closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 16.11.2017

«La Libia non rispetta i diritti umani? Si sapeva, non ha mai firmato la Convenzione di Ginevra». Intervenendo alla Camera il ministro degli Interni Marco Minniti, sotto accusa all’Onu, rivendica l’accordo con Tripoli e dà quasi per necessarie le violenze subite dai migranti. Intanto Oxfam denuncia: «Fondi europei per lo sviluppo usati per blindare le frontiere africane»

Fassino, via ai colloqui. Sabato tocca a Pisapia Da Mdp sì «di cortesia»

Daniela Preziosi

«Farò un'alleanza ampia». L’uomo di Renzi vede Grasso e Boldrini Poi chiama D’Alema che lo gela: «La nostra linea è già decisa». Speranza: non siamo gente che sbatte le porte in faccia ma le nostre idee sono note. Obiettivi: l’avallo di Prodi e il sì dell’ex sindaco Così Renzi potrà dire di aver rifatto il centrosinistra

Rebrab rilancia, Piombino non ci crede

Riccardo Chiari

Una delegazione operaia in presidio per l'assemblea dei soci Cevital. "Ci hanno ricevuto e ci chiedono fiducia, hanno nuovi partner e vogliono tornare a produrre". Scettici i delegati: "Sono passati 30 mesi e siamo ancora agli annunci. Per noi il tempo è scaduto".

Reportage

Le speranze deluse sul lungomare di Gaza

Michele Giorgio

Resta chiuso il valico di Rafah, ma gli abitanti di Gaza, a migliaia in attesa di passare in Egitto per studio, lavoro o per curarsi non possono che sperare che l’accordo Fatah-Hamas regga

Libano, il premier Hariri: «Sto bene e torno»

r. g.

Sparito misteriosamente da 12 giorni in Arabia Saudita il primo ministro riappare con un tweet. Le sue dimissioni da Riyad sospese dal presidente Aoun che lo considera messo in stato di arresto illegale dai sauditi come pressione per scaricare Hezbollah dal governo

Svolta militare in Zimbabwe. E Mugabe restò solo

Marco Boccitto

Esplode la faida interna al partito del leader 93enne per la successione. Carri armati nelle strade e governo esautorato, ma l’esercito nega che si tratti di golpe. L’anziano presidente ai domiciliari. In fuga la first lady

Frutto della scienza non della magia

Andrea Colombo

Duecento anni fa veniva pubblicato «Frankenstein, o il moderno Prometeo». La forza del capolavoro di Mary Shelley sta nella sua ambiguità, nel suo prestarsi a interpretazioni diverse. Considerato il primo romanzo di fantascienza, è però dotato di atmosfere gotiche, e effetti visionari. L’autrice concepì la sua mostruosa creatura a diciannove anni, tra il 1816 e il 1817

Visioni

Addio Luis Bacalov, una vita tra canzone e cinema

Marco Giusti

Morto a 84 anni il compositore, arrangiatore e direttore d'orchestra premio Oscar per «Il postino». Protagonista nei '60 nella grande stagione Rca e poi autore di oltre 160 musiche da film. Dal western a Fellini

La Swingin’ London dei Rolling Stones

Antonello Catacchio

Il 1 dicembre esce «On Air», una rilettura tecnologicamente rivisitata di registrazioni radiofoniche fatte all'epoca dal gruppo. Con 32 brani di cui 8 inediti del biennio 1963- 1965

«The Big Sick», contro ogni pregiudizio

Giulia D'Agnolo Vallan

Il film di Michael Showalter è diventato uno degli autentici successi dell’anno (50 milioni di dollari al botteghino Usa) e uno dei lungometraggi che meglio soddisfano le pulsioni dello zeitgeist