotidiano fondato da Errico Malatesta, oggi settimanale e rivista ufficiale del Fai, continua a diffondere idee e riflessioni delle organizzazioni di anarchismo comunista