closefacebookgpluslinkedinmailphotosearchsharetwitterwhatsapp

Edizione del 15.02.2017

A Roma vince la lobby del cemento. Virginia Raggi cede alle pressioni dei costruttori e dà il via libera alla cittadella del nuovo stadio. È la linea dell’assessore allo sport Frongia. Berdini annuncia le «dimissioni irrevocabili» e accusa: «Si prosegue con l’urbanistica liberista»

Commenti

Grandi opere, il fascino dell’unico modello di sviluppo che conosciamo

Tonino Perna

Il nuovo stadio della Roma è solo l'ultimo dei mega progetti presentati come la panacea di tutti mali, unica prospettiva per il rilancio dell’economia, l’immagine e il futuro di un territorio. Bisognerebbe invece partire dalla manutenzione come bisogno primario per aprirsi a piani, anche ambiziosi, ma sostenibili

Politica

Giuliano Pisapia va a spasso nel suo Campo Progressista

Luca Fazio

Alla Santeria di Milano, all'ora dell'aperitivo, l'ex sindaco presenta il suo nuovo progetto politico dialogando con la presidente della Camera Laura Boldrini. Si tratta della prima uscita informale per creare un contenitore non meglio definito che sia in grado di riavvicinare i delusi di sinistra che non votano più o guardano altrove. L'obiettivo dichiarato è la ricostruzione del centrosinistra e quindi la convergenza con questo Pd in preda alle convulsioni. Prossimo appuntamento a Roma l'11 marzo

CUCCHI

«Cucchi Picchiato a morte»

Angelo Mastrandrea

La Procura di Roma chiede il rinvio a giudizio di 5 carabinieri per il pestaggio. Tre militari accusati di omicidio preterintenzionale. Falsati gli atti

Europa

La Francia processa Felix Croft. Rischia 15 anni per un gesto umanitario

Enrico Mugnai

Voleva portare a casa sua una famiglia sudanese in difficoltà a Ventimiglia. Domani nuova udienza, lui rivendica e accusa: «Noi europei, oltre a essere la causa di molti dei mali che affliggono i paesi da dove fuoriescono migliaia di persone, abbiamo il dovere, per i trattati che abbiamo firmato, di aiutarle. Ci sono i mezzi ma non la volontà politica»

Europa

Il Ceta al voto dell’Europarlamento

Anna Maria Merlo

Il controverso accordo di libero scambio al vaglio di Strasburgo. Ma il percorso sarà lungo, in attesa del voto di 38 assemblee nazionali e regionali. La contestazione resta forte, malgrado le modifiche. Il pessimismo europeo, l'apertura al futuro di Trudeau

Internazionale

Storia di Rosa Maria Ortega e altri piccoli abominii

Luca Celada

Prime retate nelle grandi città e una condanna esemplare quanto surreale per «frode elettorale». Immagine simbolo dell’involuzione eversiva in atto, il bimbo anti-messicani in divisa da "Trumpjugend" intervistato dalla Fox. Psicosi migranti senza freni

Misteriosa morte del fratello di Kim Jong-un

Simone Pieranni

Kim Jong-nam (che pare avesse con sé un passaporto con il nome falso di Kim-Chol) è stato per anni l’erede designato di Kim Jong-il, salvo cadere in disgrazia nel 2001 perché pizzicato e arrestato a Tokyo: con un passaporto falso dominicano, stava provando a entrare illegalmente in Giappone per andare a visitare Disneyland

Cultura

Frammenti di uno zoo umano

Manuela De Leonardis

Un incontro con l'artista francese Annette Messager, ospite con la sua personale a Villa Medici, Roma. «I tessuti hanno un potere consolatorio, ma è sufficiente semplicemente un’ombra perché si possano creare dei mostri»

Visioni

Kaurismaki e il mondo come lo vorremmo

Cristina Piccino

«The Other Side of Hope», presentato in concorso l’atteso film del regista finlandese Aki Kaurismaki, che ritorna sulla difficile relazione tra l’Europa e i migranti

Kaurismaki: «Tutto sta andando in pezzi»

Giovanna Branca

Il regista parla del suo nuovo lungometraggio «The Other Side of Hope», presentato al festival: «Vorrei convincere attraverso il film che siamo tutti essere umani, e che un domani il rifugiato potrebbe essere uno di noi»

«Beuys», il gesto politico dello sciamano

Cristina Piccino

In concorso il film sull'artista francese diretto da Andres Veiel, biopic ma senza la forza sovversiva che ci si aspetterebbe. Rimane il carisma di Joseph Beuys e l'importanza pedagogica della trasmissione della sua esperienza

Quella prima volta in India

Fabiana Sargentini

I ricordi una vacanza riportati alla memoria dal film - in concorso - «Viceroy's House» di Gurijder Chadha

Rubriche

Il naloxone salva la vita. Una ricerca

Susanna Ronconi

Per una volta l'Italia è leader a livello mondiale in una pratica di riduzione del danno: la distribuzione del farmaco ai consumatori e alle loro reti amicali e famigliari, essendo da noi un medicinale da banco, che chiunque può acquistare ed utilizzare in caso di pericolo di vita