closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 16.05.2020

Nel polo industriale di Porto Marghera esplode una fabbrica chimica. Una nube tossica oscura il cielo di Venezia. Feriti diversi operai, due sono gravi. Gli allarmi inascoltati sulla sicurezza. Il sindaco Brugnaro: chiudetevi in casa. Ma poi invita a tornare al lavoro

Lavoro

«Sussidi e bonus sono un caos, ora ci vuole un reddito di base»

Roberto Ciccarelli

Parte la "fase due" della campagna per il reddito di quarantena che chiede l'estensione senza vincoli strutturale e individuale del redditodicittadinanza per precari, partite iva, poveri, invisibili e un nuovo sistema universale di ammortizzatori sociali in una crisi che durerà anni e non ha bisogno di misure tampone, temporanee e categoriali

Crisi sanitaria e crisi democratica: appello per la difesa dei diritti sociali e civili

Coordinamento Reti Sociali nell’emergenza del Covid19

Auspichiamo che le strategie di contenimento epidemiologico della pandemia puntino sempre più sull’informazione e la consapevolezza delle persone piuttosto che sulla loro infantilizzazione paternalistica. Non è pensabile che perduri una sostanziale illegalizzazione delle pratiche di uso politico dello spazio pubblico, ancorché realizzate in modo responsabile sul piano della tutela della salute propria e di quella altrui

Europa

Il Covid obbliga Pristina e Belgrado a cooperare

Alessandra Briganti

Quando il covid si è affacciato in Kosovo, i due sistemi hanno risposto ai rispettivi governi: diversi interventi, statistiche, misure di contenimento. Così, fino a quando la situazione nel Kosovo del nord, a maggioranza serba, non è precipitata

In piena pandemia gli Usa legalizzano il permesso di spiare Internet senza limiti

Stefano Bocconetti

Nella proroga delle norme liberticide post-11 settembre del Patriot Act, i repubblicani infilano un emendamento che estende i poteri della Fbi su tutti i dati di navigazione on line, senza bisogno di autorizzazione. Nessun mandato, né di un giudice, né di una qualsiasi entità terza. Nessuno: gli investigatori potranno raccogliere tutta la cronologia dei siti, delle chat, delle call

Cultura

«Dentro il lockdown rifletto sull’idea di patria»

Francesca Giommi

Parla la scrittrice Ubah Cristina Ali Farah che da gennaio è artista residente presso lo Stias (Stellenbosch Institute of Advanced Studies) in Sudafrica, dove ha deciso di rimanere a trascorrere il lockdown, in quella che lei definisce «una prigione dorata». «Se apparteniamo a questo pianeta il destino di tutti ci è proprio. Se la pandemia mi ha sorpresa qui, deve esserci una ragione. Non c’è patria che tenga»

Trotula, l’autorità medica fa scuola

Marina Montesano

Un percorso di letture su guaritrici, profetesse e differenza di genere. Tra medioevo e prima età moderna, i saperi critici delle donne erano forti e sono di esempio anche oggi

Bordieu e quei conti in sospeso con la filosofia

Massimiliano Guareschi

In "La logica della ricerca sociale. Sociologia generale 1", a cura di Gianvito Brindisi e Gabriella Paolucci (Mimesis), primo volume dei corsi tenuti al Collège de France, negli anni che vanno dal 1981 al 1986, un tentativo di esposizione sistematica delle linee teoriche del suo lavoro

Visioni

Il manifesto sardo celebra Pintor in rete

Redazione

Un dibattito in streaming per il diciassettesimo anniversario della morte di Luigi Pintor, fondatore e storico direttore de il manifesto. Intervengono tra gli altri Castellina e Onnis

L'APPELLO

Tre proposte per il lavoro

Isabelle Ferreras, Julie Battilana, Dominique Méda e 3.000 altri

Questo importante appello di oltre 3.000 ricercatori di tutto il mondo esce oggi in simultanea su 41 giornali, tra cui El Comercio, Boston Globe, Guardian, Gazeta Wyborcza, La Folha de São Paulo, The Wire, Cumhuriyet, Le Soir, Le Monde, Die Zeit, Publico, El Diario, Le Temps. In Italia gli autori hanno scelto il manifesto

Misteri della fede

Enrico Caria

Che cagnara. Politici, preti, imam, mezzibusti, bellimbusti, leoni da tastiera, pecore da touch-screen, sovranisti, onanisti...

Un Cannes fai da te

John Bleasdale

Sono a casa. Sarei dovuto partire per Cannes martedì scorso. Sono profondamente triste

Il visibile, Nanni Balestrini 2019-2020

Maria Teresa Carbone, Andrea Cortellessa, Gianfranco Baruchello, Sergio Bianchi, Achille Bonito Oliva, Luigi Cinque, Giairo Daghini, Gino Di Maggio, Paolo Fabbri, Maurizio Ferraris, Manuela Gandini, Angelo Guglielmi, Flavia Mastrella, Peppe Morra, Giulia Niccolai, Aldo Nove, Antonio Rezza, Franca Rovigatti, Carla Subrizi, G.B. Zorzoli

A un anno dalla scomparsa, amici e discepoli lo ricordano con parole e immagini ad alta gradazione

Grandi felini, horror in gabbia

Chiara Grasso, Christian Lenzi *

La vita spericolata di Joe Exotic in «Tiger King» su Netflix nasconde i drammi degli zoo ghetto

Koala, un abbraccio rampicante e lanoso

Alessandra Pigliaru

Marsupiale selvatico e morbido, è icona del diletto turistico. Invece è maestro di sapienza, anche politica. Quando l’Australia bruciava ha sofferto. Un percorso poetico e filosofico sull’idea di vicinanza e benessere suggerita dalle sue abitudini

Arundhati Roy, voce dal silenzio

Daniela Bezzi

L'autrice indiana di «Il dio delle piccole cose», attivista politica dei diritti umani, racconta il suo paese durante la quarantena

Paul Howarth e l’epopea selvaggia del bush australiano

Guido Caldiron

Parla lo scrittore anglo-australiano autore di «Solo ladri e assassini» (HarperCollins). Tra siccità e monsoni, nel Queensland della fine dell’800 la polizia nativa impone con la violenza il potere dei coloni bianchi facendo strage di indigeni. Ma un giovane si ribella. «Uno degli aspetti che mi ha colpito di più di quel periodo è l’apparente contrasto tra le regole relative alla proprietà che il governo applicava nelle città, per lo più sulla costa, e la brutale illegalità che regnava nell’entroterra. Un paradosso la cui eco risuona ancora oggi»

Rubriche

Dalla Polonia all’Italia, andata e ritorno

Zuzanna Krasnopolska

Emergenza sanitaria e legge sull'aborto, un cammino intricato che non smette di interrogare le donne; tenere il punto politico non era semplice prima e si complica adesso a causa del distanziamento sociale ma a Varsavia non si abbassa l'attenzione e si inventano nuove forme di protesta pacifica