closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 17.01.2019

Bufera sul video choc postato su Facebook dal ministro della giustizia Bonafede dopo l’arresto di Battisti. Il garante dei detenuti invita il guardasigilli a rimuoverlo e accusa: «Ha violato le leggi dello Stato». La Camera penale di Roma lo denuncia «per aver messo a rischio la vita degli agenti penitenziari». Contro lo spot giustizialista anche parte del Csm e dei sindacati di polizia

REGNO UNITO

May va avanti, nonostante tutto

Leonardo Clausi

La disfatta dell’accordo non basta a Jeremy Corbyn, la premier sopravvive alla mozione di sfiducia laburista. Regge l’alleanza dei Tory con il Dup, Erg si adegua: 325 voti contro 306

Politica

Reddito e quota 100, la coperta è corta

Andrea Colombo

Rinviato ma poi confermato, il Consiglio dei ministri in calendario oggi sulle due misure simbolo dei gialloverdi ha il problema della mancanza di coperture. Versioni contrapposte dagli alleati sui tagli agli assegni per le famiglie con disabili e sul pensionamento e il Tfr dei dipendenti pubblici

Enrico Letta e la “rivoluzione”

Daniela Preziosi

Il nuovo libro dell'ex presidente del Consiglio riflette sull'avvento dei gialloverdi. Un'(auto)critica agli errori delle élites: da Berlusconi a Grillo un'unica catena populista, passando per Renzi

A Caracas prove di golpe senza venezuelani

Claudia Fanti

Il presidente del parlamento Guaidò rivendica il posto di Maduro e si appella al popolo. Ma dietro ha solo gli Usa e il Gruppo di Lima. Trump starebbe già pensando di riconoscerlo come «reggente» ad interim ma la gente ha altre priorità: diversificazione dell’economia e lotta all’inflazione

In cambio degli aiuti, Mosca propone un programma «lacrime e sangue»

Yurii Colombo

I «Chicago Boys» del Cremlino avrebbero preparato misure dagli accenti fortemente neoliberali per «dare una scossa all’economia» bolivariana secondo le prime indiscrezioni della Tass. L’obiettivo di Putin: far entrare il Paese, oggi semplice alleato, nell’orbita russa

Cultura

Il cuore oscuro del castigo

Giso Amendola

Una riflessione a partire dall'ultimo libro dell'antropologo e sociologo francese Didier Fassin «Punire. Una passione contemporanea», pubblicato da Feltrinelli

Olfatto e altri misfatti

Stefano Crippa

Su Netflix i sei episodi di «Profumo», una serie ispirata all'omonimo romanzo ma ambientata in Renania. Una vicenda che ruota intorno a una serie di efferati omicidi

Commenti

La verità sul Tav. Non una strategia ma un gioco d’azzardo

***

Il progetto di nuova linea ferroviaria Torino-Lione poggia su presupposti di decenni fa, rivelatisi errati. Chi si oppone a tale opera lo fa da oltre vent’anni basandosi su grandezze fisiche e previsioni analitiche. Proviamo pertanto, come docenti universitari a proporre di fare qualche passo avanti su una questione che rischia di basarsi su una tifoseria tribale più che su elementi razionali

Ero comunista ma non sono pentito

Roberto Morassut

Ero comunista perché in quegli anni il Pci era contro il terrorismo e non aveva ambiguità sulla lotta armata. Non so se Salvini ne ha avute in gioventù, quando faceva l’estremista di sinistra nella Lega o quando Bossi evocava i fucili

Il Grande Fratello del Copyright ha già perso

Arturo Di Corinto

La riforma europea del copyright è in dirittura d’arrivo. Ma non servirà a salvare l’industria culturale tradizionale che per sopravvivere deve imparare dalla creatività di un pubblico diventato autore

Viaggio nel Macrolotto O, dove il pronto moda parla cinese

Angelo Mastrandrea

Lo storico quartiere produttivo, oggi Macrolotto 0 si apre appena varcata Porta Pistoiese. Dalle vie strette tipiche dei centri storici Medievali si passa a quelle più larghe e regolari. La lingua cinese domina le insegne dei negozi: dal parrucchiere al fotografo per matrimoni, dal ferramenta al grafico pubblicitario. Qui emerge la caratteristica storica del distretto tessile: l’alternarsi quasi ritmico di abitazioni e piccole fabbriche.

La rinascita socio-ecologica di Rojava

Chiara Cruciati

«Kobane Roots» è un progetto sociale ecologista, con base in Italia, per ricostruire l’economia di un territorio devastato puntando sulla rivoluzione «verde» per un futuro eco-sostenibile

Olio di palma, un disastro nel motore

Serena Tarabini

Il grasso vegetale, dopo essere stato demonizzato per l’uso alimentare, continua a danneggiare le foreste perché viene trasformato in combustibile «verde» che poi finisce nei serbatoi di auto e camion