closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 16.12.2018

Grillini e leghisti litigano su ecotassa e pensioni, ma il senato gira a vuoto sulla legge di bilancio. Il governo pronto a imporre, come un editto, il testo direttamente in aula con la fiducia. Parlamento scavalcato anche sul pesantissimo taglio ai fondi per il pluralismo nell’editoria

Europa

«Le ong sono libertà d’espressione, i nostri occhi nel Mediterraneo»

Chiara Cruciati

Incontro con Elly Schlein, europarlamentare tra le promotrici della candidatura al Sakharov delle organizzazioni che in mare salvano i migranti: «Alle elezioni di maggio ci si aspetta una crescita delle forze xenofobe a cui questo establishment rende la vita facile: una parte della Ue usa la stessa retorica di Salvini»

Cultura

Il diritto alla cura è senza frontiere

Andrea Capocci

Salute e migrazione sono legate. E in futuro lo saranno ancora di più. La rivista «The Lancet» mostra che le migrazioni non pesano affatto sui sistemi sanitari pubblici. Nel 2018, sono 258 milioni a vivere al di là dei propri confini. Il 3,4% della popolazione mondiale

Licini, la delicatezza del tormento

Giuseppe Frangi

Un inquieto «oltre» di marca leopardiana vibra nel percorso multifase di Osvaldo Licini: che viene presentato con equilibrio e pochi mirati confronti

Yehoshua e l’identità sgretolata

Massimiliano De Villa

La demenza senile che ha colpito il protagonista dell’ultimo libro di Abraham B. Yehoshua ha un suo correlativo oggettivo nel conflitto medio-orientale: «Il tunnel», da Einaudi

Piero, come pensava il pittore matematico

Alessandro Angelini

Con il suo trattato sulla scienza prospettica applicata alla pittura, scritto avendo per modello Leon Battista Alberti, Piero diede veste teorica al suo modo di operare. Un’agguerrita équipe multisciplinare, presieduta da Marisa Dalai Emiliani, arricchisce di molto le nostre conoscenze del testo

C’è del tedesco nella Pietà vaticana

Massimo Romeri

La mostra documenta le origini trecentesche e gli sviluppi dell’iconografia del Cristo morto nel grembo di Maria, resa definitiva dal giovane Michelangelo

Gruzinski, microstoria con pinturas

Adriano Prosperi

Un suggestivo scavo dello storico francese Serge Gruzinski tra fonti pittografiche antiche e verbali dell’inquisizione: "La macchina del tempo", da Raffaello Cortina